Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Azonzo in Iran con Fiorenza Ferretti

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un tour interessante per scoprire l'antica Persia

6 - 16 aprile 2011

Proponiamo un itinerario per scoprire il Deserto di Kalut, i siti archeologici di Persepoli e Pasargade, fino a raggiungere l'antica città di Yazd e le moschee di Isfahan.

richiedi informazioni

Descrizione

Durante questo viaggio si visitano i principali musei della capitale Tehran; Kerman, famosa per la produzione di tappeti; i “Castelli di sabbia” del Deserto di Kalut, Rayen la più suggestiva città in mattoni di fango, e Shiraz patria di celebri poeti iraniani e una delle città più importanti nel mondo medievale islamico. Si prosegue con Persepoli, sito archeologico più famoso del Paese, la vallata con le tombe dei re di Naqsh-e-Rostam, Pasargade con la sua famosa Tomba di Ciro, Yazd, il cui centro storico in mattoni di fango è uno dei più antichi al mondo, Isfahan con le sue moschee blu e i maestosi ponti, l’antico villaggio di Natanz, e infine la famosa oasi di Kashan. Un viaggio per scoprire magnifiche vestigia di antiche città, gloriose moschee, mausolei e musei di un Paese affascinante come l’Iran.

Programma

Giorno 1: Mercoledì 6 aprile
Italia - Tehran
Partenza dall’Italia per Tehran.

 

Giorno 2: Giovedì 7 aprile
Tehran - Kerman
Arrivo in primissima mattinata all’aeroporto di Tehran. Accoglienza e trasferimento al Laalé hotel. Tempo a disposizione per riposare. Prima colazione e successiva visita dei musei di Tehran, capitale dell’Iran. Durante l’escursione si visita il Museo Nazionale, il museo più importante del Paese che fu fondato nel 1937 e mostra sia oggetti venuti alla luce in recenti scavi che quelli che rappresentano i periodi di grande splendore dell’impero persiano. Si prosegue con il Museo del Vetro e della Ceramica: costruzione risalente al periodo del regno dei qagiari che originariamente era una residenza privata di una ricca famiglia persiana. Circondato da un meraviglioso giardino, fu sede dell’ambasciata Egiziana prima che diventasse museo nel 1976. Gli oggetti che si possono ammirare al suo interno risalgono ad un periodo che va dal 2000 a.C al 1800. Infine il Museo dei Tappeti, che raccoglie manufatti cittadini e nomadi dal XVI al XX secolo. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo per Kerman. All’arrivo accoglienza e trasferimento al Pars Hotel. Cena e pernottamento.

 

Giorno 3: Venerdì 8 aprile
Kerman – Rayen - Mahan – Kalut
Prima colazione e partenza per la visita di Rayen che, dopo il terremoto di Bam, è rimasta la più suggestiva città in mattoni di fango dell’Iran. Successivamente si continua in direzione di Mahan che ospita uno stupendo mausoleo, il Aramgah-e Shah Ne’matollah Vali, risalente al XV sec, è famoso per le sue piastrelle e le sette porte indiane alcune con intarsi in avorio. Si prosegue con la visita del Giardino di Bagh-e Shahzde, di epoca qagiara. Il palazzo una volta era una residenza principesca, e nel giardino sono presenti numerosi corsi d’acqua. Successiva partenza per Kalut, deserto del Dasht-e-Lut, e visita dei “castelli di sabbia”, bizzarre formazioni naturali uniche al mondo causate dall’erosione eolica. Il paesaggio è spettacolare soprattutto all’alba e al tramonto. Cena e pernottamento in tenda in campo fisso.

 

