Header Background
2004 - 2018 in viaggio da 14 anni

Titolo viaggio uniformato

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisici elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua

26 ottobre - 6 novembre 2014

Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquid ex ea commodi consequat. Quis aute iure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

A partire da 1.600 €


Descrizione

Un viaggio alla scoperta dell’affascinante Arabia Felix, terra della Regina di Saba, una delle prime regioni abitate del pianeta. Tremila anni di storia, cultura e tradizioni. Per ammirare il favoloso deserto Ramlat al Sabatain, la capitale Sanaa e la leggendaria Shibam (la Manhattan del deserto), due perle architettoniche dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Per visitare le splendide e spettrali rovine di Marib, attraversare il Wadi Daw’an e il Wadi Dahar, arrampicarsi sulle montagne dell’ovest per ammirare gli antichissimi villaggi arroccati di Kawkaban, Thula, Ibb, Jibla, Taizz e Zabid.

Giorno 1: Venerdì 12 dicembre
Italia – Sanaa

Partenza dall’Italia in mattinata con un volo di linea Lufthansa via Francoforte, e arrivo previsto a Sanaa alle ore 22.20 locali. Accoglienza e assistenza in aeroporto. Trasferimento Movenpick Sanaa Hotel o similare. Pernottamento

Giorno 2: Sabato 13 dicembre
Sanaa – Wadi Daar - Sanaa

Prima colazione. Si parte in direzione del Wadi Dahar, una valle molto bella e rigogliosa, costellata di villaggi e frutteti. Si visitano le splendide cittadine arroccate sulle rocce lungo il wadi. Shibam (omonima della città famosa per i suoi grattacieli di fango) posta in una posizione spettacolare, ha un mercato molto colorato e vivace. Kawkaban incredibilmente abbarbicata ad un pendio ripidissimo, dove si possono ammirare da vicino le aquile che volteggiano nel cielo. La affascinante Thula, le cui case sono costruite su strani massi tondeggianti. Nel pomeriggio ritorno a Sanaa e visita della città. Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 3: Domenica 14 dicembre
Sanaa – Baraqish - Marib

Dopo la prima colazione partenza per Marib, la capitale dell’antico regno di Saba, situata nella valle del Wadi Dhanah, sulla via carovaniera dell’incenso, ai margini del grande deserto saudita Rub al Khali (il Quarto Vuoto). Lungo la strada ci si ferma a visitare le cittadine di New Dam, Old Dam e Baraqish, conosciuta anche come Yathil, la prima capitale del regno di Ma’in. Pranzo. Giunti a Marib, si visitano le rovine del villaggio semi-abbandonato, che conserva tracce dell’antico splendore. I templi del Sole e della Luna innalzano le loro solitarie colonne semi-sommerse dalla sabbia. Ma i resti più importanti si trovano a qualche chilometro di distanza. Una grande diga, lunga 720m e alta fino a 35m, costruita dagli antichi sabei, sbarrava il corso del Wadi e, con un complesso sistema di ingegneria idraulica, consentiva di irrigare un vasto territorio. Ristrutturata più volte nel corso dei secoli, questa opera imponente ha svolto la sua funzione vitale per più di 1500 anni. Oggi, una nuova diga sta riportando nuova vita a questa regione, galvanizzata dal ritrovamento di pozzi di petrolio. Cena e pernottamento presso il Bilquis Mareb Hotel o similare.

Giorno 4: Lunedì 15 dicembre
Marib – Deserto Ramlat al Sabatain – Old Shabwa - Seiyun

Partenza di buon mattino, con guida beduina e macchine fuoristrada, per compiere la splendida traversata del deserto di sabbia e dune di Ramlat al Sabatain. Prima colazione e pranzo al sacco. Si prosegue per l’ampia valle del Wadi Hadhramawt, culla della civiltà yemenita, famosa anche per l’abbigliamento spettrale delle donne che la popolano, completamente ricoperte da un caftano nero, con un cappello alto e stretto in testa, simile a quello delle fattucchiere. Lungo la strada ci si ferma a visitare la splendida città vecchia di Shabwa, l’antichissima capitale del regno di Hadhramawt, risalente a prima del 750 a.C. Si prosegue lungo la pista che corre sul fondo del wadi, punteggiata da piccole oasi, fra imponenti pareti rocciose. Si giunge a Seiyun nel tardo pomeriggio. Cena. Pernottamento presso il Al Hawta Palace hotel o similare.

