Header Background
2004 - 2018 in viaggio da 14 anni

Azonzo in Peru' del Nord


Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un viaggio in una parte del Paese affascinante e ancora poco conosciuta

19 agosto – 2 settembre 2016

Proponiamo un viaggio davvero unico per coloro che vogliono conoscere un Perù meno conosciuto, scoprendo panorami andini sensazionali e testimonianze delle più importanti culture pre-Inca.

A partire da 2.900€

Descrizione

Durante questo viaggio si inizia con la visita della cittadina di Cajamarca famosa per l’incontro - scontro tra Pizarro e Atahualpa, episodio che modificò per sempre il corso della storia dell’America Latina e influenzò profondamente quello dell’Europa. Si prosegue attraverso la maestosa vallata del fiume Marañón, importante affluente del Rio delle Amazzoni, fino alla valle del fiume Utcubamba. Si attraversano diversi villaggi tra cui il borgo di Leymebamba sospeso al di fuori del tempo. Si continua con la misteriosa necropoli di Revash, e i resti dell’affascinante cultura pre-inca della civiltà Shushupaya. Quest’ultima è nota con il nome di Popolo delle Nuvole, per le grandi città fortificate costruite sulle cime di impervie montagne, come la città di Kuelap. Proseguimento verso Chiclayo visitando la cascata Gocta, la terza più alta al mondo. Si continua con la visita dei resti archeologici compresi tra Chiclayo e Trujillo, lungo la “Ruta Moche” dove piramidi, templi, fardi funerari e oggetti preziosi narrano le vicende dei Moche, popolazione pressoché sconosciuta dalla grande storia. Relativamente a questo popolo si ammira la Tomba del Senor de Sipan a Huaca Rajada. Nei pressi di Trujillo si visita il complesso archeologico di Chan Chan, la capitale dell’antico regno Chimu. Infine si raggiunge la Cordigliera Bianca, la più grande concentrazione di alte montagne esistenti sul pianeta dopo l’Himalaya, che comprende il monte sacro Alpamayo, una piramide di ghiaccio quasi perfetta. Qui si ha modo di ammirare le splendide lagune di Llanganuco all’interno del Parco Nazionale Huascaran. Un itinerario intenso sia dal punto di vista culturale e naturalistico, in grado di offrire un Perù insolito e fuori dalle solite rotte.

Programma

PROGRAMMA. Dettaglio dei pasti inclusi: B=Breakfast; L=Lunch; D=Dinner

Giorno 1: Venerdì 19 agosto
Italia – Lima
 
Partenza dall’Italia, arrivo in serata, accoglienza e trasferimento al La Hacienda Lima o similare situato nel quartiere di Miraflores, a pochi isolati dalla splendida baia che si affaccia sull’Oceano Pacifico. Pernottamento. 

Giorno 2: Sabato 20 agosto
Lima - Cajamarca (B;L)

Prima colazione e successiva breve visita della città con il centro coloniale con l’elegante Plaza de Armas, la Plaza San Martin e il convento di San Francisco risalente al XVI secolo. Proseguimento per il Museo Larco Herrera. Visita della sensazionale collezione privata di ori, argenti, ceramiche e tessuti delle più importanti culture precolombiane del Perù. Pranzo presso il Cafe del Museo, situato nei giardini del museo. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza per la città settentrionale di Cajamarca il cui nome evoca il traumatico incontro tra l’Imperatore Inca Atahualpa e il Conquistador spagnolo Francisco Pizarro. All’arrivo, accoglienza e trasferimento al Costa del Sol o similare . Pernottamento. 

