Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Azonzo in Patagonia e Terra del Fuoco con Mario Tozzi


Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un tour strepitoso in compagnia di una guida esperta

29 dicembre 2005 – 14 gennaio 2006

Proponiamo un itinerario per navigare il Canale di Beagle, conoscere la cultura degli Indios Yahgan e ammirare i Pinguini di Magellano, il Perito Moreno, ghiacciaio più grande del mondo, e il Torres del Paine.

richiedi informazioni

Descrizione


All´interno del progetto "Azonzo con Mario Tozzi"proponiamo un viaggio veramente unico e spettacolare in Cile e Argentina, nelle estreme regioni meridionali della Patagonia e della Terra del Fuoco, tra le zone più interessanti del mondo dal punto di vista faunistico, naturalistico, geologico e scientifico. Mario Tozzi ha collaborato con Azonzo Travel alla stesura del programma di viaggio, e alla scelta dei luoghi di maggiore interesse da visitare. Inoltre, prima di partire i clienti che acquistano il viaggio partecipano a un incontro con Mario Tozzi, durante il quale hanno la possibilità di confrontarsi personalmente con lui sui temi legati al viaggio. In questa occasione viene consegnato ai clienti anche del materiale scientifico redatto personalmente da Mario Tozzi, in modo da fornire ai viaggiatori spunti di approfondimento e di maggiore studio delle tematiche scientifiche legate al viaggio.

Programma

Giovedì 29 dicembre
Italia – Santiago del Cile

Partenza dall´Italia con volo di linea Iberia via Madrid e arrivo previsto a Santiago del Cile alle ore 09:50 del mattino del giorno successivo.


Venerdì 30
Santiago del Cile (D)

Arrivo a Santiago del Cile alle ore 09:50 del mattino. Accoglienza e assistenza all´aeroporto. Trasferimento in Hotel per un po´ di riposo. Nel pomeriggio visita della capitale cilena. Ci si reca al Civic Centre, si prosegue visitando La Moneda (Palazzo del Governo). Si percorre a piedi la zona commerciale sino ad arrivare al Museo Pre-Colombiano, all´interno del quale si possono ammirare reperti risalenti ai Maya e agli Atzechi. Si prosegue visitando la brulicante Plaza des Armas, il cuore storico della città, circondata da bei palazzi. Tra questi visitiamo il National Historical Museum, il Chilean Postal Building e la Metropolitan Cathedral. Si prosegue poi visitando il ricco e colorato Mercato Centrale e il Parque Forestal, per giungere infine sulla collina di San Cristobal, dalla cui sommità si può ammirare un bellissimo panorama della città. Scendendo si attraversa la zona residenziale di Las Condes e l´area artigianale di Los Dominicos, dove e´ possibile ammirare e acquistare il ricco artigianato cileno. Rientro in Hotel. Cena al ristorante. Pernottamento.


Sabato 31
Santiago – Punta Arenas – Puerto Natales (Cile) (B,D)

Prima colazione. Poi trasferimento all´aeroporto per imbarcarsi su un volo diretto a Punta Arenas, in partenza alle ore 11:15. Arrivo previsto a Punta Arenas per le ore 16:30. Accoglienza e assistenza in aeroporto. Punta Arenas, situata ai piedi delle Ande, sul lato occidentale dello Stretto di Magellano, è la città più interessante della Patagonia cilena. Conserva ancora molte residenze che risalgono al periodo in cui prosperava l´industria laniera, a cavallo fra il XIX e il XX secolo. Si visita la città, che è capitale della XII Regione. Si può respirare un interessante fermento culturale, grazie al fatto che fin dai tempi dei primi pionieri, questa città è stata abitata da persone di diversa nazionalità, essendo per molto tempo l´unico porto da cui si poteva partire per attraversare lo Stretto di Magellano. Da qui ci si dirige in direzione di Puerto Natales, dove si giunge dopo circa tre ore di strada. Puerto Natales è una pittoresca cittadina affacciata sulla riva orientale dl Seno Ultima Esperanza, e unica porta di accesso per il Parque Nacional Torres del Paine. L´economia di questo piccolo porto, dove attracca anche il traghetto in arrivo da Puerto Montt, si basa sull´industria laniera, sulla pesca e sulla lavorazione del montone. Sistemazione in Hotel. Cenone speciale di capodanno. Pernottamento


