Header Background
2004 - 2018 in viaggio da 14 anni

Titolo viaggio uniformato

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisici elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua

26 ottobre - 6 novembre 2014

Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquid ex ea commodi consequat. Quis aute iure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

A partire da 1.600 €

chiedi informazioni

Descrizione

Durante questo viaggio si ha la possibilità di visitare la capitale Lima, incontrare le sperdute comunità contadine di indigeni quechua delle regioni di Huancayo, Huancavelica, Ayacucho, di visitare il complesso archeologico di Huari, la città di Cuzco, antica capitale dell’Impero Inca e Machu Picchu la città perduta degli Incas. Nella regione di Puno si può approfondire la conoscenza degli indigeni Aymara, con il loro stile di vita basato all’agricoltura di sussistenza e ancorato a profonde tradizioni e credenze sincretiche. Lungo il tragitto si possono incontrare mercati, costumi, folclore di un popolo la cui identità sopravvisse alla conquista spagnola, per poi scendere fino al grande Lago Sacro degli Incas, il Titicaca. Il viaggio prosegue attraverso selvaggi altopiani alla volta della valle del Colca, rifugio degli ultimi condor, da cui si scende lungo la costa desertica del Perù per proseguire lungo la panamericana attraverso uno dei deserti più aridi del pianeta fino alla riserva naturale di Paracas. Inoltre si raggiungono le famose linee di Nazca e la necropoli di Sillustani. Un viaggio per chi desidera conoscere i luoghi autentici e insoliti di un terra affascinante come il Perù.

Programma

Giorno 1: Lunedì 1 agosto
Italia - Lima

Partenza con volo di linea Lan in serata per Lima. Pernottamento a bordo.

 

Giorno 2: Martedì 2 agosto
Lima

Arrivo al mattino presto all’aeroporto internazionale di Lima, accoglienza e trasferimento all’hotel Casa Andina Select o similare. Sistemazione nel camere e tempo per un po’ di relax. In mattinata visita del centro storico della città. Durante l’escursione si può ammirare la Plaza de Armas, l’austera Cattedrale con la tomba del “conquistador” Francisco Pizarro, la Chiesa di San Francisco e l’annesso monastero con il bellissimo chiostro, il Palazzo di Torre Tagle. Visita del Museo Nazionale di Archeologia e Antropologia. Pomeriggio libero per passeggiate, visite individuali e relax. Pernottamento.

 

Giorno 3: Mercoledì 3 agosto
Lima – Valle del fiume Canete – Lagune di Huancaya - Huancayo

Prima colazione in hotel. Partenza in direzione sud lungo la costa desertica fino a raggiungere il paese di San Vincente de Canete (un’ora e mezza) dove si lascia la panamericana per iniziare il tragitto lungo il versante occidentale delle Ande seguendo la valle del fiume Canete. Man mano che si sale si entra nell’ambiente solare delle Ande cambiano i tratti somatici degli abitanti, la costruzione delle case e la vegetazione che si fa via via più fitta fino all’altitudine di 3.800 metri dove i grandi eucaliptos lasciano il posto ad enormi estensioni di icchu, un sorta di erba che rappresenta il principale alimento dei camelidi andini. Questa vallata in passato era interamente terrazzata e abitata da migliaia di contadini molti dei quali hanno negli ultimi tempi lasciato la valle per andare nelle periferie di Lima. Ansa dopo ansa si segue il bellissimo fiume fino a raggiungere delle lagune davvero sensazionali. Superato il paese di Huancayo si raggiungono degli altopiani spettacolari dove la vista spazia all’infinito, per poi iniziare a ridiscendere fino a giungere nella fertile vallata del fiume Mantaro situata a poco più di 3.000 metri. Nel tardo pomeriggio si raggiunge la città di Huancayo, un grande e caotico agglomerato urbano, centro di scambio e commercio a cavallo tra il mondo costiero di Lima e la zona degli altopiani centrali. Sistemazione presso l’hotel De Turistas o similare. Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 4: Giovedì 4 agosto
Huancayo – Izcuchaca - Huancavelica

