Header Background
2004 - 2018 in viaggio da 14 anni

Titolo viaggio uniformato

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisici elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua

26 ottobre - 6 novembre 2014

Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquid ex ea commodi consequat. Quis aute iure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

A partire da 1.600 €

chiedi informazioni

Descrizione

Durante questo viaggio si ha modo di visitare la capitale Quito riconosciuta Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco, il villaggio di Otavalo con il suo bellissimo artigianato locale e le sorgenti termali di Baños, cittadina situata ai piedi del vulcano Tungurahua. Da qui ci si addentra nella Foresta Amazzonica dove è possibile fare un bagno ammirando la bella cascata Hola Vida e navigando lungo il fiume Puyo. Si continua verso la storica città Riobamba. Si raggiunge poi in treno il sito archeologico Ingapirca fino ad arrivare alla coloniale Cuenca, la città più interessante del Paese. Si prosegue per Guayaquil da dove ci si imbarca su un volo per l’arcipelago delle Galapagos. Qui si effettuano escursioni giornaliere alla scoperta delle bellezze naturali e faunistiche delle isole. Un viaggio unico che combina l’aspetto culturale delle comunità andine e delle città coloniali con la natura selvaggia dell’Amazzonia e quella endemica delle isole Galapagos.

Programma

Giorno 1: Domenica 22 aprile
Italia – Quito
Partenza dall’Italia con volo di linea, all’arrivo a Quito, accoglienza e trasferimento all’Hotel Plaza Sucre o similare. Pernottamento.

 

Giorno 2: Lunedì 23 aprile
Quito
Prima colazione e mattinata dedicata all’escursione al teleferico panoramico da cui si gode di una meravigliosa vista su Quito e sui vulcani delle Ande dell'Ecuador. Nel pomeriggio si visita il centro storico. L'atmosfera del centro coloniale riporta agli anni della conquista spagnola: le chiese dei Gesuiti, Francescani, le piazze, il palazzo del Presidente della Repubblica. Il centro di Quito, ormai perfettamente restaurato, è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Rientro in hotel, pernottamento.

 

Giorno 3: Martedì 24 aprile
Quito – Otavalo – Quito
Prima colazione e partenza in direzione della verde provincia di Imbabura. Lungo il percorso, se il cielo è limpido, si possono vedere le cime del Cayambe, Imbabura e Cotacachi. Superato il bel lago S. Pablo si arriva a Otavalo. Qui gli indigeni “Otavaleños” sono eccelsi nella produzione e commercio di tessili. E’ una abilità che hanno coltivato e alimentato diventando con il tempo il gruppo indigeno più ricco dell’Ecuador. Nella stessa maniera, gli Otavalegni sono molto orgogliosi della loro eredità indigena e la maggior parte della popolazione veste ancora nel modo tradizionale mantenendo anche le loro antiche tradizioni e abitudini. Il villaggio è' interessante per la Plaza de Los Ponchos, un grande mercato artigianale molto amato da chi desidera acquistare abbigliamento in lana, gioielli locali, sculture e ogni possibili oggetto proveniente dalla produzione locale. Inoltre è molto interessante da visitare il mercato locale della frutta e della carne, molto caratteristico. Nel pomeriggio chi lo desidera può raggiungere la laguna di Cuicocha con l'autista. Dista da Otavalo circa 40 minuti. Il lago si è creato nel cratere di un vulcano e rappresenta un piacevole spettacolo naturale. Ritorno a Quito in serata. Pernottamento.

 

Giorno 4: Mercoledì 25 aprile
Quito – Cotopaxi – Baños
Prima colazione e partenza in direzione della “Panamericana Sur” costeggiando la cima del vulcano Cotopaxi con il suo perfetto cono imbiancato. Si raggiunge il mercato di Latacunga. Si tratta di una fiera indigena e permette di conoscere da vicino la realtà del mondo delle Ande in una realtà per nulla toccata dal turismo. Nelle varie piazze del villaggio si vendono ortaggi, prodotti artigianali, spezie, vestiti. Numerosi gli incontri con gli indigeni che dalle valli circostanti scendono al mercato. Verso mezzogiorno si raggiunge Baños di Ambato che si trova ai piedi del vulcano Tungurahua ed è famosa per le sue sorgenti termali. Nel pomeriggio si raggiungono le cascate Manto de Novia e Pailon del Diablo dove è possibile fare una spettacolare escursione con una teleferica panoramica e brevi passeggiate. Sistemazione presso l’ Hotel Sangay o similare. Pernottamento.