Domenica 1 gennaio 2006
Puerto Natales. I ghiacciai e Las Torres del Paine (Cile) (B,L)

Si lascia Puerto Natales al mattino presto per partire alla volta del Parque Nacional Torres del Paine, il parco nazionale più bello di tutto il Sud America. Dopo circa 60 km si arriva a Cerro Castello, un incantevole villaggio dove ci si ferma per assaporare l´atmosfera di un accogliente Caffè per fare colazione. Si entra poi nel Parco Nazionale, attraverso la Laguna Amarga, dalla quale si possono già vedere le vette del Torres del Paine, se le condizioni atmosferiche lo consentono. Le Torres del Paine sono spettacolari colonne di granito che si innalzano verticalmente per quasi tremila metri, dominando la steppa patagonica. Lungo la strada si possono ammirare le meravigliose bellezze paesaggistiche delle risorse naturali di Nordenskjold, del Lago Pehoe, delle cascate Salto Grande e del Lago Grey. Da qui si prende una barca per potersi avvicinare ai ghiacci. Pranzo. Il rientro a Puerto Natales è previsto per il tardo pomeriggio. Sistemazione in Hotel. Pernottamento


Lunedì 2
Puerto Natales – Punta Arenas – Porvenir (Cile) (B)

Prima colazione. Poi trasferimento all´aeroporto di Punta Arenas, dove si prevede di arrivare dopo tre ore di viaggio. Arrivati all´aeroporto ci si imbarca su un volo diretto a Porvenir, che dura solo quindici minuti. Trasferimento in Hotel. Tempo libero a disposizione per visitare Porvenir, il più numeroso insediamento della Terra del Fuoco cilena. La cittadina fu fondata meno di un secolo fa, e fra i suoi abitanti ve ne sono molti di origine croata. Ai loro antenati, spinti da queste parti dal richiamo della corsa all´oro del 1880, sono dedicati alcuni monumenti e un delizioso parco. Pernottamento


Martedì 3
Porvenir (Cile) (B,L)

Prima colazione. Poi intera giornata dedicata a una meravigliosa escursione al villaggio di Onaisin, lungo la Inutil Bay. Il paese, solitamente ignorato degli itinerari turistici, permette invece di ammirare favolosi strapiombi di 25/30 metri di profondità, un paesaggio indimenticabile e una moltitudine di uccelli di diversa specie. Pranzo al sacco. Nel pomeriggio rientro a Porvenir. Pernottamento


Mercoledì 4
Porvenir – Rio Grande (Argentina) (B)

Prima colazione. Poi si parte alla volta di Rio Grande (Argentina), dove si prevede di arrivare dopo circa tre ore di viaggio. Sistemazione in Hotel. Tempo libero a disposizione per visitare questa cittadina argentina fondata nel 1894 sull´estuario dell´omonimo fiume. Qui il vento soffia sempre forte, spazzando strade quasi sempre deserte. Dopo aver conosciuto una discreta ricchezza durante il periodo dell´industria laniera e petrolifera, oggi l´economia fa fatica a decollare, nonostante sia una zona franca, esente da dazi sul commercio. Pernottamento


Giovedì 5
Rio Grande (Argentina) (B,L)

Prima colazione. Poi ci si reca in visita alla enorme Missione Salesiana fondata da Don Bosco nel 1893, e al suo ricchissimo Museo. Pranzo al sacco. Rientro in città e tempo libero a disposizione per poter scoprire in totale libertà la zona del Rio Grande passeggiando nei dintorni. Sistemazione in Hotel. Pernottamento


Venerdì 6
Rio Grande – Ushuaia (Argentina) (B)

Prima colazione. Poi ci si dirige verso Ushuaia, dove si prevede di arrivare dopo circa tre ore di viaggio. Il vecchio centro di Ushuaia, nonostante la notevole espansione subita dalla città negli ultimi dieci anni, rimane incantevole, circondato da una cornice considerata fra le più spettacolari del mondo. Il paesaggio è dominato da vette glaciali frastagliate che partono dal mare e superano i 1500 metri di altezza. Visita della città vecchia, del porto, del Museo "End of the World" e delle colline circostanti. Sistemazione in Hotel. Pernottamento.