Prima colazione in hotel. Al mattino partenza in fuoristrada per la remota cittadina di Huancavelica attraversando la regione delle Ande Centrali. Sosta presso il pittoresco borgo di Izcuchaca dove passa la ferrovia che collega la città di Huancayo con Huancavelica. Proseguimento lungo i versanti delle Ande attraverso zone abitate da contadini parlanti la lingua quechua. In tarda mattina si giunge a Huancavelica. Sistemazione presso l’hotel Presidente o similare. Nel pomeriggio visita al pittoresco villaggio di Sacsamarca e alla antica miniera di Santa Barbara, ormai abbandonata ma che ai tempi della colonia spagnola rivestì una grande importanza per l’estrazione del mercurio, minerale indispensabile alla lavorazione dell’argento. Si può affermare che lo sfruttamento del mercurio fu il motore principale dello sviluppo di questa remota cittadina dove ancora oggi sopravvivono al trascorrere del tempo alcune belle chiese coloniali fondate durante la colonia spagnola quando la città conobbe momenti di importante sviluppo e prosperità. Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 5: Venerdì 5 agosto
Huancavelica – Santa Ines – Laghi Di Castrovirreyna – Ayacucho e resti archeologici Huari

Prima colazione in hotel. Partenza in direzione della remota regione dei laghi di Castrovirreyna, una delle zone meno abitate del Perù. Lungo il tragitto si incontrano sperduti paesini alcuni abbandonati durante gli anni ottanta quando queste zone erano terreno di battaglia tra le bande terroriste di Sendero Luminoso e l’esercito peruviano. Il paesaggio é grandioso, raggiunto il passo Chonta si scende verso i laghi di Castrovirreyna e si prosegue attraverso altopiani e vallate fino a raggiungere la “carretera de los Libertadores” ovvero la strada asfaltata che collega la città di Ayacucho con la costa del Perù, cosi chiamata perché fu percorsa dall’esercito di liberazione guidato dal generale San Martin contro la denominazione spagnola. Pranzo con pic nic lungo il tragitto. La strada prosegue lungo una spettacolare vallata per poi attraversare altopiani coltivati a patata e mais dove il mondo rurale delle Ande mantiene intatti i suoi ritmi e le sue tradizioni. Arrivo alla cittadina di Ayacucho, rimasta isolata per secoli, l’antica Huamanga degli Incas ha conservato le vecchie abitazioni coloniali, chiese barocche, piazzette e antichi vicoli. In quest’area fiorì, tra il 450 e il 900 d.C., la cultura preincaica di Huari. Visita della città e delle principali rovine archeologiche, situate a 3000 metri di altezza, ad una ventina di chilometri da Ayacucho. La cultura Huari, profondamente collegata a quella di Tiahuanaco, fu protagonista della più grande espansione religiosa, politica e militare precedente la fondazione dell’impero incaico. Siamo nel cuore del dipartimento di Ayacucho, in un mondo appartato e rurale dove i ritmi delle attività umane sono regolate dalle piogge e dal sole, dove la gente é ancora legata ad ancestrali tradizioni che risalgono al periodo precolombiano. Sistemazione al Plaza hotel o similare. Pernottamento.

 

