Header Background
2004 - 2019 in viaggio da 15 anni

Viaggio in Azerbaijan, Georgia e Armenia con Azonzo Travel


Un viaggio per visitare questi tre Paesi dalla ricca storia e cultura

18 - 30 aprile 2019

Proponiamo un viaggio in Azerbaijan, Georgia e Armenia, alla scoperta della cultura, della storia e delle bellezze naturalistiche di questi tre Paesi.

a partire da 1.950 €

Descrizione

Il viaggio incomincia con la visita della capitale azera Baku, considerata una delle più antiche e più grandi città dell'Oriente. Poco distante da Baku, si ha modo di ammirare la penisola di Absheron conosciuta come la “terra del sacro fuoco” e le straordinarie pitture rupestri del Gobustan. Si prosegue per la città antica di Shamakhi che in passato fu la capitale del famoso regno degli Shirvanshah, fino ad arrivare a Sheki. Si lascia l’Azerbaijan per entrare in Georgia, dove si ammirano la regione vitivinicola di Kakheti, il complesso monastico David Gareja e la capitale Tbilisi. Da qui si visitano la città rupestre di Uplistsikhe, Gudauri e la chiesa di Gergeti, situata sulla cima della ripida montagna, fino alla città di Mtskheta, capitale dell’antica Iberia caucasica, con il suo Monastero di Jvari. Si entra quindi in Armenia, costeggiando il bellissimo Lago Sevan, per visitare la capitale Yerevan, il villaggio di Garni con il suo tempio greco-romano, il Monastero semirupestre di Gheghard. Il tour termina con le splendide rovine della Cattedrale di Echmiadzin e il Monastero fortificato di Khor Virap. Un viaggio straordinario che permette di conoscere questi tre Paesi ancora poco noti e dalle numerose attrattive naturalistiche e culturali. 

Programma

PROGRAMMA. Dettaglio dei pasti inclusi: B=Breakfast; L=Lunch; D=Dinner

Giorno 1: 18 aprile
Italia – Baku (Azerbaijan) 

Partenza dall’Italia con volo di linea, arrivo a Baku. Accoglienza, trasferimento all’Hotel Central Park e pernottamento.

Giorno 2: 19 aprile
Baku - penisola di Absheron – Baku (B;L) 

Prima colazione e mattinata dedicata alla visita di Baku, considerata una delle più antiche e più grandi città dell'Oriente. Si ha modo di ammirare la città vecchia “Ichari Shahar”, con il palazzo di Shirvan Shahs che assieme alla torre della Vergine Giz Galasi, costruita nel XII secolo, costituisce un complesso di monumenti storici dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Si continua con il tempio zoroastriano di Atesgah, costruito nel XVII secolo e con la penisola di Absheron, conosciuta come la “terra del sacro fuoco”, a causa del gas naturale e di giacimenti petroliferi. Si ha modo di visitare Yanar Dag, letteralmente la montagna che brucia, ovvero una collina di 116 metri, caratterizzata da una continua eruzione di fuoco di gas naturali. Pranzo incluso. Rientro a Baku nel tardo pomeriggio, serata a disposizione e pernottamento.

Giorno 3: 20 aprile
Baku – Gobustan – Shamakhi – Sheki (B;L) 

Prima colazione e successiva partenza in direzione del sito archeologico di Gobustan, patrimonio UNESCO, a 65 km da Baku. Sulle pareti rocciose di alcune montagne vi sono circa 6000 incisioni rupestri risalenti al paleolitico superiore che raccontano di antiche tribù, scene di caccia, danze e vita quotidiana. Successiva continuazione per Shamakhi, una delle città più antiche dell’Azerbaijan che in passato fu la capitale del famoso regno degli Shirvanshah. Qui si ha modo di visitare l’antica Juma Mosque con i suoi due minareti, il Mausoleo di Yeddi Gumbez dalle sette cupole, che racchiude le tombe della famiglia degli Shirvanshah ed il palazzo dei Khans risalente alla fine del XVIII secolo, caratterizzato da splendide decorazioni in vetro colorato, legno e affreschi. Pranzo incluso. Proseguimento per Sheki, una delle più antiche città del Paese, situata sul pittoresco versante meridionale del Gran Caucaso. Sistemazione presso l’Hotel Sheki Sarai e pernottamento.

