Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Azonzo in Ecuador

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un'occasione unica per partecipare alla festività dell'Inti Raimi

17 - 30 giugno 2011

Proponiamo un itinerario insolito da Cuenca alla riserva di Kapawi partecipanti alla festività dell'Inti Raimi, infine per chi lo desidera può esplorare la natura endemica dell'arcipelago delle Galapagos.

richiedi informazioni

Descrizione

Durante questo viaggio si ha modo di visitare Cuenca, città coloniale riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità e Ingapirca unico tempio inca del Paese dove si svolge la festività dell’Inti Raimi. Si continua con Peguche per partecipare al bagno rituale di purificazione fra le acque della sua cascata; Otavalo con il suo artigianato locale e Cotacachi con la celebrazione del “San Juan”. Si prosegue con un altro festival interessante come quello di San Pedro festeggiato a Cayambe. Si lasciano le Ande per poi raggiungere l’Amazzonia e la riserva di Kapawi dove vive la comunità Achuar di Wachirpas. Infine si giunge alla città termale di Baños, situata ai piedi del vulcano Tungurahua. Per chi lo desiderasse è possibile proseguire il viaggio con una splendida crociera per scoprire le bellezze naturali dell’arcipelago delle Galapagos. Un viaggio unico che combina l’aspetto spirituale e religioso delle comunità andine con la natura selvaggia dell’Amazzonia e quella endemica delle isole Galapagos.

Programma

Giorno 1: Venerdì 17 giugno
Italia - Guayaquil
Arrivo in serata, accoglienza e trasferimento all’hotel Continental o similare, pernottamento.

 

Giorno 2: Sabato 18 giugno
Guayaquil – Cuenca – Ingapirca
Prima colazione e trasferimento in aeroporto per imbarcarsi su un volo per Cuenca, una delle città coloniali più interessanti dell’Ecuador, riconosciute dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. Cuenca, terza città dell’Ecuador, è conosciuta per la sua architettura e per i quattro fiumi che l’attraversano. Durante il tour della città si possono apprezzare l’architettura repubblicana, le strette vie costruite con mattoni, la colorita cultura locale, magnifici duomi, musei e ceramisti locali. Si ha l’opportunità di visitare uno dei più anziani artigiani di cappelli dell’Ecuador (Panama Hats) e il laboratorio del più famoso ceramista ecuadoregno Eduardo Vega. Dopo pranzo si percorre la strada Panamericana lungo il sistema montuoso della parte sud del paese. Le montagne del sud del Ecuador sono molto più antiche di quelli del nord, inoltre non ci sono ne vulcani ne cime innevate. Arrivo a Ingapirca, l’unico tempio Inca conosciuto in Ecuador. Il suo nome significa “Fortezza o Mura Inca” e si trova a 3.180 mslm ed è stato fabbricato con pietre perfettamente intagliate e tenute insieme da materiali naturali. Le strutture sono state costruite sopra un sito rituale in precedenza appartenuto alla cultura “Cañari”. Per gli Inca era allo stesso tempo un sito contenente un tempio dedito esclusivamente al sole e una fortezza che rappresentava un centro militare. E’ stato costruito durante il regno del re Inca “Huayna Capac” Il sito include un cimitero, osservatori, templi del sole, strade, canalizzazioni per le acque, magazzini, piazza, sedie e stanze dei sacerdoti e le abitazioni di gente comune. Ingapirca era un “Tambo Reale”, un luogo di sosta per la nobiltà incaica. Si dice che Atahualpa, uno dei figli del re Inca, sia vissuto in questa fortezza. La struttura meglio preservata è il tempio del Sole, di forma ellittica, che era originalmente utilizzato dai Cañaris per le loro cerimonie rituali, e successivamente dagli Inca. Dopo l’invasione europea la maggior parte delle strutture sono state distrutte. Sistemazione presso la Pousada de Ingapirica situata nelle vicinanze delle rovine. Pernottamento.

 

Giorno 3: Domenica 19 giugno
Ingapirca – festività dell’Inti Raimi
Prima colazione e partecipazione alla festività dell’Inti Raimi. Secondo il calendario agricolo astronomico degli Inca, “Inti Raimi” è la celebrazione indigena più importante degli Andes. Il festival si tiene in onore del padre Sole e la Madre Terra, contrassegnando l’inizio del ciclo della raccolta. Questa festività è celebrata da tante altre civiltà indigene al mondo, e si celebra all’inizio dell’estate, dove numerosi gruppi indigeni dell’Ecuador e di altri paesi si riuniscono per mettere in mostra le loro abitudini culturali, vestiti, costumi e rituali unici. Ci sono balli, canti, rituali sciamanici e una gran varietà di colori ed espressioni di reverenza. Tutti i gruppi etnici festeggiano e ringraziano il sole per il suo dono alla terra. E’ una festività molto allegra e vivace che negli ultimi anni ha coinvolto anche gruppi indigeni della Bolivia e del Perù. Pernottamento.