Giorno 6: Sabato 6 agosto
Ayacucho - Andahuaylas

Prima colazione in hotel. Proseguimento attraverso uno dei territorio più isolati del Perù. Il percorso, di 275 chilometri, si snoda attraverso i paesaggi grandiosi e le secolari realtà del mondo rurale andino. Incontro con alcune comunità isolate di agricoltori. Molto suggestivo l’attraversamento della valle del fiume Balsa, un’oasi tropicale nel mezzo delle Ande. Si risale quindi lungo un’altra fertile vallata, una sorta di shangrilla dove le modeste case dei contadini costruite in mattoni di fango crudo mescolati con paglia secca si confondono con il color ocra della terra dando luogo ad un mondo in armonia con la terra e gli elementi che lo compongono. Pranzo pic nic durante il tragitto. Superato l’ultimo passo si scende lungo scoscesi versanti dove i lati delle montagne precipitano per centinaia e centinaia di metri fino a raggiungere la cittadina di Andahuaylas, situata in un’ampia vallata nel distretto di Apurimac, a 2899 metri di altitudine. Sistemazione presso il modesto hotel Encanto de Oro o similare. Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 7: Domenica 7 agosto
Andahuaylas – Abancay - Cuzco
Prima colazione in hotel. Da Andahuaylas si viaggia verso Abancay percorrendo parte della strada che fece Pizarro alla volta di Cuzco. Dai 4000 metri in media di quota si discende nella valle del fiume Apurimac, dove il cambiamento di vegetazione e di ambiente è spettacolare. Da Abancay, solare cittadina, capoluogo del distretto di Apurimac, si prosegue per Cuzco risalendo fino ad un passo di 4.000 metri da cui con un po’ di fortuna è possibile ammirare le cime innevate della Cordigliera di Vilcabamba. Pranzo pic nic durante il tragitto. La giornata prosegue scendendo lungo vallate e versanti andini, incontrando piccoli villaggi e comunità di “campesiños” fino a raggiungere il sito archeologico di Sawite, un esteso complesso archeologico poco visitato, costituito da un “Tambo” o posto tappa sulla cui sommità si trova un oracolo scolpito in un grande guscio di granito che rappresenta i principali elementi architettonici e simbolici del mondo Inca. Questa grande scultura, purtroppo ancora oggi esposta agli agenti atmosferici, unica nel suo genere fu ampiamente distrutta dai cosiddetti “estirpatori di idolatrie” i preti evangelizzatori al seguito degli eserciti spagnoli. Successivamente si giunge nella fertile conca di Cuzco. Arrivo nell’antica capitale degli Incas del Tawantinsuyu, oggi considerata la capitale archeologica del Sudamerica, sistemazione presso il Casa Andina Private Collection Cuzco o similare. Pranzo pic nic, cena in ristorante e pernottamento in hotel.

 

Giorno 8: Lunedì 8 agosto
Cuzco

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città e dei resti archeologici circostanti. La fortezza di Sacsayuhaman, da cui si gode di una meravigliosa vista su Cuzco, i centri cerimoniali di Quenco e Puca Pucara. Visita del centro storico con la Plaza de Armas, contornata da edifici coloniali e dominata dalla maestosa cattedrale, il tempio di Coricancha o “tempio del Sole”, la famosa “pietra dei dodici angoli” e il pittoresco quartiere di San Blas. Pomeriggio libero per relax e passeggiate. Pernottamento.

 

Giorno 9: Martedì 9 agosto
Cuzco – Chinchero – Maras – Moray - Ollantaytambo – Agua Calientes
Prima colazione in hotel. In mattinata partenza per l’altopiano di Chinchero, una vasta distesa di campi coltivati a scacchiera compresi tra la valle di Cuzco e la Valle Sacra degli Incas. Visita dell’omonimo villaggio di Chinchero, un grazioso borgo andina dall’atmosfera magica, dei resti del tempio inca dedicato al dio Sole e della chiesa coloniale restaurata di recente. Sosta presso il caratteristico paese di Maras, lungo la cui via principale si osservano una serie di architravi in pietra con su scolpiti i simboli di antiche famiglie aristocratiche. A pochi chilometri si trovano le saline di costruzione incaica, raggiungibili con una camminata di 40 minuti circa, dalle quali ancor oggi gli abitanti della zona estraggono il salgemma. Il percorso offre sensazionali panorami sulle maestose quinte di montagne e sulla valle dell’Urubamba. Proseguimento per il complesso archeologico di Moray, costituito da una serie di terrazzamenti concentrici ricavati da una depressione naturale profonda 110 metri. Proseguimento per il paese di Ollantaytambo, esempio vivente di insediamento Inca, sormontato da una maestosa fortezza Inca mai conclusa a causa del traumatico arrivo degli spagnoli e della tragica fine dell’Impero Inca. Nel pomeriggio si sale a bordo del treno delle Ande che conduce ad Agua Calientes per il pernottamento presso il Mapi Hotel o similare. Cena in hotel.