Giorno 3: Domenica 21 agosto
Cajamarca (B;D)

Prima colazione e successiva visita della città. Cajamarca è famosa per essere stato il luogo in cui il Conquistador Francisco Pizarro, con al seguito un drappello di uomini a cavallo armati di spade di acciaio e rudimentali archibugi, incontrò l’imperatore Inca Atahualpa, scortato da un esercito di 50.000 uomini e riuscì con una mossa a sorpresa a farlo prigioniero. Di tale incontro, che ha sconvolto il corso della storia dell’America meridionale e modificato profondamente quello dell’Europa, resta una singolare testimonianza nel “Cuarto del rescate”, ovvero “la stanza del riscatto”, una camera di circa 6 metri per 4 costruita in pietre levigate e incastrate a secco dove l’imperatore Atahualpa fu rinchiuso prigioniero. La leggenda narra che Atahualpa offri a Pizarro di riempire l’ambiente di oro fino al tetto in cambio della sua libertà, il “Cuarto de Rescate” venne colmato di oggetti in oro provenienti da ogni angolo dell’impero ma Atahulpa finì lo stesso tragicamente i suoi giorni a Cajamarca, che da allora divenne il simbolo dell’incontro-scontro tra due mondi sconosciuti. Oggi Cajamarca è invece il simbolo del Perù contemporaneo, un paese che guarda con ottimismo al futuro e che per il momento affida alle esportazioni di derrate alimentari e all’estrazione mineraria il suo sviluppo. La città conserva oltre al “Cuarto de Rescate” testimonianze del suo passato coloniale e nella bella Plaza de Armas, si incontrano le due anime del Perù, quella arcaica dei “campesinos” delle vallate circostanti e quella moderna. La città è inoltre il punto di partenza per la visita di Cumbemayo, una località situata a circa un’ora dove si osservano resti di un acquedotto Inca abbarbicati attorno ad una singolare roccia erosa dal vento e della pioggia. Sempre nelle vicinanze è inoltre possibile visitare il cimitero pre-incaico di Otuzco, dove si osservano decine di nicchie funerarie scavate nella roccia. Rientro in hotel, cena e pernottamento. 

Giorno 4: Lunedì 22 agosto
Cajamarca – Celendin – Balsa – Leymebamba (B;L;D)

Prima colazione al mattino presto e partenza per una sensazionale tappa che conduce in uno dei territori meno antropizzati del Perù. Dapprima si prosegue lungo morbide vallate coltivate ad ortaggi e grano che ricordano vagamente un paesaggio pre-alpino. Si raggiunge il caratteristico paese di Celendin, con la tranquilla Plaza de Armas contornata da case risalenti all’epoca coloniale decorate da estetici balconi color azzurro. Lasciato il paese, si inizia una discesa lungo una strada panoramica fino al letto del fiume Maranon, dove in questa zona è poco più di un torrente, ma che lungo il suo corso raggiunge una portata immensa fino a formare insieme al fiume Ucayali, il Rio delle Amazzoni. Raggiunto il villaggio di Balsa, immerso in una vera e propria oasi tropicale con piantagioni di banane e alberi di papaya, si inizia a risalire lungo una strada incisa sul versante opposto della vallata guadagnando più di 1.000 metri di dislivello. Il paesaggio curva dopo curva si riempie di vegetazione di carattere semitropicale, siamo nel cuore della Cordigliera Orientale, una zona di montagne vicina all’Equatore. Tra le pieghe di queste montagne una misteriosa civiltà di nome “Shushupaya” si sviluppò pochi anni prima dell’apogeo dell’Impero Inca, costruendo inespugnabili fortezze che furono solo parzialmente conquistate dagli Incas. Nel pomeriggio si raggiunge il paese di Leymebamba, borgo sospeso al di fuori del tempo, punto di partenza per l’esplorazione alla “Laguna de los Condores” situata a due giorni di cammino, dove verso la fine degli anni novanta furono trovate da una missione archeologica peruviana quasi duecento mummie oggi custodite nel museo appositamente costruito a Leymebamba. Pranzo pic nic durante il tragitto. Sistemazione presso il La Casona Hotel o similare. Cena e pernottamento. 

Giorno 5: Martedì 23 agosto
Leymebamba – Revash – Chachapoyas (B;L;D)

Prima colazione e mattinata dedicata alla visita del museo locale, interessante introduzione alla civiltà Shushupaya, dove sono custodite le mummie incontrate alla Laguna de los Condores. Al termine della visita partenza in direzione nord percorrendo la verde vallata del fiume Utcubamba. Deviazione per visitare il sito archeologico di Revash, una misteriosa necropoli dove incassate nella roccia sono state trovate delle costruzioni rettangolari con tetto spiovente con abbondanti resti di ceramica, oggetti in metallo, argento e oro, cibo e piume decorative che probabilmente rappresentavano il contenuto di offerte per i defunti. In alcuni casi queste “chullpas” o costruzioni rettangolari sono abbellite da motivi simbolici dipinti con tonalità di rosso e ocra e figure di animali e persone stilizzate. Il sito è raggiungibile a piedi o mediante impiego di docili cavallini lungo un sentiero che s’inerpica sul versante della montagna. Al termine della visita proseguimento lungo la valle fino a raggiungere la località di Chachapoyas. Pranzo picnic durante il tragitto. Sistemazione presso l’Hotel La Xalca o similare. Cena in ristorante e pernottamento. 