Sabato 7
Ushuaia. Estancia Harberton. Pinguini di Magellano (Argentina) (B,L)

Prima colazione. Poi si parte per una splendida escursione che incomincia navigando il Canale di Beagle, dove si possono ammirare alcune isole particolarmente ricche di fauna locale. Tra le isole è possibile osservarne alcune particolarmente popolate di uccelli e foche. Si passa anche vicino al famoso faro "Les Eclaireus". Successivamente ci si reca in visita alla Estancia di Harberton, una storica fattoria fondata dal pioniere Thomas Bridges, un missionario proveniente dalle isole Falkland, e situata sulla sponda settentrionale del Canale di Beagle, 80 Km a est di Ushuaia. La Estancia è diventata famosa grazie al libro autobiografico del figlio Lucas, dedicato alla sua esperienza di vita fra gli indios Yahgan, intitolato "The Uttermost Part of the Earth". Nella fattoria si possono ammirare piante autoctone, riproduzioni perfette delle abitazioni degli indios Yahgan, il capanno per la tosatura, la falegnameria e la rimessa per le barche. La navigazione prosegue poi fino all´isola di Martillo, dove si può vedere da vicino la colonia dei famosi Pinguini di Magellano. Questi splendidi animali sono per natura docili e curiosi, ma se ci si avvicina troppo velocemente a loro, scappano nelle tane o scivolano in mare. I pinguini non attaccano mai l´uomo, ma se ci si avvicina troppo possono beccare, causando anche ferite serie. Quindi è possibile godersi lo spettacolo della loro compagnia sedendosi tranquillamente fra le loro tane, nell´attesa di qualche sorprendente incontro ravvicinato. Pranzo. Nel tardo pomeriggio rientro in Hotel. Pernottamento


Domenica 8
Ushuaia. Parque Nacional Tierra del Fuego. Baia Lapataia (Argentina) (B,L)

Prima colazione. Poi partenza per una escursione di circa sette ore per vedere lo splendido Parco Nazionale della Terra del Fuoco e la Baia Lapataia, che si trovano a ovest di Ushuaia. Qui si può godere di una privilegiata e meravigliosa vista del canale di Beagle, non appena si giunge alla Baia Lapataia, alla fine della strada nazionale N3. Il Parque Nacional Tierra del Fuego è il primo parco nazionale marino fondato in argentina, e ospita spettacolari foreste, laghi incantati, fiumi impetuosi, montagne e ghiacciai. E´ anche possibile ammirare una flora e una fauna particolarmente ricche. Si prende il leggendario treno "Tren del Fin del Mundo", che passa attraverso il Rio Pipo e il Puente Quemado. E´ possibile vedere Susana Hill e la catena delle Martial Mountain, nonché la Cascada de la Macorena, dove ci si ferma per vedere alcune ricostruzioni fedeli di sistemazioni indigene. Pranzo. Rientro a Ushuaia nel tardo pomeriggio. Sistemazione in Hotel. Pernottamento


Lunedì 9
Ushuaia – El Calafate (Argentina) (B)

Prima colazione. Mattinata a disposizione. Poi trasferimento all´aeroporto per imbarcarsi su un volo in partenza alle ore15:00 diretto a El Calafate. Arrivo a El Calafate alle ore 16:10. Accoglienza e assistenza in aeroporto. Trasferimento in Hotel. Visita libera del piccolo paese di El Calafate, una ex stazione di posta fondata nel 1927, che deve il suo nome al crespino selvatico che cresce in abbondanza nella zona. Tempo libero a disposizione. Pernottamento


Martedì 10
El Calafate. Ghiacciaio Perito Moreno. Parque Nacional Los Glaciares (Argentina) (B,L)