Giorno 5: Martedì 16 dicembre
Seiyun – Tarim – Shibam - Seiyun

Prima colazione. Al mattino si visita la città di Seiyun, verde oasi circondata da migliaia di palme, situata al centro del wadi, fiorente nel XV sec. quando il traffico carovaniero sulla strada dell’incenso e dei profumi era più intenso. Si visita il palazzo del sultano al Katheri, forse il più sontuoso dei palazzi dello Yemen del sud, costruito su di un vecchio forte, trasformato in museo, poi la tomba di Ahmed bin Issa l’emigrante, addossata alla montagna e l’adiacente moschea, dalla caratteristica forma a zigzag. Pranzo. Si prosegue per Tarim, che fu importante centro culturale islamico di una antica setta sunnita. Qui si è sviluppato uno stile architettonico originale, con forti influenze indiane e del sud-est asiatico, generato dai flussi migratori che hanno spinto gli abitanti dell’Wadi Hadhramawt verso quelle lontane regioni. Si visita la moschea al-Muhdar, dominata da un minareto alto 50 m, ed il vicino palazzo di Sayyid Omar, in stile barocco giavanese. Poco distante, Shibam, la “Manhattan del deserto”, innalza i suoi straordinari grattacieli di fango. Costruita su una collina nel mezzo del Wadi, con uno splendido fronte di circa 500m, la città appare come sospesa. Lo spettacolo che si vede arrivando è magnifico, senza pari al mondo. Come Sanaa, anche Shibam rientra fra le località dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Pernottamento in hotel.

Giorno 6: Mercoledì 17 dicembre
Seiyun – Al Hajarayn - Wadi Daw’an - Mukalla

Prima colazione. Poi si lascia l’ampia valle del Wadi Hadhramawt, seguendo la diramazione del Wadi Daw’an. Questo percorso, che si snoda fra alte pareti di roccia sul letto sassoso del fiume, lungo la vecchia strada per Mukalla, consente di attraversare numerosi, caratteristici villaggi, dalle case estrosamente dipinte, disposti sulle due sponde del Wadi, fra i più pittoreschi dello Yemen. Nella regione si produce anche un ottimo miele, molto costoso. Il bel villaggio di Al Hajrayn è situato in corrispondenza di un’ansa, arroccato su di un ampio costone, circondato da una distesa di palme. Sif è la meta di pellegrinaggi alla tomba di Shaikhan Bin Ahmed. Venerata è anche la tomba di Ma’rouf Bajamal, nel villaggio di Bada. Pranzo. Nel pomeriggio si raggiunge la costa del golfo di Aden ed il porto di Mukalla. Pernottamento presso il Holiday Inn Hotel o similare.

Giorno 7: Giovedì 18 dicembre
Mukalla – Bir Ali - Mukalla

Prima colazione e giornata interamente dedicata alla visita di Bir Ali, piccolo villaggio di pescatori sulla costa del Golfo di Aden e del porto dell’antica Qana. Bir Ali è situato nelle vicinanze dell’antico porto di Qana, che fu il porto principale del mitico Stato di Hadhramout e punto di partenza della via dell'Incenso e dell'Oro. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

Giorno 8: Venerdì 19 dicembre
Mukalla - Sanaa

Breve visita di Mukalla e volo su Sanaa. Completamento della visita di Sanaa: si visita il grande souk che, dalla porta di Bab el Yemen, si estende fino alla magnifica e inaccessibile grande moschea la cui costruzione iniziò durante la vita del profeta Maometto; si visita l'ex quartiere ebraico con le stelle di Davide agli ingressi e le case più basse di quelle tradizionali yemenite. Infine una breve visita al mercato del qat, in cui tutti gli abitanti di Sanaa si approvvigionano della loro quotidiana razione di eccitanti foglioline. Cena. Pernottamento presso il Movenpick Sanaa Hotel o similare.