Giorno 6: Mercoledì 24 agosto
Chachapoyas – Fortezza di Kuelap – Chachapoyas (B;D)

Prima colazione e giornata dedicata ad un’escursione alla fortezza di Kuelap. Lasciata la strada principale si inizia a salire lungo una strada sterrata che in circa un’ora e mezza conduce alla fortezza di Kuelap, il principale centro amministrativo e religioso della civiltà Shushupaya. Secondo la studiosa danese Inge Schellerup, massima esperta della civiltà Shushupaya, questa popolazione manteneva contatti sia con le civiltà regionali sviluppatesi lungo la costa desertica che con la zona amazzonica e non fu mai completamente sottomessa all’egemonia Inca. Il capoluogo del “Popolo delle Nuvole” cosi come è stata chiamata questa misteriosa civiltà, consiste in una estesa costruzione in pietra arroccata sulla sommità di una collina la cui muraglia principale raggiunge i 12 metri di altezza e segue il filo della montagna fino al lato opposto a quello da cui si arriva dove si salda con una parete rocciosa pressoché verticale alta circa trecento metri. Risulta evidente che questa città era stata concepita per sopportare lunghi assedi. Al suo interno si contano i resti di circa 300 unità abitative costruite a pianta circolare, elemento architettonico assolutamente assente nel mondo Inca. Le costruzioni presentano alcuni interessanti fregi a forma di rombi, anche questi motivi non si rintracciano in altre culture precolombiane. A causa della scarsa accessibilità del luogo e della poca promozione turistica non è insolito essere gli unici visitatori presenti sul sito archeologico. Al termine delle visita rientro lungo la strada percorsa all’andata fino a Chachapoyas. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.
 
Giorno 7: Giovedì 25 agosto
Chachapoyas – Pedro Ruiz – Cascata Gocta – Jaen – Olmos – Chiclayo (B;D)

Prima colazione e giornata dedicata ad uno spettacolare trasferimento attraverso ambienti e paesaggi vari e contrastanti. Dapprima si segue il fiume Utcubamba fino alla località di Pedro Ruiz dove si incontra una delle più importanti strade percorribili del Perù: la “Marginal de Selva” la strada che collega il mondo costiero delle città portuali e delle grandi piantagioni di cotone e canna da zucchero con le città di Tarapoto e Yurimaguas rivolte alla frontiera dell’Amazzonia. Breve deviazione per osservare la cascata Gocta, scoperta pochi anni fa, è oggi considerata come la terza più alta cascata del pianeta. Si prosegue lungo la “Marginal de la Selva” fino ad incontrare nuovamente il fiume Maranon, la cui portata, qui, è già notevolmente aumentata rispetto al tratto situato nei pressi del villaggio di Balsa. Lungo questa strada si trova il valico più basso di tutta la Cordigliera delle Ande dalla Colombia al Cile, situato a solo 2.800 metri di altezza. Superato il passo si incontrano enormi distese coltivate a riso e palmeti che poco a poco lasciano il posto a distese aride fino a raggiungere la fascia costiera prevalentemente desertica. Nel pomeriggio si raggiunge la città di Chiclayo. Sistemazione presso il Casa Andina Select Chiclayo o similare. Cena e pernottamento in hotel.