 

Giorno 10: Mercoledì 10 agosto
Agua Calientes – Machu Picchu – Valle Sacra

Prima colazione in hotel. Al mattino trasferimento per una decina di chilometri in minibus per Machu Picchu, la città perduta degli Incas situata a 2.350 metri. Visita del complesso archeologico nella quiete delle prime ore del mattino, prima dell’arrivo del grosso flusso turistico da Cuzco. Al termine della visita tempo a disposizione. Con un breve percorso a piedi di 45 minuti circa si può raggiungere Intipunku, la “Porta del Sole” che riserva scorci stupendi sulla cittadella. Nel primo pomeriggio rientro ad Aguas Calientes, partenza in treno per Ollantaytambo e trasferimento al villaggio di Yanahuara, situato nella Valle Sacra degli Inca. Cena e pernottamento presso il Casa Andina Private Collection Valle Sacra o similare.

 

Giorno 11: Giovedì 11 agosto
Valle Sacra - Raqchi - La Raya – Tinajani - Sillustani - Puno

Prima colazione in hotel. Partenza per Puno. Nel corso della giornata si attraversano grandi vallate e aridi altopiani dominati dai maestosi scenari delle Ande. Si percorre tutta la Valle Sacra degli Inca fino al paese di San Salvador dove il fiume Urubamba cambia nome in Vilcanota. Raggiunto il villaggio di Raqchi si visitano i resti del tempio dedicato al dio Viracocha. Sosta sul colle La Raya (4319 m) di fronte ai ghiacciai della cordigliera Vilcanota. Breve deviazione per visitare il canyon di Tinajani, ritenuto un luogo sacro, che venne chiamato dalle popolazione locali Apu Tinakani ovvero “dio Tinajani”. Ci si addentra all’interno del canyon tra scorci paesaggistici di una bellezza sorprendente, impressionanti formazioni rocciose come grotte e giganteschi obelischi dalla forma di primordiali totem. Pranzo pic nic. Superata la città di Juliaca deviazione per visitare la suggestiva necropoli preincaica di Sillustani quindi proseguimento per Puno, città situata sulle sponde del lago Titicaca (3827 m). All’arrivo sistemazione presso l’hotel Hotel Casa Andina Private Collection Puno o similare

 

Giorno 12: Venerdì 12 agosto
Puno: Lago Titicaca - Isole Uros e Isola Taquile

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita del Lago Titicaca, tuttora considerato sacro dalle popolazioni locali. In mattinata si naviga in direzione delle Isole degli Uros, le cosiddette “Isole Galleggianti” oggi abitate da una popolazione di lingua Aymara che nulla ha a che fare con l’etnia Uros ma che ripropone sistemi di vita caratteristici di questa popolazione ormai scomparsa. Proseguimento per l’Isola di Taquile da cui si può apprezzare l’immensa superficie color blu cobalto del lago Titicaca delimitata da una costa bizzarra e frastagliata. L’isola e’ abitata da una comunità di agricoltori e tessitori che conservano le loro tradizioni: gli uomini, abili tessitori, si dedicano alla produzione di tessuti di Taquile, considerati patrimonio immateriale dell’umanità per la loro fattura originale e i complessi motivi simbolici che narrano. Le donne, invece, si dedicano prevalentemente all’agricoltura. Al tramonto, che tinge di rosso le acque del grande lago sacro degli Incas, si fa rientro in hotel. Pranzo in un ristorante locale, pernottamento in hotel.