Giorno 9: Sabato 20 dicembre
Sanaa – Ibb – Jibla - Taizz

Prima colazione. Si parte poi in direzione di Taizz. Lungo la strada si visita Ibb, posta su di un’alta collina che domina una distesa di verdi terrazzi coltivati, su cui svettano le tipiche case in pietra, costruite come vere e proprie torri. Ibb, capoluogo della provincia più fertile e piovosa dello Yemen, è disposta lungo l’asse della montagna, e conserva un fascino unico, grazie ai suoi edifici in pietra lavica con caratteristiche finestre con vetri di alabastro, incorniciate dallo stucco bianco. La città vecchia di Ibb conserva anche una bella moschea che risale agli albori dell’Islam, al tempo del secondo Califfo. Si prosegue il viaggio visitando Jibla, pittoresca cittadina posta sulla cima di un colle, alla confluenza di due wadi. Jibla fu capitale del regno della grande regina Arwa, della setta sciita dei Sulayhiti, che regnò per più di 50 anni fino al 1138 d.C. Jibla conserva tracce importanti del suo passato. Superato il ponte sul wadi, si incontra la piccola, bella moschea Qubbait Beit az-Zum, che fa da sfondo al paese. Più oltre, dopo il suq, si staglia la grande moschea della Regina Arwa, con due favolosi minareti. Si pranza, e poi nel pomeriggio si giunge a Taizz e ci si reca subito sulla sommità del Jabal Sabir, la montagna più alta di tutto il Governorato, che domina l’intera città. La montagna è intensamente coltivata, con campi terrazzati di qat e altre piante che si estendono sino ai 3006 mt della vetta. La strada si inerpica in modo ripido e il panorama che si può ammirare è veramente straordinario. Rientro in città per la cena e il pernottamento presso il Sofitel Hotel o similare.

Giorno 10: Domenica 21 dicembre
Taizz – Zabid – Al Hudayda

Prima colazione. Poi si visita Taizz, la splendida città che fu fiorente in epoca rasulide (XIII-XV sec). Circondata da una imponente cinta muraria, intervallata da torri di guardia e da cinque porte, di cui due sopravvivono, la città vecchia si sviluppa attorno al mercato, a ridosso delle mura. Si visita la bella moschea al Ashrafiya, con i suoi due minareti rossi e bianchi e la scuola coranica, e la moschea al Modhafar, ornata da numerose cupole. Si lascia Taizz in direzione di Al Hudayda. Lungo la strada si visita la meravigliosa Zabid, città carica di storia, già sede di una grande università, nelle cui scuole venivano insegnate le dottrine di tutte le più importanti sette religiose islamiche, assieme ad altre discipline, tra cui l’algebra, la cui origine viene attribuita ad un matematico della scuola di Zabid. La città conserva 29 moschee e 53 scuole coraniche. Le più famose sono la moschea al-Asha’ir e la Moschea Grande, col suo originale sistema di archi che si sviluppano da tozze colonne. Dopo pranzo, lasciata Zabid, ci si dirige a nord in un contesto antropico e geografico tipicamente africano. In serata arrivo a Al Hudeyda. Cena e pernottamento presso il Taj Aswan Hotel o similare.