Giorno 8: Venerdì 26 agosto
Chiclayo – Huaca Rajada - Museo Tumba Reales Del Senor De Sipan – Piramidi Di Tucume – Chiclayo (B;D)

Prima colazione e giornata dedicata alla visita dei più importanti resti archeologici delle culture Lambayeque e Moche. In mattinata breve trasferimento alla località di Huaca Rajada dove nel 1987 fu scoperta la tomba del Signore di Sipan, il massimo dignitario della cultura Moche, dal cui fardo funerario emersero i tesori più sensazionali mai scoperti in Perù. La scoperta della tomba per l’importanza scientifica e la ricchezza in essa contenuta è stata paragonata alla Tomba di Tutankamon in Egitto. Huaca Rajada è stata recentemente valorizzata da una missione archeologica e di cooperazione italiana finanziata dal FIP (Fondo Italiano per il Perù) attraverso la conversione di parte del debito estero peruviano. Breve trasferimento al paese di Lambayeque. Visita del Museo Tumbas Reales del Senor de Sipan appositamente costruito e inaugurato nel 2004 per mostrare al mondo un tesoro unico di inestimabile valore: la sensazionale collezione di oggetti rinvenuti nella Tomba del Senor de Sipan a Huaca Rajada. Nel pomeriggio trasferimento alla località di Tucume e visita della cosiddetta “valle delle piramidi”, un complesso di una trentina di piramide tronche purtroppo molto danneggiate dall’erosione, di origine Lambayeque. Visita del piccolo museo. Rientro a Chiclayo. In serata cena in caratteristico ristorante dove si possono gustare le specialità della cucina del nord. Pernottamento. 

Giorno 9: Sabato 27 agosto
Chiclayo – Huaca del Brujo - Trujillo (B)

Prima colazione e successiva partenza al mattino in direzione sud per la città di Trujillo capitale del dipartimento de La Libertad. Dopo un paio di ore circa deviazione per la Huaca del Brujo, una sensazionale area cerimoniale dell’epoca Moche oggetto da una decina d’anni di una importante missione archeologica grazie alla quale tre anni or sono è stata portata alla luce una delle più importanti scoperte degli ultimi tempi: il ritrovamento di un fardo funerario all’interno del quale emerse il corpo di una donna interamente tatuata con un ricchissimo corredo funebre di oggetti in oro e argento. La scoperta conosciuta oggi con il nome di “Signora di Cao” ha rivoluzionato le teorie esistenti sul ruolo della donna nel mondo Moche. Il corredo e il fardo della “Signora di Cao” sono oggi visitabili presso il nuovo museo inaugurato il 2 aprile 2009 a pochi metri dal complesso archeologico. La Huaca del Brujo consta di diverse strutture a gradoni, recinti, una piazza principale dove presumibilmente si realizzavano i riti principali e una piramide a gradoni dalla cui sommità il suono sordo e costante delle onde dell’Oceano Pacifico fa rivivere il misticismo di antiche cerimonie in cui si veneravano gli astri, la luna e l’Oceano. I lavori di restauro hanno portato alla luce bellissimi affreschi. Proseguimento per Trujillo lungo la panamericana nord. Arrivo e sistemazione presso il Costa del Sol o similare. Pernottamento. 

Giorno 10: Domenica 28 agosto
Trujillo – Chan Chan - Huanchaco – Trujillo (B;D)

Prima colazione. L’area di Trujillo fu nel passato il luogo in cui si svilupparono alcune delle più importanti civiltà pre-inca. Mattinata dedicata alla visita del complesso archeologico di Chan Chan, la capitale dell’antico regno Chimu. Proseguimento per il caratteristico paese di Huanchaco. Pranzo facoltativo in ristorante di fronte alle onde dell’Oceano Pacifico. Nel pomeriggio rientro a Trujillo e visita della città, in particolare la Plaza de Armas, la Cattedrale, le residenze storiche Casa de la Emancipacion, Casa Urquiaga, Casa del Mariscal. Nelle vicinanze della città si visita il sito archeologico delle Huacas del Sole e della Luna, i più importanti centri religioso-amministrativi della cultura Moche. La Huaca della Luna, o piramide della Luna, da anni oggetto di lavori di restauro presenta oggi dei sensazionali affreschi raffiguranti la massima divinità della società Moche, il dio Ayapahek. Rientro in hotel. In serata cena in ristorante tipico. Pernottamento. 

