Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Azonzo in Yemen con Mario Tozzi


Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un tour spettacolare accompagnato da una guida d'eccezione

26 dicembre 2005 - 06 gennaio 2006

Proponiamo un itinerario per ammirare il favoloso deserto Ramlat al Sabatain, la capitale Sanaa e Shibam, due perle architettoniche dichiarate Patrimonio dell´Umanità dall´UNESCO, e il leggendario villaggio fortificato di Shihara, con il suo spettacolare ponte.

chiedi informazioni

Descrizione


All´interno del progetto"Azonzo con Mario Tozzi", proponiamo un viaggio veramente unico e spettacolare in Yemen, tra le zone più interessanti del mondo dal punto di vista culturale, etnico, naturalistico e archeologico. Mario Tozzi ha collaborato con Azonzo Travel alla stesura del programma di viaggio, e alla scelta dei luoghi di maggiore interesse da visitare. Inoltre, prima di partire i clienti che acquistano il viaggio partecipano a un incontro con Mario Tozzi, durante il quale hanno la possibilità di confrontarsi personalmente con lui sui temi legati al viaggio. In questa occasione viene consegnato ai clienti anche del materiale scientifico redatto personalmente da Mario Tozzi, in modo da fornire ai viaggiatori spunti di approfondimento e di maggiore studio delle tematiche scientifiche legate al viaggio.

Programma

Lunedì 26 dicembre
Italia – Sanaa

Partenza dall´Italia in mattinata con un volo di linea Lufthansa via Francoforte, e arrivo previsto a Sanaa alle ore 22:50. Accoglienza e assistenza in aeroporto. Trasferimento in Hotel. Pernottamento


Martedì 27 dicembre
Sanaa

Prima colazione. Poi intera giornata dedicata alla visita di Sanaa, splendida capitale, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell´Umanità dall´UNESCO. Si visita il museo nazionale, che contiene reperti degli antichi regni di Saba, Marib, Main e Himyar. Si percorre la città vecchia, racchiusa entro le antiche mura. Un intrigo di case a torre monofamiliari, costruite nel tipico stile yemenita: i piani bassi in pietra, i piani alti in mattoni e fango; decorate con motivi ornamentali in marmo e gesso, dalle finestre in alabastro e vetro colorato. Innumerevoli minareti si innalzano sopra i tetti delle case. Pranzo. Ci si immerge poi nel grande suq che, dalla porta di Bab al Yemen, si estende fino alla magnifica, inaccessibile, Grande Moschea, la cui costruzione iniziò durante la vita del Profeta Maometto. Si entra in un samsarah, tradizionale caravanserraglio, e si visita l´ex quartiere ebraico, con le stelle di Davide agli ingressi e le case più basse di quelle tradizionali yemenite. Infine, una breve visita al mercato del qat, in cui tutti gli abitanti di Sanaa si approvvigionano della loro quotidiana razione di eccitanti foglioline. Cena. Pernottamento in Hotel


Mercoledì 28 dicembre
Sanaa – Baraqish - Marib

Dopo la prima colazione partenza per Marib, la capitale dell´antico regno di Saba, situata nella valle del Wadi Dhanah, sulla via carovaniera dell´incenso, ai margini del grande deserto saudita Rub al Khali (il Quarto Vuoto). Lungo la strada ci si ferma a visitare le cittadine di New Dam, Old Dam e Baraqish, conosciuta anche come Yathil, la prima capitale del regno di Ma´in. Pranzo. Giunti a Marib, si visitano le rovine del villaggio semi-abbandonato, che conserva tracce dell´antico splendore. I templi del Sole e della Luna innalzano le loro solitarie colonne semi-sommerse dalla sabbia. Ma i resti più importanti si trovano a qualche chilometro di distanza. Una grande diga, lunga 720m e alta fino a 35m, costruita dagli antichi sabei, sbarrava il corso del Wadi e, con un complesso sistema di ingegneria idraulica, consentiva di irrigare un vasto territorio. Ristrutturata più volte nel corso dei secoli, questa opera imponente ha svolto la sua funzione vitale per più di 1500 anni. Oggi, una nuova diga sta riportando nuova vita a questa regione, galvanizzata dal ritrovamento di pozzi di petrolio. Cena. Pernottamento in Hotel