Giorno 4: 21 aprile
Sheki – Kakheti – Telavi (Georgia) (B;L) 

Prima colazione e partenza in direzione della Georgia. Dopo le formalità doganali alla frontiera Lagodekhi, incontro con la nuova guida e visita della regione vitivinicola di Kakheti, la più fertile e pittoresca del Paese. Durante il tragitto si ha modo di ammirare un paesaggio caratterizzato da vigne e piccole cantine tradizionali e si visita il complesso architettonico di Gremi risalente al XVI secolo. Presso la località di Tsinandali si trova l’antica tenuta della famiglia Chavchavadze, oggi trasformata in museo. Qui si ha modo di conoscere meglio lo stile di vita dell’aristocrazia georgiana del XIX secolo e di ammirare il bellissimo parco all’inglese, infine si sosta per una degustazione di vino locale. Pranzo incluso. Proseguimento per Telavi e breve visita panoramica a piedi del centro storico. Sistemazione presso l’hotel Zuzumbo e pernottamento. 

Giorno 5: 22 aprile
Telavi – Davit Gareja – Tblisi (B;L)

Prima colazione e successiva visita del complesso monastico David Gareja, situato in un ambiente semidesertico sul versante del monte Gareja, che comprende numerose celle, chiese e cappelle, mense e locali scavati nella roccia. Si tratta di un luogo unico per la natura selvaggia che lo circonda, tra i suoi edifici si distingue il monastero di Lavra che è ancora abitato da alcuni monaci. Pranzo al sacco e proseguimento a piedi per raggiungere il monastero di Udabno. Al termine della visita trasferimento a Tblisi, capitale della Georgia e sistemazione presso il Bridge Boutique hotel. Serata a disposizione e pernottamento.

Giorno 6: 23 aprile
Tblisi (B;L)

Prima colazione e intera giornata dedicata alla visita della capitale della Georgia. Si inizia con la sua Città Vecchia, la Chiesa di Matekhi risalente al XIII secolo e affacciata sul fiume; durante la passeggiata si ha inoltre modo di visitare la moschea, la sinagoga, la cattedrale di Sion o della dormizione, risalente al VII secolo. Inoltre la Fortezza di Narikala, costruita sulla cima di una collina, è una delle fortificazioni più antiche della città, datata al IV secolo. Si prosegue con le terme sulfuree che in passato accolsero personaggi come Pushkin, Lermontov e Dumas e la cattedrale della santissima trinità. Infine si ha modo di visitare il Museo Nazionale con gli splendidi tesori dell’antica Colchide. Pranzo incluso. Rientro in hotel e pernottamento.

Giorno 7: 24 aprile
Tblisi – Gori – Uplistsikhe – Gudauri (B;L;D)

Prima colazione e partenza in direzione di Gudauri, attraversando i campi verdeggianti della provincia agricola di Kartli, ricca inoltre di numerosi monumenti archeologici e bellezze architettoniche. Nella città di Gori si visita il Museo di Stalin, imponente edificio costruito nei pressi della casa di mattoni dove Stalin visse con la famiglia per quattro anni. Proseguimento alla città rupestre di Uplistsikhe, risalente al I millennio a.C. Si tratta di uno degli insediamenti più antichi del Caucaso, che si sviluppò soprattutto tra il VI e I secolo a.C. Pranzo incluso. In serata arrivo a Gudauri e sistemazione presso l’hotel Alpina. Cena e pernottamento. 

Giorno 8: 25 aprile
Gudauri – Kazbegi – Gudauri (B;L;D)

Prima colazione e partenza lungo una strada che si snoda tra le valli e splendidi paesaggi, da cui si possono scorgere diverse torri medievali. Se le condizioni meteo sono favorevoli, è possibile ammirare il vulcano inattivo Kazbek, una montagna impressionante che si innalza per 5047 metri. Durante l’escursione si visitano la chiesa della Santissima Trinità di Gergeti, raggiungibile con una camminata di circa 3 ore e la gola di Dariali. In alternativa è possibile utilizzare un veicolo 4X4 (costo da definire).Pranzo incluso. Tempo a disposizione a Kazbegi per svolgere attività a proprio piacimento. Rientro in serata a Gudauri, cena e pernottamento. 