Giorno 11: Lunedì 29 agosto
Trujillo – Canon del Pato – Monterrey (B;D)

Prima colazione e successiva partenza per la regione di Ancash, dove si trova la più alta concentrazione di montagne tropicali esistente sul pianeta: la Cordigliera Bianca, per la cui protezione è stato creato il Parco Nazionale Huascaran, dal nome della più alta montagna del Perù. Lasciata la costa desertica si sale attraverso il Canyon del Pato, una impressionante spaccatura della crosta terrestre che con i suoi 80 km di sviluppo consente di salire, con un dislivello di quasi 3000 metri, fino al Callejon de Huaylas, una spettacolare valle intagliata tra la Cordigliera Nera e la Cordigliera Bianca. Il trasferimento, per la complessità dell’orografia, è un vero e proprio saggio di geologia. Sosta al paese di Caraz, un tranquillo borgo andino animato da un colorito mercato di “campesinos”. Superato il paese di Caraz si prosegue lungo il Callejon de Huaylas, noto anche come la Valle del fiume Santa, fino alla località di Yungai dove si lascia la strada asfaltata per inerpicarsi lungo una strada sterrata che sale lungo il versante orientale della Cordigliera Nera. Man mano che si sale lo spettacolo delle grandiose montagne della Cordigliera Bianca prende forma davanti ai nostri occhi mentre la calda luce del pomeriggio illumina le principali vette innevate esposte ad ovest: i Huandoy, il Huascaran, il Chopicalqui, il Copa tra molte altre. Guadagnati circa 400 metri di dislivello ci si ferma ad osservare il grandioso paesaggio. Si torna verso la valle del Rio Santa e proseguimento per Monterrey. Arrivo e sistemazione presso il El Patio o similare. Cena e pernottamento.

Giorno 12: Martedì 30 agosto
Monterrey - Callejon De Huaylas - Lagune Di Llanganuco – Monterrey (B;D)

Prima colazione e giornata dedicata ad un’escursione nel Callejon de Huaylas, la valle solcata dal fiume Santa, ai piedi della Cordigliera Bianca, la più grande concentrazione di alte montagne del pianeta dopo l’Himalaya. Splendida vista su una sfilata di cime coronate da maestosi ghiacciai. Giunti a Yungai si sale lungo il versante occidentale della Cordigliera Bianca per fare ingresso nel Parco Nazionale Huascaran sino a raggiungere le splendide lagune di Llanganuco, due gemme di acqua turchese sovrastate da montagne maestose quali il Chopicalqui, il Huandoy e il Huascaran, che con i suoi 6768 metri è la montagna più alta del Perù. Rientro in hotel, cena e pernottamento. 

Giorno 13: Mercoledì 31 agosto
Monterrey – Chavin de Huantar – Monterrey (B;D)

Prima colazione e giornata dedicata a visitare il remoto “Callejon de Conchucos”, un sistema di vallate che discendono dal versante orientale della Cordigliera Bianca. In mattinata partenza per Chavin de Huantar (2 ore e 30 minuti) situato in una valle andina di rara bellezza. Sosta presso la laguna di Perolcocha per ammirare il grandioso scenario delle cime innevate appartenenti alla Cordigliera Blanca. Proseguimento per il monumentale complesso di Chavin de Huantar risalente al secolo X a.C. e situato a 3180 metri. All’interno della costruzione principale chiamata “El Castillo” si sviluppano una serie di cunicoli sotterranei e di stanze dove una volta venivano custodite le “Cabezas Clavas” (oggi conservate nell’adiacente museo) ovvero delle sculture in pietra raffiguranti teste mozzate, una sorta di trofei di guerra. All’interno di uno di questi cunicoli, si trova il “Lanzon”, una scultura in pietra alta 4 metri rappresentante un essere antropomorfo con attributi umani e sovrannaturali, tuttora venerato dalle popolazioni locali. Al termine della visita rientro a Monterrey lungo la stessa strada percorsa all’andata. Cena e pernottamento in hotel. 

Giorno 14: Giovedì 1 settembre 
Monterrey – Lima – rientro in Italia (B)

Prima colazione e successivo trasferimento all’aeroporto di Huaraz e partenza con aereo bimotore per Lima, nella fase del decollo splendida vista sulle cime innevate della Cordigliera Bianca. Arrivo a Lima e trasferimento al quartiere di Miraflores e sistemazione presso La Hacienda o similare. Camere day use. Tempo a disposizione. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto per prendere il volo di rientro in Italia.