 

Giorno 4: Lunedì 20 giugno
Ingapirca – Cuenca – Quito – Otavalo – Peguche
Prima colazione e partenza in direzione di Cuenca per imbarcarsi su un volo per Quito. All’arrivo accoglienza e partenza in direzione di Otavalo per raggiungere Peguche. All’arrivo sistemazione in un meraviglioso ostello indigeno, Casa Sol. Tempo a disposizione. Pernottamento.

 

Giorno 5: Martedì 21 giugno
Peguche - Otavalo – Cotacachi – Peguche
Sveglia al mattino presto, prima dell’alba, per raggiungere a piedi la cascata di Peguche insieme a numerose famiglie di Otavalegni per partecipare ad un bagno rituale di purificazione e dare il benvenuto al solstizio d’estate. Dopo la colazione si visita Otavalo. Gli indigeni “Otavaleños” sono eccelsi nella produzione e commercio di tessili. E’ una abilità che hanno coltivato e alimentato diventando con il tempo il gruppo indigeno più ricco dell’Ecuador. Nella stessa maniera, gli Otavalegni sono molto orgogliosi della loro eredità indigena e la maggior parte della popolazione veste ancora nel modo tradizionale mantenendo anche le loro antiche tradizioni e abitudini. Si visitano diverse comunità intorno ad Otavalo per partecipare alle celebrazioni del “San Juan”, che fa parte del Inti Raimi. Durante la cerimonia è possibile osservare i rituali nelle chiese e le danze nella piazza di San Juan (“Presa della Piazza”) e nel villaggio di Cotacachi. Le festività includono tradizioni, musica popolare, costumi colorati e un’atmosfera gioiosa. Al termine della giornata si partecipa ad un rito di purificazione sciamanica. Rientro in ostello, pernottamento.

 

Giorno 6: Mercoledì 22 giugno
Peguche – Zuleta – Cayambe
Prima colazione e partenza lungo la vecchia strada Panamericana fatta in pietra per visitare diverse piccole comunità. La prima che si incontra è Zuleta, dove le donne sono famose per le loro abilità di ricamo a mano. Si continua verso Olmedo e Cayambe, dove ci celebra il festival di San Pedro: una festività cattolica che si è fusa nel Inti Raimi. Lungo il tragitto si ha quindi modo di osservare diverse festività dove rituali indigeni si fondono con le celebrazioni cattoliche. In serata si partecipa alla festa di danze popolari di “Sanjuanitos”. Sistemazione presso la Hacienda Guachalà, una delle fattorie coloniali più antiche dell’Ecuador. Pernottamento.

 

Giorno 7: Giovedì 23 giugno
Cayambe – Puyo
Prima colazione e partenza in direzione dell’Amazzonia attraversando le magnifiche Ande e il Parco Nazionale Sumaco con le sue alte vette e fitte foreste tropicali. Arrivo a Puyo e sistemazione all’hotel El Jardin o similare, pernottamento.

 

Giorno 8: Venerdì 24 giugno
Puyo - Kapawi
Prima colazione e successivo imbarco su un piccolo aereo cesna che sorvola la foresta Amazzonica, passando da aree popolate fino ad arrivare ad aree di foresta primaria. Si atterra nella comunità Achuar di Wachirpas, che vive lungo le rive del fiume Bobonaza. Trasferimento in canoa motorizzata fino ad un fiume tributario, il fiume Capahuari che si naviga fino al raggiungimento dell’eco Lodge e riserva Kapawi. Sistemazione e pernottamento.

 

Giorno 9: Sabato 25 giugno
Kapawi
Prima colazione e giornata intermente dedicata ad attività organizzate dal lodge. Si può scegliere tra: passeggiate nella giungla, bird watching, osservazione della fauna locale, esperienze culturali con gli Achuar, Kayak, Canoismo, rafting e nuoto. Il sistema di sentieri per le passeggiate offre una varietà di ecosistemi: “Foresta Terra Firma” piccole colline che non si sono mai inondate, “Varzea” foresta che stagionalmente si inonda e “Igapos” foresta che è sempre inondata. Pernottamento.