Giorno 9: 26 aprile
Gudauri – Ananuri - Mtskheta – Tblisi (B;L)

Prima colazione e rientro a Tblisi, con una prima sosta allo splendido complesso architettonico di Ananuri, riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e luogo di numerose battaglie nel corso dei secoli. Situato sulle rive del fiume Aragvi, è formato da due fortificazioni, al cui interno sorgono la chiesa della Vergine e la chiesa della Dormizione. Si prosegue percorrendo la Georgian Military highway fino a Mtskheta, capitale dell’antica Iberia caucasica situata alla confluenza dei fiumi Mtkvari e Aragvi. Qui si ha modo di visitare il Monastero di Jvari, costruito sulla cima di un monte nel VI secolo e dichiarato anch’esso Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Da qui si continua con la Cattedrale di Svetitskhoveli che sorge sui resti di una basilica distrutta nel X secolo: secondo la tradizione la tunica di Cristo è stata sepolta proprio qui. Pranzo incluso. Arrivo a Tbilisi e sistemazione presso il Bridge Boutique hotel. Pernottamento. 

Giorno 10: 27 aprile
Tblisi – Sadakhlo – monasteri di Haghpat e Sanahin - Yerevan (Armenia) (B;L) 

Prima colazione e partenza per la capitale armena Yerevan. Dopo le formalità doganali alla frontiera Sadakhlo, incontro con la nuova guida e sosta per la visita dei monasteri di Haghpat e Sanahin, risalenti ai secoli X- XIII e dichiarati dall’UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Lungo il percorso si ha inoltre modo di sostare sulla penisola del lago di Sevan, grande bacino armeno situato a 1900 metri di quota le cui acque dalle tonalità dell’azzurro in seguito al loro abbassamento hanno fatto riaffiorare forti, case e opere artistiche che risalgono a oltre 2000 anni fa e che erano state sommerse da un precedente innalzamento del livello dell'acqua. Qui sorge il Monastero omonimo che offre una vista panoramica sul lago e le montagne circostanti. Pranzo incluso. Arrivo a Yerevan e possibilità di effettuare una passeggiata notturna per ammirare le fontane musicali in Piazza della Repubblica. Sistemazione presso l’hotel Royal Plaza e pernottamento. 

Giorno 11: 28 aprile
Yerevan – Garni – Geghard – Yerevan (B;L)

Prima colazione e mattinata dedicata alla visita della città di Yerevan, che include i monumenti più importanti, le piazze, le strade e i musei. Si ha modo di godere di uno splendido panorama sulla città dalla monumentale statua personificazione nazionale del Paese, situata nel Parco della Vittoria, inoltre si visita il Matenadaran, un'istituzione culturale che custodisce una collezione di numerosi manoscritti antichi in lingua armena e altre lingue. Nel pomeriggio partenza per il villaggio di Garni, nella regione di Kotayq, importante sito archeologico, già capitale della cultura ellenistica in Armenia e antica residenza estiva dei reali armeni. Qui si visita il tempio greco-romano del I secolo, le mura difensive del III secolo e le terme di stile romano decorate con mosaici. Proseguimento per il Monastero semirupestre di Gheghard che risale al VII secolo situato in uno spettacolare canyon. La particolarità di esso è che è per metà è scavato nella roccia. Pranzo incluso. Al termine delle visite rientro a Yerevan e pernottamento.

Giorno 12: 29 aprile
Yerevan – Echmiadzin – Khor Virap – Yerevan (B;L)

Prima colazione e partenza per Echmiadzin, città sacra dell’Armenia dove ha sede il “catholicos”, capo della Chiesa apostolica armena. Qui si ha modo di visitare la cattedrale risalente al IV secolo, la porta di Tiridate, la chiesa di Santa Ripsima e le rovine della cattedrale di Zvartnots. Pomeriggio dedicato al famoso Monastero fortificato di Khor Virap dove sorge la cella sotterranea in cui fu rinchiuso per tredici anni San Gregorio Illuminatore, il patrono dell'Armenia, che convertì la Nazione al Cristianesimo nel 301. Nel 2001 il santuario fu visitato dal Papa Giovanni Paolo II. Da qui vi è un grandioso panorama sulla montagna biblica Ararat, 5.138 metri, dove secondo il racconto biblico approdò l'Arca di Noè. Pranzo incluso. Rientro a Yerevan in serata e pernottamento. 