Giovedì 29 dicembre
Marib – Deserto Ramlat al Sabatain – Old Shabwa - Seiyun

Partenza di buon mattino, con guida beduina e macchine fuoristrada, per compiere la splendida traversata del deserto di sabbia e dune di Ramlat al Sabatain. Prima colazione e pranzo al sacco. Si prosegue per l´ampia valle del Wadi Hadhramawt, culla della civiltà yemenita, famosa anche per l´abbigliamento spettrale delle donne che la popolano, completamente ricoperte da un caftano nero, con un cappello alto e stretto in testa, simile a quello delle fattucchiere. Lungo la strada ci si ferma a visitare la splendida città vecchia di Shabwa, l´antichissima capitale del regno di Hadhramawt, risalente a prima del 750 a.C. Si prosegue lungo la pista che corre sul fondo del wadi, punteggiata da piccole oasi, fra imponenti pareti rocciose. Si giunge a Seiyun nel tardo pomeriggio. Cena. Pernottamento in Hotel


Venerdì 30 dicembre
Seiyun – Tarim – Shibam - Seiyun

Prima colazione. Al mattino si visita la città di Seiyun, verde oasi circondata da migliaia di palme, situata al centro del wadi, fiorente nel XV sec. quando il traffico carovaniero sulla strada dell´incenso e dei profumi era più intenso. Si visita il palazzo del sultano al Katheri, forse il più sontuoso dei palazzi dello Yemen del sud, costruito su di un vecchio forte, trasformato in museo, poi la tomba di Ahmed bin Issa l´emigrante, addossata alla montagna e l´adiacente moschea, dalla caratteristica forma a zigzag. Pranzo. Si prosegue per Tarim, che fu importante centro culturale islamico di una antica setta sunnita. Qui si è sviluppato uno stile architettonico originale, con forti influenze indiane e del sud-est asiatico, generato dai flussi migratori che hanno spinto gli abitanti dell´Wadi Hadhramawt verso quelle lontane regioni. Si visita la moschea al-Muhdar, dominata da un minareto alto 50m, ed il vicino palazzo di Sayyid Omar, in stile barocco giavanese. Poco distante, Shibam, la "Manhattan del deserto", innalza i suoi straordinari grattacieli di fango. Costruita su una collina nel mezzo del Wadi, con uno splendido fronte di circa 500m, la città appare come sospesa. Lo spettacolo che si vede arrivando è magnifico, senza pari al mondo. Come Sanaa, anche Shibam rientra fra le località dichiarate Patrimonio dell´Umanità dall´UNESCO. Rientro a Seyun. Cena. Pernottamento in Hotel


Sabato 31 dicembre
Seiyun – Al Hajarayn - Wadi Daw´an - Mukalla

Prima colazione. Poi si lascia l´ampia valle del Wadi Hadhramawt, seguendo la diramazione del Wadi Daw´an. Questo percorso, che si snoda fra alte pareti di roccia sul letto sassoso del fiume, lungo la vecchia strada per Mukalla, consente di attraversare numerosi, caratteristici villaggi, dalle case estrosamente dipinte, disposti sulle due sponde del Wadi, fra i più pittoreschi dello Yemen. Nella regione si produce anche un ottimo miele, molto costoso. Il bel villaggio di Al Hajrayn è situato in corrispondenza di un´ansa, arroccato su di un ampio costone, circondato da una distesa di palme. Sif è la meta di pellegrinaggi alla tomba di Shaikhan Bin Ahmed. Venerata è anche la tomba di Ma´rouf Bajamal, nel villaggio di Bada. Il villaggio di Khureiba fu un importante centro carovaniero, per il traffico di merci fra la costa e le città della valle dell´Hadhramawt ma forse è più famoso per aver dato i natali al padre di Osama Bin Laden. Pranzo. Nel pomeriggio si raggiunge la costa del golfo di Aden ed il porto di Mukalla. Si visita la città vecchia di Mukalla e il suo frenetico porto. Cenone di gala per festeggiare l´arrivo del nuovo anno. Pernottamento in Hotel