 

Giorno 10: Domenica 26 giugno
Kapawi
Prima colazione e partenza per visitare il fiume e i piccoli tributari del fiume Capahuari. È possibile ammirare i delfini rosa, scimmie ululanti, i macachi, e una varietà incredibile di uccelli. Si prosegue con una bellissima esperienza a contatto con una famiglia Achuar, dove si ha modo di imparare a realizzare oggetti artigianali, visitare una scuola e il loro orto con i loro raccolti. Dopo cena si effettua una passeggiata notturna per osservare gli insetti e i rettili. Rientro in lodge, pernottamento.

 

Giorno 11: Lunedì 27 giugno
Kapawi – Shell - Baños
Prima colazione e trasferimento con un piccolo aereo cesna per Shell, all’arrivo accoglienza e trasferimento a Baños. Lungo il tragitto si percorre la strada panoramica attraverso diversi micro climi, foresta tropicale montuosa, pàramo (prateria di montagna) e valli fino a raggiungere Baños. La piccola città si trova ai piedi del vulcano Tungurahua ed è famosa per le sue sorgenti termali. Sistemazione presso il lodge e Spa Luna Runtun situato sulla cima di una collina dalla quale si gode un bel panorama della città. Tempo a disposizione, pernottamento.

 

Giorno 12: Martedì 28 giugno
Baños
Prima colazione e giornata interamente dedicata ad attività a proprio piacimento. È possibile partecipare ad escursioni in bicicletta e a cavallo, effettuare sport di diversa natura. Pernottamento.

 

Giorno 13: Mercoledì 29 giugno
Baños – Quito – rientro in Italia
Prima colazione e partenza in direzione nord attraverso la Strada dei Vulcani in quanto è possibile ammirare i vulcani di Antisana (5.753 Metri), Sincholagua (4.898 Metri), Pasochoa (4.199 Metri), Rumiñahui (4.712 Metri) e il parco nazionale Cotopaxi, patria del vulcano attivo più alto al mondo (5.897 Metri). Arrivo a Quito e visita dell’antico centro coloniale della città e la cappella dell’uomo di “Guayasamin”. Successivo trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia.

 

Giorno 14: Giovedì 30 giugno
Arrivo in Italia

 

Estensione crociera alle isole Galapagos

 

Giorno 13: Mercoledì 29 giugno
Baños – Quito

Prima colazione e partenza in direzione nord attraverso la Strada dei Vulcani in quanto è possibile ammirare i vulcani di Antisana (5.753 Metri), Sincholagua (4.898 Metri), Pasochoa (4.199 Metri), Rumiñahui (4.712 Metri) e il parco nazionale Cotopaxi, patria del vulcano attivo più alto al mondo (5.897 Metri). Arrivo a Quito e visita dell’antico centro coloniale della città e la cappella dell’uomo di “Guayasamin”. Sistemazione presso il Patio Andaluz o similare, pernottamento.

 

