Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Malaria

Che cos'é?
E' un'infezione parassitaria causata da microrganismi detti plasmodi, trasmessi da zanzare del genere Anopheles, che pungono preferibilmente di notte, al crepuscolo e all'alba, e che si riproducono in grandi moltitudini specialmente vicino a zone paludose, acquitrinose, e ai corsi d'acqua.
La sintomatologia inizia dopo un periodo di incubazione variabile ( da 7 a piú di 28 giorni dalla puntura infettante) e consiste in febbre elevata, brividi e sudorazione, accompagnati da sintomi aspecifici come stanchezza , cefalea, nausea, vomito.
La Malaria é presente in una vasta area del mondo, che comprende gran parte dei territori della fascia tropicale e subtropicale, in particolare l'Africa subsahariana.

Che cosa fare?
Esistono quattro grandi gruppi di plasmodi che possono provocare la malaria, piú o meno pericolosi e differentemente distribuiti nelle diverse regioni del mondo. Ma all'interno di questi quattro gradi tipi esistono in realtá diverse centinaia di ceppi diversi.
Il rischio di contrarre la malaria varia quindi da Paese a Paese e, soprattutto, a seconda del periodo dell'anno, dell'altitudine e della zona visitata. Durante la stagione secca il rischio di contrarre la malaria é molto basso, al contrario che durante la stagione delle piogge quando il rischio é molto elevato. Anche il fatto di dormire in ambienti protetti e salubri riduce notevolmente il rischio di contagio. La prima norma che un viaggiatore deve rispettare é quella di proteggersi adeguatamente ed efficacemente dalle punture delle zanzare, eseguendo una "profilassi antimalarica comportamentale" descritta qui di seguito.
Per prevenire ulteriormente l'insorgenza della malattia é possibile associare alle norme comportamentali l'assunzione di farmaci antimalarici.
La profilassi farmacologica deve esser iniziata una settimana prima della partenza e proseguita per tutta la durata del soggiorno, fino a quattro settimane dopo il rientro. La posologia a seconda del tipo di farmaco assunto. Tutti questi farmaci hanno precise indicazioni, forti controindicazioni ed effetti collaterali talvolta severi: é importante quindi prima di assumerli, ricorrere sempre al consiglio del medico o di specialisti. Anche se l'assunzione regolare e corretta della profilassi farmacologica riduce il rischio di contrarre la malaria va comunicato ricordato che nessun farmaco garantisce una protezione del 100%.
Esistono categorie si soggetti in cui l'infezione potrebbe decorerei in modo particolarmente grave: bambini piccoli e donne gravide.

Profilassi antimalarica comportamentale
Le zanzare che trasmettono la malaria hanno un volo silenzioso e pungono preferibilmente tra il tramonto e l'alba. La loro puntura non provocano nè dolore nè prurito.
E' possibile proteggersi adeguatamente ed efficacemente dalle punture di zanzara e quindi evitare l'infezione da plasmodio, attuando le seguenti linee di comportamento:
- Nelle ore serali e nelle prime ore del mattino, indossare abiti che coprano la maggior parte del corpo (pantaloni lunghi, camicie a manica lunga) e che siano sufficientemente spessi
- Indossare abiti chiari in quanto le zanzare sono attirati dai colori scuri
- Evitar e profumi e dopo barba: tali prodotti attirano le zanzare
- Applicare repellenti per insetti sulla cute esposta evitando le mucose e le eventuali lesioni
- Utilizzare prodotti a base di dietiltoluamide ogni quattro/otto ore tenendo conto che la sudorazione ne elimina l'efficacia
- Ricordare che l'efficacia dei prodotti a base di estratti vegetali o essenze floreali non é sufficientemente documentata
- Prima di coricarsi, nebulizzare nell'ambiente un insetticida base di piretro o permetrina.
- Verificare che le zanzariere alle finestre e introno ai letti siano integre e ben posizionate; possono essere eventualmente impregnate con insetticida a base di piretro, permetrina o deltametrina.

Torna alla pagina della Salute in viaggio

Fabio Chisari,

Founder & C.E.O. di Azonzo Travel, parla in RAI, a UNO MATTINA, dei viaggi per l'estate 2016 - 22/06/2016.


parlano di noi

Testate giornalistiche

PARTI CON NOI!
CONTATTACI SUBITO
PER INFORMAZIONI

destinazioni

sezione approfondimenti