 

Giorno 13: Sabato 13 agosto
Puno - Lagunillas – Lago Condoroma – Sibayo - Valle Del Colca

Prima colazione in hotel. In mattinata, attraverso paesaggi straordinari ed inediti si costeggia il fiume Santa Teresa fino a giungere all’ultimo dei grandi laghi situati sugli altipiani, il Lago Lagunillas, cosi chiamato poiché in certe zone forma una laguna con erbe acquatiche dove spesso é possibile vedere una grande varietà di uccelli tra cui i graziosi fenicotteri. Si lascia la strada asfaltata per proseguire attraverso un esteso altopiano con alcune erosioni rocciose davvero peculiari. Arrivo al lago artificiale di Condoroma e proseguimento verso la valle del Colca risalendo un colle fino a quasi 5.000 metri sul livello del mare, il punto più alto del viaggio da cui si ha un incredibile vista sui vulcani che circondano la valle del Colca. La strada prosegue fino a scendere bruscamente e costeggiare la zona chiamata “Castillos del Colca” un’altra delle bizzarre creazioni che la natura ha elargito al contrastato territorio del Perù. Breve sosta presso il villaggio di Sibayo, uno dei più tradizionali, caratteristici e meno visitati della valle del Colca. Arrivo nel tardo pomeriggio nella valle del Colca e sistemazione presso il El Refugio o similare. Pranzo pic nic, pernottamento in hotel.

 

Giorno 14: Domenica 14 agosto
Valle del Colca – Arequipa

Prima colazione in hotel. Al mattino presto escursione lungo la valle dove il fiume impetuoso ha creato una spaccatura gigantesca con strapiombi superiori ai 3000 metri di altezza, il doppio del Grand Canyon del Colorado e una delle più profonde della Terra. Passeggiata naturalistica lungo un sentiero che consente di ammirare in tutto il suo splendore questa immensa vallata. Raggiunto il luogo denominato “Cruz del Condor” lo sguardo spazia sull’impressionante solco dove con un pò di fortuna è possibile cogliere il volo maestoso del condor, simbolo andino della libertà. Al termine dell’escursione si ripercorre a ritroso la strada principale della vallata fino a raggiungere il paesino di Chivay. Da qui si prosegue in direzione di Arequipa (180 km: 3 ore circa) superando il passo dei vulcani fino a raggiungere una riserva naturale chiamata “pampa Cañhuaus”. Durante il tragitto si può ammirare il maestoso vulcano Misti con il suo profilo conico perfettamente disegnato. Arrivo e sistemazione presso l’hotel Casa Andina Private Collection o similare. Pomeriggio dedicato alla visita della città ricca di testimonianze coloniali: la Plaza de Armas, una delle più belle del Perù, la Cattedrale, la Chiesa de la Compañia, il Monastero di Santa Catalina, le residenze dell’antica nobiltà spagnola. In serata cena in un caratteristico ristorante. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 15: Lunedì 15 agosto
Arequipa - Nazca

Prima colazione in hotel. Durante il percorso (562 km: 8 ore circa) ci si lascia alle spalle l’ambiente andino per discendere gradualmente sino al deserto costiero in un susseguirsi di ambienti estremamente vari e suggestivi. L’incontro con l’Oceano Pacifico e con scorci desertici rocciosi e sabbiosi mostra ancora una volta la grande varietà paesaggistica del Perù. Proseguimento lungo la panamericana superando villaggi di pescatori. Arrivo nel primo pomeriggio a Nazca dove, in presenza di condizioni meteorologiche favorevoli, si effettua il sorvolo delle “linee di Nazca” con piccoli aerei, il mezzo migliore per ammirare dall’alto l’enigmatico intreccio di linee e disegni. Sistemazione presso l’hotel Casa Andina Classic Nazca o similare. Cena e pernottamento in hotel.