Domenica 1 gennaio 2006
Mukalla – Sanaa – Wadi Dahar - Sanaa

Sveglia al mattino molto presto, prima colazione e trasferimento all´aeroporto per imbarcarsi sul volo in partenza alle ore 06:55 alla volta di Sanaa, dove si prevede di arrivare dopo circa un´ora di volo. Assistenza e accoglienza all´aeroporto. Si prosegue subito in direzione del Wadi Dahar, una valle molto bella e rigogliosa, costellata di villaggi e frutteti. Si visitano le splendide cittadine arroccate sulle rocce lungo il Wadi. Shibam (omonima della città famosa per i suoi grattacieli di fango), posta in una posizione spettacolare, ha un mercato molto colorato e vivace. Kawkaban incredibilmente abbarbicata ad un pendio ripidissimo, dove si possono ammirare da vicino le aquile che volteggiano nel cielo. La affascinante Thula, le cui case sono costruite su strani massi tondeggianti. Pranzo in un ristorante caratteristico. Si prosegue per visitare altre cittadine, come Hababa, Zakati e Bukur. Rientro in serata a Sanaa. Cena e pernottamento in Hotel.


Lunedì 2 gennaio
Sanaa – Ibb – Jibla - Taizz

Prima colazione. Si parte poi in direzione di Taizz. Lungo la strada si visita Ibb, posta su di un´alta collina che domina una distesa di verdi terrazzi coltivati, su cui svettano le tipiche case in pietra, costruite come vere e proprie torri. Ibb, capoluogo della provincia più fertile e piovosa dello Yemen, è disposta lungo l´asse della montagna, e conserva un fascino unico, grazie ai suoi edifici in pietra lavica con caratteristiche finestre con vetri di alabastro, incorniciate dallo stucco bianco. La città vecchia di Ibb conserva anche una bella moschea che risale agli albori dell´Islam, al tempo del secondo Califfo. Si prosegue il viaggio visitando Jibla, pittoresca cittadina posta sulla cima di un colle, alla confluenza di due wadi. Jibla fu capitale del regno della grande regina Arwa, della setta sciita dei Sulayhiti, che regnò per più di 50 anni fino al 1138 d.C. Jibla conserva tracce importanti del suo passato. Superato il ponte sul wadi, si incontra la piccola, bella moschea Qubbait Beit az-Zum, che fa da sfondo al paese. Più oltre, dopo il suq, si staglia la grande moschea della Regina Arwa, con due favolosi minareti. Si pranza, e poi nel pomeriggio si giunge a Taizz e ci si reca subito sulla sommità del Jabal Sabir, la montagna più alta di tutto il Governorato, che domina l´intera città. La montagna è intensamente coltivata, con campi terrazzati di qat e altre piante che si estendono sino ai 3006 mt della vetta. La strada si inerpica in modo ripido e il panorama che si può ammirare è veramente straordinario. Rientro in città per la cena e il pernottamento in Hotel.


Martedì 3 gennaio
Taizz – Zabid – Wadi Rima – Al Jah – Al Hudayda

Prima colazione. Poi si visita Taizz, la splendida città che fu fiorente in epoca rasulide (XIII-XV sec). Circondata da una imponente cinta muraria, intervallata da torri di guardia e da cinque porte, di cui due sopravvivono, la città vecchia si sviluppa attorno al mercato, a ridosso delle mura. Si visita la bella moschea al Ashrafiya, con i suoi due minareti rossi e bianchi e la scuola coranica, e la moschea al Modhafar, ornata da numerose cupole. Si lascia Taizz in direzione di Al Hudayda. Lungo la strada si visita la meravigliosa Zabid, città carica di storia, già sede di una grande università, nelle cui scuole venivano insegnate le dottrine di tutte le più importanti sette religiose islamiche, assieme ad altre discipline, tra cui l´algebra, la cui origine viene attribuita ad un matematico della scuola di Zabid. La città conserva 29 moschee e 53 scuole coraniche. Le più famose sono la moschea al-Asha´ir e la Moschea Grande, col suo originale sistema di archi che si sviluppano da tozze colonne. Dopo pranzo, lasciata Zabid, ci si addentra nel Wadi Rima, percorrendo il quale ci si ferma a visitare i villaggi di Al Madania, Al Tor e poi giù, sino ad Al Jah, con le sue lunghissime e affascinanti spiagge. In serata arrivo a Al Hudayda. Cena e pernottamento in Hotel