Giorno 13: 30 aprile
Yerevan – rientro in Italia (B)

Prima colazione e trasferimento in tempo utile in aeroporto per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia.

Unica data di partenza: 18 aprile 2019 

Prezzi


Quota: euro 3.000,00 a persona in camera doppia (base 2/3)
Quota: euro 2.450,00 a persona in camera doppia (base 4/7)
Quota: euro 1.950,00 a persona in camera doppia (base 8/10)
Supplemento sistemazione camera singola: euro 500,00 

Assicurazione medico bagaglio obbligatoria fino a 79 anni: euro 42,74 a persona
Assicurazioni facoltative annullamento: quotazione su richiesta
Costo assicurazione 2019 da riconfermare

Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Partenza garantita con minimo 2 persone. Numero massimo di partecipanti: 10


N.B. Necessario passaporto con almeno 6 mesi di validità oltre la data di partenza

La quota servizi a terra comprende:
Transfer da/per l’aeroporto a destinazione
Trasferimenti in auto/minibus come da programma 
Sistemazione in camera doppia negli hotel come specificati nel programma o similari 
Pasti come specificato nel programma 
Ingressi e visite come specificato nel programma
Guide locali parlanti italiano, diverse in ogni Paese 

La quota servizi a terra non comprende:
Voli Italia – Baku e Yerevan – Italia (quotazione su richiesta)
Supplemento trasferimento aeroporto/hotel/aeroporto nel caso di arrivo/partenza diverso rispetto al resto del gruppo (costo esplicitato a parte) 
Pasti non specificati nel programma
Visto di ingresso Azerbaijan (USD 24 a persona, da richiedere e pagare sul sito)  
Trasferimento in 4x4 alla chiesa di Gergeti (da definire)
Escursioni e attività non specificate nel programma
Tutto quanto non specificato espressamente nel programma
Eventuale adeguamento valutario entro 20 giorni dalla data della partenza
Assicurazione Intermundial Multiassistenza plus senza annullamento (costo esplicitato a parte)
Assicurazione Intermundial Multiassistenza plus con annullamento (esplicitato a parte)

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali

Scarica il pdf 
con le condizioni contrattuali.

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale sui servizi a terra in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza 
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza 
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza 
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza 
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto. Le penali di cancellazione dei voli seguono le policy applicate dalla compagnia aerea al momento dell'emissione del biglietto. 

2) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Multiassistenza Plus senza Annullamento fino a 79 anni 

Scarica il pdf 
con le condizioni della polizza fino a 79 anni
Scarica il pdf con i costi della polizza fino a 79 anni

3) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento fino a 79 anni
Scarica il pdf con le condizioni "Multiassistenza Plus con Annullamento fino a un massimale di 3.500 euro a persona (copertura Mondo); fino a 2.500 euro (copertura Continentale) e fino a 1.500 euro (copertura Locale)"
Scarica il pdf con i costi " Multiassistenza Plus con Annullamento fino a un massimale di 3.500 euro a persona (copertura Mondo); fino a 2.500 euro (copertura Continentale) e fino a 1.500 euro (copertura Locale)"

Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento Plus" fino a ulteriori aggiuntivi 10.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento Plus" fino a ulteriori aggiuntivi 10.000 euro a persona"

Calendario viaggi di gruppo

Quando vuoi partire?

CERCA
Azonzo Travel a Porta a Porta

Fabio Chisari, Founder & C.E.O. di Azonzo Travel, parla in RAI, a PORTA A PORTA.


Azonzo Travel a Uno Mattina

Fabio Chisari, Founder & C.E.O. di Azonzo Travel, parla in RAI, a UNO MATTINA, dei viaggi per l'estate 2016 - 22/06/2016.



Parlano di noi

Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche
Testate giornalistiche

Destinazioni


APPROFONDIMENTI