 

Giorno 5: Giovedì 26 aprile
Baños
Prima colazione e partenza al mattino verso la provincia amazzonica del Pastaza. Si raggiunge la città del Puyo dove la sierra rimane ormai alle spalle e si inizia il percorso nella foresta Amazzonica. Dopo circa 40 minuti si scende dall’auto e si raggiunge a piedi, lungo un sentiero semplice della durata di circa un’ora, la cascata Hola Vida. Qui, per chi lo desidera, è possibile fare un bagno fresco e avventuroso in un ambiente circondato da una fitta vegetazione. Si prosegue poi a piedi verso il fiume Puyo e da qui in canoa tradizionale o gommone si scende il fiume ( circa 30 minuti)  in piena tranquillità fino ad un punto panoramico. Chi non desidera navigare è possibile percorrere questo tratto in auto. Dal punto panoramico (circa 40 minuti di cammino ) si gode di un meraviglioso paesaggio sulla foresta. Queste escursioni sono accompagnate anche da una guida indigena locale. Ritorno a Baños verso l’ora di cena. Pernottamento.

 

Giorno 6: Venerdì 27 aprile
Baños – Riobamba
Prima colazione e partenza in direzione dell’altipiano dell’Arenal dove si raggiungono i 4000 mslm. Il paesaggio è maestoso e dominato dalla vetta della cima più alta dell'Ecuador: il Chimborazo. E' una zona di alte montagne abitate da popolazioni a maggioranza indigena. Sull'altipiano frequentemente si incontrano gruppi di vigogne che vivono libere nel loro habitat naturale. Arrivo nel tardo pomeriggio nella storica città andina Riobamba, prima capitale della Repubblica. La città è caratterizzata da larghe strade a volte lastricate in pietra. Sistemazione presso l’Hotel Mansion Santa Isabella o similare. Pernottamento.

 

Giorno 7: Sabato 28 aprile
Riobamba – Ingapirca – Cuenca
Prima colazione e trasferimento al mattino presto alla stazione ferroviaria per imbarcarsi sul treno per Ingapirca. Lungo il tragitto, si possono ammirare bellissimi squarci di paesaggio andino fino alla Nariz del Diablo. (Il servizio di questo treno, che procede lentamente, può essere interrotto, limitato o sospeso in caso di cattivo tempo o per problemi tecnici. In ogni caso l'autista percorre lo stesso tratto di strada, altrettanto spettacolare). Nel pomeriggio arrivo al maggior sito archeologico Inca di Ingapirca. Il suo nome significa “Fortezza o Mura Inca” e si trova a 3.180 mslm ed è stato fabbricato con pietre perfettamente intagliate e tenute insieme da materiali naturali. Le strutture sono state costruite sopra un sito rituale in precedenza appartenuto alla cultura “Cañari”. Per gli Inca era allo stesso tempo un sito contenente un tempio dedito esclusivamente al sole e una fortezza che rappresentava un centro militare. E’ stato costruito durante il regno del re Inca “Huayna Capac” Il sito include un cimitero, osservatori, templi del sole, strade, canalizzazioni per le acque, magazzini, piazza, sedie e stanze dei sacerdoti e le abitazioni di gente comune. Ingapirca era un “Tambo Reale”, un luogo di sosta per la nobiltà incaica. Si dice che Atahualpa, uno dei figli del re Inca, sia vissuto in questa fortezza. La struttura meglio preservata è il tempio del Sole, di forma ellittica, che era originalmente utilizzato dai Cañaris per le loro cerimonie rituali, e successivamente dagli Inca. Dopo l’invasione europea la maggior parte delle strutture sono state distrutte. Quindi si prosegue per Cuenca che si raggiunge prima di cena. All’arrivo sistemazione presso l’Hotel Inca Real o similare. Pernottamento.