 

Giorno 16: Martedì 16 agosto
Nazca – Ica – Deserto Di Ica - Paracas

Prima colazione in hotel. In mattinata partenza lungo la Panamericana sino ad Ica. Breve deviazione per visitare l’oasi della Huachachina, un ambiente desertico con dune di sabbia alte fino a 200 metri. Qui si abbandona la strada asfaltata per addentrarsi nella regione del Tablazo de Ica attraversando cordoni di dune fino alle isolate baie sferzate dal vento e dalle onde del Pacifico. Proseguimento fino a raggiungere la Riserva Naturale di Paracas, arida distesa desertica dai forti contrasti ambientali e cromatici, ripide falesie e dune color ocra che si stagliano contro il blu cobalto dell’oceano, raggiungendo luoghi dai nomi epici: Bahia de la Indipendencia, Playa Mendieta e Playa Yumaque fino alla grande erosione nota con il nome di “cattedrale”, purtroppo parzialmente danneggiata dal terremoto avvenuto nell’agosto del 2007. Pranzo pic nic in un ambiente naturale davvero sensazionale. Nel tardo pomeriggio arrivo nel paesino di Paracas e sistemazione presso l’Hilton Double Tree o similare in hotel. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 17: Mercoledì 17 agosto
Paracas - Lima – rientro in Italia

Prima colazione in hotel. Al mattino presto si effettua, se le condizioni climatiche lo consentono, un’escursione in barca alle isole Ballestas, patria di immense colonie di gabbiani, cormorani, pellicani e di esemplari della fauna antartica, come foche e leoni marini. Si può ammirare il grandioso candelabro scavato in un’enorme duna che si getta nel mare. Al termine della navigazione rientro in hotel e tempo a disposizione per il relax. Camere a disposizione fino all’ora prevista per la partenza per Lima. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

 

Giorno 18: Giovedì 18 agosto
Arrivo in Italia

 

Una sola data di partenza: 1 agosto 2011. Partenza di base da Milano. Possibilità di partire da altre città italiane, salvo verifica eventuali costi aggiuntivi e disponibilità

Prezzi

Quota: euro 3.900,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro 600,00
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Partenza garantita. Numero massimo di partecipanti: 12

 

La quota comprende:
- Volo internazionale di linea LAN in classe economy. Partenza di base da Milano. Possibilità di partire da altre città italiane, salvo verifica eventuali costi aggiuntivi e disponibilità.
- Tasse aeroportuali
- Tutti i trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto e stazione dei treni a/r
- Il percorso in treno Ollanta / Aguas Calientes a/r in carrozze di classe turistica.
- Tutti i trasferimenti interni in 4X4 tipo Toyota Hilux
- Pernottamenti in alberghi, come specificato nel programma
- Trattamento di pernottamento e prima colazione americana
- Pranzi dei giorni 5,6,7,11,12,13,16 e cene dei giorni 3,4,6,7,9,10,14,15
- Visite ed escursioni come da programma
- Escursione sul Lago Titicaca con battello privato e guida parlante italiano.
- Escursione alle Isole Ballestas con motoscafo e guida parlante spagnolo.
- Sorvolo delle linee di Nazca
- Le tasse di ingresso a monumenti, musei, aree archeologiche e parchi naturali durante le visite guidate
- Guide culturali locali in lingua italiana a Lima, Cuzco, Puno e Arequipa, assistenza di guide culturali locali parlanti spagnolo nelle altre località
- Assicurazione medica e bagaglio

 

La quota non comprende:
- Tasse aeroportuali di uscita dal Paese (usd 30,21) a persona da pagare in loco
- Accompagnatore dall'Italia
- Assistenza in aeroporto alla partenza
- Pasti non specificati nel programma
- biglietto turistico generale a Cuzco (btg) e le tasse d’ingresso a Machu Picchu (circa usd 90).
- Bevande, mance, e spese personali di ogni genere
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

 

N:B:
Durante il viaggio i tragitti si snodano in buona parte su strade sterrate lungo i versanti della cordigliera; alcuni trasferimenti possono risultare lunghi e un po’ faticosi. La struttura alberghiera di Andahuaylas, unica esistente in zona, richiede un minimo di spirito di adattamento.

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Chiedi Informazioni

+39 02 3651 3294
invia
Testate giornalistiche

PARTI CON NOI!
CONTATTACI SUBITO
PER INFORMAZIONI

mappa itinerario


Visualizza Azonzo in Peru in una mappa di dimensioni maggiori

destinazioni

sezione approfondimenti