Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Salute in viaggio

In questa sezione del sito vogliamo illustrare brevemente i principali problemi di carattere sanitario che potrebbe incontrare un viaggiatore e fornire un vademecum sui comportamenti da seguire e informazioni sulle malattie diffuse nel mondo. Prima di tutto vogliamo darvi, in breve, alcuni

CONSIGLI DI CARATTERE GENERALE, MOLTO SEMPLICI E DI BUON SENSO.

Prima del viaggio Durante il viaggio Dopo il viaggio
  • Effettuare eventuale vaccinazioni obbligatorie (febbre gialla)
  • Preparare la farmacia da viaggio
  • Preparare creme solari e repellenti per insetti
  • Evitare sempre e assolutamente il ghiaccio, le bevande non sigillate, la frutta sbucciata e la verdura cruda.
  • Evitare bagni in acqua dolce
  • Lavarsi le mani accuratamente soprattutto prima dei pasti e dopo aver utilizzato i servizi igienici
  • Evitare contatti con animali
  • Segnalare al proprio medico eventuali malattie cutanee, malattie veneree, febbre diarrea o dimagrimento eccessivo, che potrebbero essere messe in relazione a un viaggio effettuato anche alcuni mesi prima

1. NORME GENERALI DI COMPORTAMENTO
2. MALATTIE A TRASMISSIONE FECALE-ORALE
3. MALATTIE TRASMESSE ATTRAVERSO I RAPPORTI SESSUALI
4. ALTRE MALATTIE

NORME GENERALI DI COMPORTAMENTO

Informarsi bene e seguire norme comportamentali utili a ridurre il rischio di contrarre infezioni è importante quanto vaccinarsi o seguire profilassi.
Prima di tutto ricordiamo che lo stress da viaggio, la brusca modificazione delle condizioni climatiche, degli usi e delle abitudini alimentari richiedono un certo adattamento.
E' sempre buona regola evitare di mangiare troppo; nei climi caldi gli effetti del cibo e soprattutto dell'alcool si fanno sentire maggiormente.
Nei primi giorni dopo l'arrivo in un Paese a clima caldo è consigliabile non esporsi a lungo ai raggi solari per evitar e colpi di sole (che si manifestano con cute fredda, pallida, umida, senso di svenimento e calo di pressione )e colpi di calore (mal di testa, cute secca, calda, arrossata, febbre elevata).
In questi casi è opportuno riposare in un ambiente fresco e ventilato e applicare impacchi freddi sul corpo.
L'esposizione al sole durante il soggiorno deve essere evitata soprattutto se si stanno assumendo farmaci, in particolare gli antibiotici, al fine di evitare azioni indesiderate a livello cutaneo.
L'esposizione al sole, come è noto, può indurre la comparsa di eritemi solari, orticarie, dermatiti o favorire malattie ancor più gravi come i tumori della cute; è, quindi, essenziale utilizzare sempre creme protettive.
Inoltre, è importante mantenere sempre un'accurata igiene della pelle.
E' bene evitare l'uso di deodoranti o profumi che possono provocare reazioni fototossiche, ma soprattutto attirare gli insetti.
Gli insetti sono una delle più comuni fonti di infezioni; è importante quindi mettere in atto tutte le misure comportamentali volte a ridurre il rischio di subire punture di insetti.
Le persone che ricordano di aver avuto reazioni allergiche in seguito a punture di insetto devono porre particolare attenzione alle misure preventive e munirsi dei farmaci usati abitualmente.
In caso di ferite o lesioni cutanee, lavate abbodantemente con acqua sapone la zona interessata e poi disinfettatela accuratamente.
E' buona norma non camminare mai a piedi nudi o con i soli sandali; usate invece sempre calzature chiuse.
Non prestate mai a persone del luogo i vostri occhiali, per evitare di contrarre congiuntiviti di tipo virale.
Evitate, se possibile, contatti con animali che possono anche trasmettere gravi malattie, come ad esempio la rabbia. Se siete morsi da un animale, recatevi subito presso la struttura sanitaria più vicina. Il morso di animale ( cane, gatto, scimmia), infatti, può comportare non solo la trasmissione di malattie rare o esotiche, ma più frequentemente infezioni comuni causate da batteri presenti nella salive dell'animale stesso e che necessitano di un'adeguata terapia antibiotica.
Piante, bacche, radici e funghi possono essere pericolosi. Prima di toccarli o mangiarli raccogliere corrette informazioni e fidatevi solo di veri esperti.
Anche gli specchi d'acqua posso celare insidie. In alcuni possono essere presenti molluschi, animali e pesci velenosi o carnivori. Evitate quindi di fare il bagno da soli e di andare al largo se non conoscete il posto.
In alcuni Paesi africani e in alcune Regioni dell'Estremo Oriente esiste una malattia chiamata schistosomiasi.Si trasmette tramite contatto con larve invisibili che vivono nelle acque dolci. Si tratta di una malattia cronica che può evolvere anche in modo severo. Non lasciatevi, quindi, ingannare dalla suggestione del paesaggio e dalle acque apparentemente incontaminate: immergersi in acque dolci può essere molto pericoloso; prima di farlo chiedete consiglio a una guida locale esperta.
Cave e grotte abitate da pipistrelli possono essere fonte di malattie acquisite per via inalatoria (ad esempio l'istoplasmosi); esse si manifestano con febbre elevata, tosse, difficoltà a respirare. Questi sintomi compaiono dopo pochi giorni oppure poche settimane dopo aver soggiornato in tali ambienti. Le feci dei pipistrelli contengono, infatti, microrganismi che, saturando lùaria contenuta nelle grotte, possono essere inalati e causare problemi di tipo respiratorio.
Se assumete regolarmente medicine a causa di una malattia di cui siete affetti (per esempio ipertensione arteriosa, epilessia, malattia reumatologiche, malattie dello stomaco, malattie cardiologiche, infezioni da HIV) informate sempre il vostro medico prima di partire.
E', infatti, importante proseguire l'assunzione della vostra abituale terapia anche durante il soggiorno all'estero e soprattutto che, prima di partire, vengano escluse potenziali e pericolose incompatibilità con le misure di profilassi (vaccinazioni o farmaci) relative al viaggio.
Le donne che assumono contraccettivi orali possono avere problemi di adattamento al nuovo fuso orario. Un utile espediente per non sbagliare può consistere nell'utilizzare due orologi riservandone uno per l'assunzione della pillola, oppure adottare gradualmente l'ora locale modificando di non più di 60 minuti al giorno il momento dell'assunzione.
Le modificazioni climatiche possono comportare alterazioni del ciclo mestruale, caratterizzate per lo più dalla mancanza del ciclo (amenorrea); non c'è un cura specifica e il ciclo si regolarizzerà entro qualche settimana dopo il rientro.
La gravidanza di per sè non è una controindicazione assoluta per intraprendere un viaggio, tuttavia tale stato rende la donna più esposta al rischio di contrarre patologie pericolose per se stessa e per il bambino. La donna in gravidanza deve quindi valutare la reale necessità di intraprendere un viaggio, soprattutto in aree tropicali.
E' importante, comunque, che il medico curante o lo specialista siano informati della gravidanza, in quanto alcune chemioprofilassi e vaccinazioni abitualmente raccomandate sono fortemente controindicate in gravidanza..
E' sempre comunque consigliabile portare con sè una piccola farmacia da viaggio, così composta:


torna all'indice

MALATTIE A TRASMISSIONE FECALE-ORALE

Diarrea del viaggiatore
Epatite A
Febbre tifoide
Colera
Epatite E

Sono le infezioni che più frequentemente colpiscono i viaggiatori. Sono provocate dall'ingestione di cibo o bevande contaminate da agenti infettivi ( virus, batteri, parassiti) e generalmente si manifestano con sintomi a carico dell'apparato digerente ( nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, flatulenza). La migliore prevenzione per questo tipo di malattie consiste nel prestare attenzione a quello che si mangia ricordando che non tutto il cibo appetibile è sicuro.

E' bene quindi seguire alcune regole fondamentali:


torna all'indice

MALATTIE TRASMESSE ATTRAVERSO I RAPPORTI SESSUALI

Esistono numerose malattie che possono essere trasmesse attraverso i rapporti sessuali, soprattutto con partner occasionali: infezioni erpetiche, sifilide, gonorrea, epatite B, condilomi e infezione da HIV (AIDS).
L'unico modo per evitare o quantomeno ridurre il rischio di infezione consiste nell'utilizzare il preservativo e nel modo adeguato, ricordando che va indossato sin dall'inizio del rapporto.
E' consigliabile acquistare i preservativi prima della partenza in quanto non sempre è possibile acquistarli nei Paesi di destinazione. E' infine importante ricordarsi che i preservativi si alterano con il calore

torna all'indice

ALTRE MALATTIE

Malaria
Febbre gialla
Difterite
Tetano
Epatite B
Rabbia
Meningite meningococcica

torna all'indice

Contattaci

Fabio Chisari,

Founder & C.E.O. di Azonzo Travel, parla in RAI, a UNO MATTINA, dei viaggi per l'estate 2016 - 22/06/2016.


destinazioni

sezione approfondimenti