 

Giorno 8: Domenica 29 aprile
Cuenca – Guayaquil
Prima colazione e mattinata dedicata alla visita del centro storico della città, una delle città coloniali più interessanti dell’Ecuador, riconosciute dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. Cuenca, terza città dell’Ecuador, è conosciuta per la sua architettura e per i quattro fiumi che l’attraversano. Durante il tour della città si possono apprezzare l’architettura repubblicana, le strette vie costruite con mattoni, la colorita cultura locale, magnifici duomi, musei e ceramisti locali. Si ha l’opportunità di visitare uno dei più anziani artigiani di cappelli dell’Ecuador (Panama Hats). Partenza nel primo pomeriggio per Guayaquil. Lungo il percorso si attraversa il Parco Nazionale del Cajas e gli ultimi paesaggi delle Ande  prima di scendere sulla costa con la sua natura  tropicale, i campi di cacao, banano e canna da zucchero. Arrivo nel tardo pomeriggio nell’animata città di Guayaquil che è stata oggetto negli ultimi dieci anni di importanti progetti urbanistici. Sistemazione presso il Grand Hotel Guayaquil o similare. Pernottamento.

 

Giorno 9: Lunedì 30 aprile
Guayaquil – Galapagos
Prima colazione e successivo trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo per le Galàpagos. All’arrivo a Puerto Ayora, sull’isola di Santa Cruz , accoglienza e trasferimento all’hotel Fiesta o similare. Le Galàpagos sono un paradiso naturalistico unico al mondo. Durante le escursioni accompagnate da guide naturalistiche del Parco Nazionale sulle varie isole dell’arcipelago è possibile: passeggiare, nuotare in compagnia di leoni marini, rilassarsi sulle spiagge e incontrare numerose specie animali sui sentieri o sulle spiagge. Per causa di forza maggiore sono possibili cambi di programma. Il programma definitivo delle escursioni viene consegnato in loco. Nel pomeriggio tempo a disposizione per visitare liberamente il centro Darwin con le sue tartarughe giganti centenarie e l'illustrazione dell'intero ecosistema delle Galapagos.

 

Giorno 10: Martedì 1 maggio
Galapagos
Prima colazione e partenza al mattino per un’escursione in barca per visitare l’isola di Bartolomè, costituita da un vulcano spento dai caratteristici colore rosso, arancione, verde e nero lucido del suo terreno. La sua più principale caratteristica  è il cono di tufo noto come Pinnacle Rock. Questa formazione nera di roccia lavica parzialmente erosa è stata creata quando il magma espulso dal vulcano ha raggiunto il mare. Accanto al Pinnacle Rock sono presenti alcune spiagge che formano una baia a mezza luna. La spiaggia del nord è un sito per praticare snorkeling molto popolare dove i visitatori hanno l'opportunità di nuotare con i pesci, leoni marini e pinguini delle Galapagos. Altri animali si incontranovicino alla spiaggia meridionale comprese le razze, le aquile di mare e gli squali punta bianca. Sull’isola non è presente molta vegetazione. Si possono trovare delle mangrovie lungo i confini delle spiagge e la tiguilia, un piccolo arbusto che cresce nelle sabbie vulcaniche. Oltre a ciò sono presenti i semi e piccoli fiori bianchi del chamaesycae che riescono a sopravvivere in queste zone di origine vulcanica, inoltre forniscono cibo per i fringuelli dell'isola. Pranzo a bordo. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio. Pernottamento.