Mercoledì 4 gennaio
Al Hudayda – Manakha – Al Hajarah - Sanaa

Prima colazione. Poi visita di Al Hudayda, capitale dell´omonimo Governorato, e in particolare del suo stupefacente mercato del pesce. Si rimane affascinati dallo spettacolo della folla di venditori e compratori che urlano le contrattazioni in mezzo a tonnellate di pesce fresco ancora vivo, appena sbarcato dai pescherecci. Si riparte in direzione di Sanaa, percorrendo una bella strada di montagna, che fiancheggia le cime più alte dello Yemen. Dopo pranzo si raggiungono alcuni dei villaggi più caratteristici. Fra questi, il più suggestivo è Al Hajarah, arroccato fra i monti Haraz e Shibam, con le case a torre che sorgono dalla roccia, disposte ad anfiteatro in cima ad una ripida valle. Si giunge poi a Manakha, una cittadina dalle belle case di pietra alle pendici dei monti Haraz, in posizione dominante sulla strada che porta al Mar Rosso, al centro di una regione intensamente coltivata. Fu roccaforte e presidio militare durante l´occupazione ottomana ed è la base di partenza per raggiungere i piccoli villaggi che punteggiano le cime dei monti circostanti, fra i quali si possono ammirare Bait Al Amir, Husn Al Haymi e Al Juma. Rientro a Sanaa. Cena e pernottamento in Hotel.


Giovedì 5 gennaio
Sanaa - Shihara - Sanaa

Prima colazione. Poi si parte alla volta della indimenticabile Shihara. Lungo la strada si visita la bella città vecchia di Amran, famosa per le sue turrite case costruite per metà di pietra e metà di argilla. Si prosegue attraversando la cittadina di Huth e si pranza lungo la strada. Si giunge quindi nella spettacolare e inaccessibile Shihara, uno dei villaggi fortificati di montagna più famosi di tutto lo Yemen. Il villaggio è situato sulla cima del Monte Shihara, alto 2600 mt, e per raggiungerlo bisogna salire a bordo di fuoristrada che si arrampicano lungo una stradina ripidissima. Il batticuore dato dallo strapiombo è ampiamente ripagato dal meraviglioso panorama. Giunti poi al villaggio, si rimane senza fiato nell´ ammirare il famoso ponte di pietra, chiamato al-?adq che si alza su una gola profonda 300 mt. Il ponte, che è un vero gioiello di ingegneria del XVII secolo, è stato progettato dal famoso architetto Salah al-Yamani, e unisce due parti del villaggio costruite sulle due opposte montagne. Percorrerlo da una sensazione di fascino irripetibile. In serata, sulla via del ritorno, ci si ferma nel villaggio di Al Hana per consumare una cena a base di pesce. Arrivo a Sanaa e trasferimento in Hotel per riposarsi prima di recarsi in aeroporto.


Venerdì 6 gennaio
Sanaa - Italia

Partenza prevista alle ore 00:25 con un volo di linea Lufthansa, via Francoforte. Arrivo previsto in Italia nella mattinata.


Unica data di partenza:
Lunedì 26 dicembre 2005

Data dell´incontro con Mario Tozzi:
L´incontro con Mario Tozzi si tiene a Milano, Mercoledì 21 dicembre. Il luogo e l´orario vengono comunicati ai clienti che acquistano il viaggio.