Prima colazione. Poi partenza per una escursione alla scoperta dell´imponente Ghiacciaio Perito Moreno, il più grande ghiacciaio del mondo, che si trova all´interno del meraviglioso Parque Nacional Los Glaciares. Grazie a condizioni naturali particolarmente favorevoli, il Glaciar Moreno è no dei pochissimi ghiacciai ancora oggi in espansione, anche se la posizione topografica ostacola una grande espansione. L´enorme ghiacciaio si spinge oltre le acque del lago Argentino fino a raggiungere la riva opposta, generando una barriera che ferma il flusso del fiume Brazo Rico e comportando un notevole e progressivo innalzamento del livello delle acque del lago Argentino. La pressione delle acque del lago, a sua volta, provoca la rottura del ghiacciaio. Si assiste a un incredibile spettacolo naturale. Enormi blocchi di ghiaccio si staccano continuamente dalla parete del ghiacciaio precipitando nel Canal de los Tempanos (Canale degli Iceberg). Si può apprezzare la stupefacente bellezza di questo fenomeno in totale sicurezza, percorrendo uno dei molteplici sentieri panoramici che si trovano proprio di fronte al Ghiacciaio Moreno. Pranzo al ristorante. Rientro a El Calafate e sistemazione in Hotel. Pernottamento


Mercoledì 11
El Calafate - Buenos Aires (Argentina) (B,L)

Prima colazione. Poi si incomincia una meravigliosa escursione in fuoristrada nella steppa della Patagonia. Si possono ammirare impressionanti paesaggi vergini. Luoghi esclusivi, dove anche la presenza dell´uomo è rarissima. Si percorrono piste lontane dai soliti percorsi battuti, per immergersi nel mistico silenzio di questa landa affascinante e desolata. Lungo il percorso si visitano i villaggi di Balcòn de El Calafate, Aguja Innominata, Ruta de la India Dormida, Vuelta de la Colonia, Sierra Bayas de la Leona. Si rientra in Hotel per il pranzo. Nel pomeriggio trasferimento all´aeroporto per imbarcarsi su un volo in partenza alle ore 17:30 per Buenos Aires, dove si prevede di atterrare alle ore 20:30. Trasferimento in Hotel. Pernottamento


Giovedì 12
Buenos Aires. Fiesta Gaucho. Buenos Aires by night (B,L)

Prima colazione. Poi ci si dirige nelle campagne appena fuori dalla capitale per incontrare i "gauchos" nel loro ambiente originario. Si attraversa la "pampas", la vera culla del "gaucho" per conoscere da vicino la loro ricca cultura e le loro tradizioni, meravigliosamente narrate dallo scrittore Jose Hernandez nel suo famoso "Martin Fierro". Visita di una tipica Estancia nella provincia di Buenos Aires dove il benvenuto è accompagnato da deliziose e immancabili "empanadas" argentine e da un gustoso "asado criollo" (barbecue) preparati secondo le ricette tradizionale e innaffiati da ottimi da vini locali. Dopo pranzo si assiste ad uno spettacolo folkloristico locale e a una dimostrazione delle abilità dei "gauchos". Rientro in città per una visita "by night" di Buenos Aires, famosa per la sua movimentata vita notturna. I "Porte?os" (letteralmente "abitanti del porto"), come si fanno chiamare gli abitanti della capitale, amano cenare tardi e vivere la città sino a notte fonda. La visita si concentra sugli aspetti culturali e sociale tipici della luccicante capitale argentina. Si possono ammirare, fra le tante cose, la storica "A", la prima linea metropolitana costruita in Sudamerica, il quartiere portuale Puerto Madero e la vivace zona di Recoleta, dove si può finire in bellezza con un cocktail locale. Sistemazione in Hotel. Pernottamento


Venerdì 13
Buenos Aires – Italia (B)

Prima colazione. Poi trasferimento all´aeroporto per imbarcarsi su un volo di linea Iberia, via Madrid, per rientrare in Italia. Partenza del volo alle ore 14:10. Arrivo in Italia previsto per la mattina successiva.


Sabato 14
Arrivo in Italia

Arrivo in Italia previsto in mattinata.


Unica data di partenza:
Giovedì 29 dicembre 2005


Data dell´incontro con Mario Tozzi:

L´incontro con Mario Tozzi si tiene a Milano, Mercoledì 21 dicembre. Il luogo e l´orario vengono comunicati ai clienti che acquistano il viaggio.