 

Giorno 11: Mercoledì 2 maggio
Galapagos
Prima colazione e partenza per un’escursione sulla piccola isola di Seymour Norte che si trova a nord di Baltra (Seymour Sud). Le due isole sono molto simili in apparenza con la tipica vegetazione arida che comprende fichi d'india e alberi di palo santo. All’arrivo si percorrono circa due km nell’entroterra dell’isola e sulla costa rocciosa. Lungo il tragitto il sentiero raggiunge colonie di sule dai piedi blu e magnifiche fregate. Quest’ultime, chiamate così prendendo spunto dalle navi da guerra, sono gli uccelli pirati delle Galapagos. Sono grandi uccelli neri con un’ampia apertura alare e un becco adunco, sono estremamente veloce ed hanno una visione eccellente. Sono note per la grande sacca rossa sul collo. Durante la stagione degli amori i maschi gonfiano la sacca (a volte le dimensioni di un pallone da calcio) e si agitano cercando di catturare l'attenzione delle femmine. Le sule dai piedi blu, invece, sono grandi pescatrici. Le fregate, in contrasto con le sule, sono pescatrici poco dotati. I loro corpi producono pochissimo olio per le ali e non sono impermeabili. Non hanno quindi la possibilità di trascorrere del tempo in acqua per la pesca e devono, per questo, fare affidamento sul cibo rubato ad altri volatili per sfamare se stessi e i loro piccoli. Infatti su North Seymour le fregate contano sul successo di pesca delle sule per la loro sopravvivenza. Inoltre, sulla costa dell’isola, si avvistano numerosi leoni marini e iguane marine. Pranzo a bordo. Prima di rientrare in hotel sosta sulla bella spiaggia di Bachas, per praticare un po’ di snorkeling e rilassarsi. Pernottamento.

 

Giorno 12: Giovedì 3 maggio
Galapagos
Prima colazione e giornata a disposizione per attività a proprio piacimento. È possibile raggiungere a piedi la spiaggia di sabbia bianca di Tortuga Bay che offre uno scenario naturale incontaminato dove è possibile anche fare il bagno. Eventualmente è possibile anche richiedere ulteriori escursione in barca per visitare le isole di Plazas, Floreana, Isabela o Santa Fe. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 13: Venerdì 4 maggio
Galapagos – Guayaquil – rientro in Italia
Prima colazione e tempo a disposizione fino al trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo per Guayaquil. All’arrivo possibilità di visitare il mercato artigianale e il lungo fiume della città. Successivo trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia.

 

Giorno 14: Sabato 5 maggio
Arrivo in Italia

 

Una sola data di partenza: 22 aprile 2012

Prezzi

Quota: euro 2.600,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro 600,00

Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Partenza garantita senza vincolo di numero minimo.
Numero massimo di partecipanti: 10

 

La quota servizi a terra comprende:
– Tutti i trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto
– Volo interno Ecuador – Galapagos - Ecuador
– Tutti i trasferimenti interni con mezzo privato e autista come da programma
– Pernottamenti in alberghi, come specificato nel programma
– Trattamento di pernottamento e prima colazione
– Due pranzi alle Galapagos
– Trasferimento in treno da Riobamba a Ingapirca
– Tutte le escursioni come specificato nel programma
– Visite come specificato nel programma
– Guide esperte locali in lingua italiana a Quito ( secondo giorno), Cuenca, Guayaquil (per solo 2 partecipanti )
– Guide esperte locali in lingua italiana da Quito a Guayaquil a partire da 4 partecipanti
– Guide esperte locali in lingua spagnola/inglese alle Galapagos
– Assicurazione medica e bagaglio

 

La quota servizi a terra non comprende:
– Volo internazionale Italia – Ecuador – Italia (quotazione su richiesta)
– Pasti non specificati nel programma
– Ingresso al parco Nazionale delle Galàpagos ( US $ 110  - bambini sotto gli 11 anni US $ 60 )
– Ingressi ai siti
– Bevande, mance e spese personali di ogni tipo
– Assistenza all’aeroporto
– Assicurazione annullamento viaggio
– Tutto quanto non specificato espressamente nel programma

 

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Chiedi Informazioni

+39 02 3651 3294
invia

parlano di noi

Testate giornalistiche

PARTI CON NOI!
CONTATTACI SUBITO
PER INFORMAZIONI

mappa itinerario


Visualizza Azonzo in Ecuador e Galapagos in una mappa di dimensioni maggiori

destinazioni

sezione approfondimenti