Giorno 14: Giovedì 30 giugno
Quito – Galapagos - crociera
Prima colazione e trasferimento in volo a Baltra, all’arrivo accoglienza e trasferimento al porto per imbarcarsi sulla crociera. Partenza per Sea Lion Island, abitata da una numerosa colonia di leoni marini. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 15: Venerdì 1 luglio
Galápagos
Prima colazione e giornata dedicata all’isola Española con la visita della bellissima spiaggia Gardner. Si prosegue con Punta Suarez, luogo di nidificazione degli albatros, unico uccello presente sull'isola. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 16: Sabato 2 luglio
Galápagos
Prima colazione e giornata dedicata alla visita dell’Isola Floreana, una delle isole dalla storia umana più interessante nonché una delle prime a venire abitate. Vi si riproducono i fenicotteri rosa e le tartarughe marine verdi, da dicembre a maggio. Alla Baia della Posta, fin dal XVIII secolo, i balenieri si servivano di barili di legno per scambiare la posta in partenza ed in arrivo con le navi in transito. Alla Corona del Diavolo, un cono vulcanico sotterraneo, si trovano formazioni coralline. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 17: Domenica 3 luglio
Galapagos
Prima colazione e successiva visita dell’isola di Santa Cruz, dove si trova la stazione di ricerca Charles Darwin ed il quartier generale dell'autorità del parco nazionale delle isole. Inoltre sull’isola sono presenti i due crateri gemelli denominati ''Los Gemelos'': si tratta di due doline circondate dalla foresta che distano circa 100 metri l'uno dall'altro. Nel pomeriggio si visita il centro Fausto Llerema, centro in cui vengono svezzate le tartarughe giganti, tra cui il famoso solitario George, l'ultimo esemplare rimasto delle sottospecie dell'isola Pinta. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 18: Lunedì 4 luglio
Galapagos
Prima colazione e navigazione verso l’isola Rabida dove è possibile ammirare una laguna di acqua salata abitata da fenicotteri rosa e leoni marini. Nel pomeriggio si prosegue per l’isolotto di Chinese Hat che prende il suo nome dalla forma di cappello che risulta molto evidente se lo si osserva da nord. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 19: Martedì 5 luglio
Galapagos
Prima colazione e proseguimento verso l’isola di San Bartolomé dove si possono osservare le conformazioni vulcaniche del terreno, i pinguini e tartarughe marine che nidificano. Nel pomeriggio si prosegue con Black Turtle Cove, zona di diverse specie di mangrovie. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 20: Mercoledì 6 luglio
Galapagos
Prima colazione e giornata dedicata alla visita di South Plaza e Santa Fe. South Plaza deve il nome ad un ex presidente ecuadoregno, il generale Leonidas Plaza. La flora dell'isola comprende i cactus Opuntia e piante di Sesuvium, che formano un tappeto rossastro sulla superficie delle colate laviche; la fauna invece comprende  numerose iguane (terrestri, marine e qualche ibrido di entrambe le specie). L’isola Santa Fe ospita una foresta di cactus Opuntia e di Palo Santo. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 21: Giovedì 7 luglio
Galapagos – Baltra – rientro in Italia
Prima colazione e sbarco all’isola di San Cristobal. Successivo sbarco a Baltra, e trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo per Guayaquil. All’arrivo accoglienza e trasferimento in hotel per la cena. Successivo trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia.

 

Giorno 22: Venerdì 8 luglio
Arrivo in Italia

 

 

Voli interni previsti durante il programma solo Ecuador: Guayaquil – Cuenca / Cuenca - Quito / Puyo – Kapawi / Kapawi - Shell
Voli interni previsti per l’estensione alle isole Galapagos: Quito – Baltra / Baltra - Guayaquil

 

Una sola data di partenza: 17 giugno 2011

Prezzi

QUOTA SOLO ECUADOR
Quota: euro 2.850,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro 600,00

 

QUOTA ESTENSIONE ISOLE GALAPAGOS
Quota: euro 2.500,00 a persona in camera doppia

Supplemento sistemazione cabina singola: euro 1.300,00

 

Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Partenza garantita. Numero massimo di partecipanti: 12

 

La quota solo Ecuador comprende:
- Voli interni
- Tutti i transfer aeroporto/hotel/aeroporto
- Tutti i trasferimenti interni come da programma minibus/barca privati
- Pernottamenti in alberghi e lodge, come specificato nel programma
- Trattamento di pensione completa con bevande analcoliche
- Visite ed escursioni come da programma
- Guide esperte locali in lingua italiana durante tutto il tour
- Guida naturalista indigena Achuar
- Assicurazione medica e bagaglio

 

La quota solo Ecuador non comprende:
- Volo internazionale (quotazione su richiesta) 

- Attività facoltative e passeggiate a cavallo
- Bevande alcoliche, mance, e spese personali di ogni genere
- Tassa della Nazionalità Achuar (usd 20 a persona da pagare a Kapawi)
- Tassa della comunità di Kapawi (usd 10 a persona da pagare in loco)
- Rito di purificazione sciamanica a Otavalo (usd 40 a persona da pagare in loco)
- Assistenza in aeroporto alla partenza
- Non è prevista la figura dell’accompagnatore dall’Italia
- Assicurazione annullamento viaggio
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

 

La quota estensione crociera Galapagos comprende:
- Voli interni Quito – Baltra - Guayaquil
- Tutti i transfer aeroporto/hotel/aeroporto
- Crociera di otto giorni
- Trattamento di pensione completa
- Visite come da programma
- Guida naturalista locale parlante italiano o con traduttore
- Assicurazione medica e bagaglio

 

La quota estensione crociera Galapagos non comprende:
- Volo internazionale su richiesta

- Bevande, mance, e spese personali di ogni genere
- Tassa di ingresso al Parco Nacional Galapagos (usd 100 a persona da pagare in loco)
- Assistenza in aeroporto alla partenza
- Non è prevista la figura dell’accompagnatore dall’Italia
- Assicurazione annullamento viaggio
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Richiesta Informazioni

invia

Contattaci

mappa itinerario


Visualizza Azonzo in Ecuador in una mappa di dimensioni maggiori

destinazioni

sezione approfondimenti