MARIO TOZZI (Biografia)
Primo Ricercatore del C.N.R. e geologo

Mario Tozzi, geologo e Primo Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, si occupa dell'evoluzione geologica del Mediterraneo (in particolare del settore adriatico-ellenico) e studia le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano. In pratica, se vede una piega o una faglia si eccita e cerca di capire cosa è stato e quando (mentre assai meno riesce a preoccuparsi del perché).
Laureato con lode in Scienze Geologiche presso "La Sapienza" di Roma, ha seguito il cursus accademico diventando Dottore di Ricerca nel 1989, Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel 1988 e Primo Ricercatore, sempre del CNR, nel 1999. Attualmente lavora presso l'Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (IGAG) di Roma. Ha studiato per un anno a Parigi presso un laboratorio all'avanguardia nel paleomagnetismo. Nel campo della ricerca è autore di circa 70 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 70 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Collabora con le Università di Roma "La Sapienza" e "Roma Tre", nell'ambito dei corsi di Geologia, Rilevamento Geologico e Geologia Strutturale. Inoltre è correlatore di tesi di laurea e di tesi di dottorato ed è membro nelle commissioni di esame. Tiene corsi di aggiornamento annuali per gli insegnanti di Scienze.


Divulgatore

Dal 1996 si occupa di divulgazione delle scienze geologiche, naturali e ambientali attraverso i mezzi di diffusione radiotelevisiva, la carta stampata, i libri e i sussidi audiovisivi. Effettua revisioni scientifiche e redazione di testi per documentari, ha commentato regolarmente per otto anni tematiche geologiche e ambientali come esperto in studio per il quotidiano televisivo Geo & Geo ed è stato consulente e inviato per il settimanale King-Kong di RaiTre. Dal 2003 è inviato ed esperto per Che tempo che fa su Rai tre. Dal 2000 conduce il settimanale GAIA - il pianeta che vive (prima serata di RaiTre) di cui è anche autore e consulente scientifico.
Nel passato ha condotto La Via Francigena (nell'ambito degli "Itinerari delle Spirito") per Rai Giubileo-RaiTre (2000) e circa 150 documentari dalle città italiane per RaiInternational (1998-1999). E' spesso ospite di molte trasmissioni televisive, sia Rai che Mediaste, per commentare eventi legati all'ambiente e alla Terra in generale. Non disdegna mescolarsi in trasmissioni apparentemente molto diverse dalle sue. Collabora con emittenti radiofoniche e con alcune rubriche di Radio Rai.
La Federazione Italiana di Scienze della Terra (FIST) lo ha nominato coordinatore della divulgazione delle Scienze della Terra in Italia e il CNR lo delega alla diffusione delle conoscenze scientifiche portate avanti dall'Ente. Anche per questi scopi istituzionali ogni anno tiene decine di conferenze e seminari in giro per l'Italia.


Scrittore

Ha scritto quattro libri a mezza strada fra il saggio e il racconto e due libri di testo di Scienze della Terra adottati nelle le scuole superiori. Collabora a National Geographic (edizione italiana), a Newton, a Consumatori (rivista delle coop) e a La Stampa; fa parte del comitato di redazione de L'indice. Nel novembre 2004 Rizzoli ha pubblicato il libro Gaia, viaggio nel cuore d´Italia.

Prezzi

Quota: Euro 4.950,00 a persona
Supplemento sistemazione camera singola Euro 810,00
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza.
Numero minimo di partecipanti: 10


La quota comprende:

- Volo internazionale di linea Iberia: Italia/Santiago del Cile – Buenos Aires/Italia in classe Economy
- Volo interno Santiago del Cile/Punta Arenas
- Volo interno Punta Arenas/Porvenir
- Volo internazionale Porvenir/El Calafate
- Volo interno El Calafate/Buenos Aires
- Tutti i transfer aeroporto/Hotel
- Alloggio in camera doppia tipo standard presso Hotel caratteristici e confortevoli
- Prime colazioni, pranzi e cene come specificato nel programma (B; L; D)
- Trasferimenti via terra lungo tutto l´itinerario con mezzo provato dedicato
- Guida Turistica Professionale bilingue (inglese/spagnolo) lungo tutto l´itinerario
- Fee di ingresso a Parchi Nazionale e siti di interesse.
- Assicurazione bagaglio, spese mediche e assistenza sanitaria


La quota non comprende:

- Pranzi non menzionati, bevande, mance
- Spese personali di qualunque genere
- Tutto quanto comunque non specificato nel programma

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Richiesta Informazioni

invia

Contattaci

destinazioni

sezione approfondimenti