MARIO TOZZI (Biografia)

Primo Ricercatore del C.N.R. e geologo
Mario Tozzi, geologo e Primo Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, si occupa dell'evoluzione geologica del Mediterraneo (in particolare del settore adriatico-ellenico) e studia le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano. In pratica, se vede una piega o una faglia si eccita e cerca di capire cosa è stato e quando (mentre assai meno riesce a preoccuparsi del perché).
Laureato con lode in Scienze Geologiche presso "La Sapienza" di Roma, ha seguito il cursus accademico diventando Dottore di Ricerca nel 1989, Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel 1988 e Primo Ricercatore, sempre del CNR, nel 1999. Attualmente lavora presso l'Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (IGAG) di Roma. Ha studiato per un anno a Parigi presso un laboratorio all'avanguardia nel paleomagnetismo. Nel campo della ricerca è autore di circa 70 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 70 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Collabora con le Università di Roma "La Sapienza" e "Roma Tre", nell'ambito dei corsi di Geologia, Rilevamento Geologico e Geologia Strutturale. Inoltre è correlatore di tesi di laurea e di tesi di dottorato ed è membro nelle commissioni di esame. Tiene corsi di aggiornamento annuali per gli insegnanti di Scienze.


Divulgatore

Dal 1996 si occupa di divulgazione delle scienze geologiche, naturali e ambientali attraverso i mezzi di diffusione radiotelevisiva, la carta stampata, i libri e i sussidi audiovisivi. Effettua revisioni scientifiche e redazione di testi per documentari, ha commentato regolarmente per otto anni tematiche geologiche e ambientali come esperto in studio per il quotidiano televisivo Geo & Geo ed è stato consulente e inviato per il settimanale King-Kong di RaiTre. Dal 2003 è inviato ed esperto per Che tempo che fa su Rai tre. Dal 2000 conduce il settimanale GAIA - il pianeta che vive (prima serata di RaiTre) di cui è anche autore e consulente scientifico.

Nel passato ha condotto La Via Francigena (nell'ambito degli "Itinerari delle Spirito") per Rai Giubileo-RaiTre (2000) e circa 150 documentari dalle città italiane per RaiInternational (1998-1999). E' spesso ospite di molte trasmissioni televisive, sia Rai che Mediaste, per commentare eventi legati all'ambiente e alla Terra in generale. Non disdegna mescolarsi in trasmissioni apparentemente molto diverse dalle sue. Collabora con emittenti radiofoniche e con alcune rubriche di Radio Rai.

La Federazione Italiana di Scienze della Terra (FIST) lo ha nominato coordinatore della divulgazione delle Scienze della Terra in Italia e il CNR lo delega alla diffusione delle conoscenze scientifiche portate avanti dall'Ente. Anche per questi scopi istituzionali ogni anno tiene decine di conferenze e seminari in giro per l'Italia.


Scrittore

Ha scritto quattro libri a mezza strada fra il saggio e il racconto e due libri di testo di Scienze della Terra adottati nelle le scuole superiori. Collabora a National Geographic (edizione italiana), a Newton, a Consumatori (rivista delle coop) e a La Stampa; fa parte del comitato di redazione de L'indice. Nel novembre 2004 Rizzoli ha pubblicato il libro Gaia, viaggio nel cuore d´Italia.

Prezzi


Quota: Euro 2.950,00 a persona
Visto: Euro 90,00 a persona (tempo di rilascio 7gg)
Supplemento sistemazione camera singola Euro 220,00
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 20 gg. prima della partenza
Numero minimo di partecipanti: 10


La quota comprende
:
- Volo internazionale Lufthansa a/r Italia – Sanaa in classe Economy
- Volo interno Mukalla - Sanaa
- Tutti i transfer aeroporto/Hotel
- Alloggio in camera doppia tipo standard presso Hotel 4*
- Pensione completa
- Trasferimenti privati via terra lungo tutto l´itinerario a bordo di Toyota Land Cruiser 4x4
- Guida Turistica Professionale parlante inglese lungo tutto l´itinerario
- Fee di ingresso a musei e ai siti
- Assicurazione bagaglio, spese mediche e assistenza sanitaria


La quota non comprende
:
- Bevande, mance
- Spese personali di qualunque genere
- Tutto quanto comunque non specificato nel programma

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Chiedi Informazioni

+39 02 3651 3294
invia

parlano di noi

Testate giornalistiche

PARTI CON NOI!
CONTATTACI SUBITO
PER INFORMAZIONI

destinazioni

sezione approfondimenti