Giorno 11: Lunedì 22 dicembre
Al Hudayda – Manakha – Al Hajarah - Sanaa

Sveglia al mattino molto presto e prima colazione. Poi visita di Al Hudayda, capitale dell’omonimo Governorato, e in particolare del suo stupefacente mercato del pesce. Si rimane affascinati dallo spettacolo della folla di venditori e compratori che urlano le contrattazioni in mezzo a tonnellate di pesce fresco ancora vivo, appena sbarcato dai pescherecci. Si riparte in direzione di Sanaa, percorrendo una bella strada di montagna, che fiancheggia le cime più alte dello Yemen. Dopo pranzo si raggiungono alcuni dei villaggi più caratteristici. Fra questi, il più suggestivo è Al Hajarah, arroccato fra i monti Haraz e Shibam, con le case a torre che sorgono dalla roccia, disposte ad anfiteatro in cima ad una ripida valle. Si giunge poi a Manakha, una cittadina dalle belle case di pietra alle pendici dei monti Haraz, in posizione dominante sulla strada che porta al Mar Rosso, al centro di una regione intensamente coltivata. Fu roccaforte e presidio militare durante l’occupazione ottomana ed è la base di partenza per raggiungere i piccoli villaggi che punteggiano le cime dei monti circostanti. Rientro a Sanaa. Cena in un tipico ristorante di Sanaa, Al Hana Fish Restaurant, e relax in hotel (camere in day-use). Trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia, la cui partenza è prevista per le ore 23.55.

Giorno 12: Martedì 23 dicembre
Sanaa - Italia


Voli interni previsti durante il programma: Mukalla - Sanaa
Una sola data di partenza: 12 dicembre 2008 (Partenza di base da Milano. Possibilità di partire da altre città italiane, salvo verifica eventuali costi aggiuntivi e disponibilità).

Quota: euro 2.600,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro 350,00
Visto: euro 100,00 a persona (costo pratica incluso)
ATTENZIONE: Sul passaporto NON devono essere presenti timbri di Israele
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Partenza garantita. Numero massimo di partecipanti: 15


Desideriamo far presente che durante il viaggio potrebbero verificarsi alcune piccole variazioni di percorso dovute alle condizioni delle strade. Assicuriamo comunque l’espletamento del programma previsto.

La quota comprende:
- Volo internazionale di linea Lufthansa a/r Milano – Sanaa. Possibilità di partire da altre città italiane, salvo verifica eventuali costi aggiuntivi e disponibilità
- Tasse aeroportuali
- Volo interno Mukalla - Sanaa
- Tutti i transfer aeroporto/Hotel
- Alloggio in camera doppia presso Hotel a 5* a Sanaa e a Taizz. Hotel 4* durante il resto del viaggio, tranne a Al Hudayda, dove esiste solo un 3*. Pensione completa durante tutto il viaggio.
- Trasferimenti privati via terra lungo tutto l’itinerario a bordo di Toyota Land Cruiser 4x4 (al massimo 4 persone per veicolo). Acqua a disposizione lungo tutto il tour.
- Guida Turistica Professionale parlante italiano lungo tutto l’itinerario
- Tour leader accompagnatore dall’Italia: Piero Spanio, una delle guide italiane più esperte di deserti
- Guida beduina esperta per l’attraversamento del deserto Ramlat al Sabatain
- Fee di ingresso a musei e ai siti
- Assicurazione medica e bagaglio

La quota non comprende:
- Visto consolare d’ingresso (costo esplicitato a parte)
- Bevande, mance, e spese personali di ogni genere
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

PIERO SPANIO (Biografia)
Guida esperta in partenza dall’Italia insieme al gruppo.
Piero Spanio nasce a Chioggia (Venezia) nel luglio del 1943, e si laurea in Scienze sociali, con indirizzo antropologico. Grandissimo viaggiatore, è una delle guide italiane più esperte del Sahara e dei deserti. Vanta infatti più di trenta anni di esperienza nella conduzione di spedizioni nei deserti. Ha collaborato con i più importanti tour operator italiani e francesi specializzati nell’organizzazione di viaggi in Africa. Ha percorso migliaia di chilometri nei deserti della Libia, Algeria, Mauritania, Sudan, Egitto, Niger e Yemen. La sabbia, il mare, il cielo e la montagna sono i suoi habitat preferiti. Piero Spanio, infatti è paracadutista, sommozzatore, sci-alpinista, velista in Atlantico. Quando non è in giro per il mondo, vive tra Venezia e la Toscana.

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Calendario viaggi di gruppo

Quando vuoi partire?

CERCA

Azonzo Travel a Uno Mattina

Fabio Chisari, Founder & C.E.O. di Azonzo Travel, parla in RAI, a UNO MATTINA, dei viaggi per l'estate 2016 - 22/06/2016.



Parlano di noi

Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche

Destinazioni


APPROFONDIMENTI