Giorno 15: Venerdì 2 settembre 
Arrivo in Italia 

Una sola data di partenza:
19 agosto 2016

Voli interni previsti durante il programma: Lima – Cajamarca / Monterrey - Lima

N.B. Durante il viaggio alcuni trasferimenti possono risultare lunghi e un po’ faticosi

Prezzi

Quota: euro 2.900,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro 600,00

N.B. Questo tour può essere effettuato anche come continuazione del viaggio nel sud del Paese (5 – 20 agosto 2016). Il tour completo, sud + nord, va quindi dal 5 agosto al 2 settembre 2016.

Scontistica 
Euro 100,00 di sconto a persona sulla quota di questo viaggio e altri euro 100,00 di sconto a persona sulla quota del viaggio dedicato al sud, nel caso si facciano entrambi i programmi sequenzialmente. 

Euro 150,00 di sconto a persona per tutti i clienti di Azonzo Travel che in passato hanno già viaggiato in Perù, e che ora decidono di aderire a questo nuovo programma nel nord del Paese

Assicurazione medico/bagaglio obbligatoria valida fino 69 anni: 31,90 euro a persona
Assicurazione medico/bagaglio obbligatoria valida over 70 anni: 47,85 euro a persona

Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza 
Partenza garantita, senza vincolo di numero minimo di partecipanti. 
Numero massimo di partecipanti: 10

La quota comprende:

- Tutti i transfer aeroporto/hotel/aeroporto
- Tutti i trasferimenti interni in Hyundai H1 da 2 a 4 partecipanti e minibus Modello Mercedes Sprinter o similare da 5 a 10 partecipanti con autista parlante spagnolo
- Voli interni Lima – Cajamarca / Monterrey – Lima 
- Pernottamenti in alberghi, come specificato nel programma
- Trattamento di pernottamento e prima colazione americana
- Pasti come specificato nel programma
- Le visite ed escursioni come da programma con guide parlanti italiano a Chiclayo, Trujillo e Huaraz. Non si garantiscono le guide parlanti italiano nella zona di Cajamarca e Chachapoyas. 
- Le tasse di ingresso a monumenti, musei, aree archeologiche e parchi naturali durante le visite guidate 
- Accompagnatore locale parlante italiano per minimo 7 partecipanti. 
- Polizza “Garanzia diritti del passeggero”

La quota non comprende:
- Volo Italia – Lima – Italia (quotazione su richiesta)
- Pasti non specificati nel programma
- Bevande, mance, e spese personali di ogni genere
- Eventuale adeguamento valutario entro 20 giorni dalla data della partenza
- Assicurazione Intermundial Multiassistenza plus senza annullamento (costo esplicitato a parte)
- Assicurazione Intermundial Multiassistenza plus con annullamento (costo da definire)
- Non è prevista la figura dell’accompagnatore dall’Italia (non prevista)
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma


Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf 

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale sui servizi a terra in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza 
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza 
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza 
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza 
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza

e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto. Le penali di cancellazione dei voli seguono le policy applicate dalla compagnia aerea al momento dell’emissione del biglietto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento fino a 69 anni oppure Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento over 70 anni

Scarica il pdf con le condizioni della polizza fino a 69 anni
Scarica il pdf con i costi della polizza fino a 69 anni

Scarica il pdf con le condizioni della polizza over 70 anni
Scarica il pdf con i costi della polizza over 70 anni

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio":

Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento fino a 69 anni

Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 3.500 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 3.500 euro a persona"

Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 10.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 10.000 euro a persona"

Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento over 70 anni

Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 3.500 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 3.500 euro a persona"

Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 10.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 10.000 euro a persona"

Calendario viaggi di gruppo

Quando vuoi partire?

CERCA

Azonzo Travel a Uno Mattina

Fabio Chisari, Founder & C.E.O. di Azonzo Travel, parla in RAI, a UNO MATTINA, dei viaggi per l'estate 2016 - 22/06/2016.



Parlano di noi

Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche

Destinazioni


APPROFONDIMENTI