Giorno 4: Sabato 9 aprile
Kalut - Kerman
Prima colazione e successivo rientro a Kerman, capitale dell’omonima provincia e situata sull’antica rotta delle carovane al confine con il Pakistan, è famosa per la sua produzione di tappeti. All’arrivo visita della città durante la quale si ammira la Moschea del Venerdì, edificio imponente che risale al XIV secolo, si prosegue la visita con l’antico bagno turco di Hammum-e Ganjali Khan al cui interno sono raffigurate scene di vita quotidiana e grazie a figure umane in cera ritratte in pose diverse e indumenti tipici per ogni genere di attività viene ricreata l’atmosfera che regnava nell’hammam. Infine visita del caravanserraglio di Shafi Abad. Rientro a Kerman, sistemazione al Pars Hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 5: Domenica 10 aprile
Kerman – Shiraz
Prima colazione e partenza per Shiraz, la città più importante nel mondo medievale islamico. Lungo il tragitto si possono ammirare paesaggi di montagna, il lago salato di Maharlu passando per la rigogliosa cittadina di Estahbanat famosa per le coltivazioni di fichi e mandorle. Successivamente visita al Palazzo sassanide di Bahram V a Sarvestan che risale al V secolo d.C. Arrivo in serata a Shiraz: questa bellissima città è immersa nei suoi roseti, giardini di aranci e viali alberati, è particolarmente attraente in primavera e autunno. Patria di celebri poeti iraniani come Sa’di e Hafez, esisteva già ai tempi degli achemenidi, ma iniziò a svilupparsi sotto i Safavidi nel XVI secolo e poi sotto la dinastia Zand. Sistemazione presso il Pars hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 6: Lunedì 11 aprile
Shiraz – Persepoli – Naqsh –e Rostam - Shiraz
Prima colazione e partenza in prima mattina per Persepoli, sito archeologico più famoso del Paese, testimonianza di uno dei più importanti imperi della storia: quello degli Achemenidi. All’arrivo visita del. Palazzo di Dario situato su una piattaforma al lato del Palazzo Apadana dove Dario il Grande teneva le sue udienze. Il Palazzo di Apadana è raggiungibile tramite la famosa Porta di Serse, ricoperta di iscrizioni e intagli in elamita e in altre lingue antiche Le decorazioni a rilievo del Palazzo di Dario raffigurano in modo dettagliato lo svolgersi della vita quotidiana dei regnanti. Si prosegue con la visita alle tombe dei re achemenidi e ai rilievi sassanidi di Naqsh-e-Rostam, considerata la vallata dei re in quanto tutti i grandi re persiani scelsero come luogo di sepoltura questa gola rocciosa nei pressi di Persepoli. Pranzo e nel pomeriggio visita di Shiraz: la Moschea Nasir al Molk (“moschea rosa”) è il primo esempio di moschea in cui alle varie tonalità di blu, bianco e verde, si aggiungono il giallo e soprattutto il rosa. Quest’ultimo colore dona un senso di leggerezza, allegria e femminilità all’edificio. Infine visita alla Scuola coranica del XVII secolo e al Bazar-e Vakil , uno dei più impressionanti e colorati del Paese. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 7: Martedì 12 aprile
Shiraz – Pasargade - Yazd
Prima colazione e partenza per visitare l’area archeologica di Pasargade e visita della Tomba di Ciro, situata sopra una sorta di gradinata e costruita sul modello di una ziggurat mesopotamica. Si prosegue in direzione di Yazd, la città vecchia (fahadan) è riconosciuta dall’Unesco come una delle più antiche al mondo, un vero e proprio museo a cielo aperto. Sistemazione presso il Moshir al Molk. Cena e pernottamento.

 

Giorno 8: Mercoledì 13 aprile
Yazd – Nain - Isfahan
Prima colazione e successiva visita della città. Durante l’escursione si visita il Tempio del Fuoco di Zoroastro, il giardino di Dolat Abad, la Moschea del Venerdì i cui punti forza sono i suoi minareti e il suo portale: fu costruita sul sito di un Tempio di Fuoco zoroastriano, ed eretta per volontà della moglie dell’allora governatore di Yazd e divenne uno dei monumenti religiosi più belli del Paese. Si prosegue la visita con le Torri del Silenzio: qui i sacerdoti portavano i corpi dei defunti che venivano esposti in cima alle torri per essere ripuliti da qualsiasi impurità grazie all’opera degli avvoltoi e di altri uccelli rapaci che ne mangiavano le carni., questa usanza rimase in uso in Iran fino al 1978. Durante la visita della città inoltre è possibile ammirare ovunque i badgirs, o torri del vento, che si ergono dal tetto di ogni singola abitazione. I badgirs sono antichi sistemi di condizionamento che catturano l’aria, la incanalano in profondità prima di portarla nelle stanze, producendo così all’interno delle abitazioni, una fresca ventilazione. Pranzo durante l’escursione. Nel primo pomeriggio partenza verso Isfahan. Lungo il tragitto sosta per la visita di un caravanserraglio e visita di Nain, con il suo villaggio di Mohammadieh e i sotterranei di tessitura della lana di cammello e dei pregiati tappeti costituiti da un intreccio misto di cotone, lana e seta. Arrivo a Isfahan, sistemazione presso il Abbassi Hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 9: Giovedì 14 aprile
Isfahan
Prima colazione e visita della città di Isfahan, conosciuta come la metà del mondo, è la città più famosa del Paese dove si concentrano più di 1000 anni di architettura persiana. Durante la giornata si visitano: la Moschea del Venerdì, uno dei gioielli più preziosi dell’Iran, fu costruita nell’anno 1000 e rappresenta un riassunto architettonico della storia del Paese, dal periodo selgiuchide all’era attuale; la Piazza Khomeini con la moschea dell’Imam considerata come la perfezione dell’architettura persiana – islamica, è ricoperta sia all’esterno che all’interno da mosaici colorati. Le sue dimensioni sono incredibili, con un portale alto 30 metri e due minareti di 42 metri; la Moschea dello Sceicco Lotfollah si trova proprio di fronte al Palazzo di Ali Qapu un altro capolavoro artistico persiano. Questa moschea era anche conosciuta come la moschea delle donne visto che era collegata al palazzo di Ali Qapu da un tunnel sotterraneo che impediva che la gente comune potesse scorgerle mentre si recavano alla preghiera; la residenza delle Quaranta Colonne situata in un giardino e progettata come corte ufficiale e sala di ricevimento di Shah Abbas II. Infine si possono ammirare i vecchi e numerosi ponti della città e il famoso bazar. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 10: Venerdì 15 aprile
Isfahan – Kashan – Abianeh – Tehran
Prima colazione e partenza per la visita di Kashan, oasi famosa oltre che per i tappeti anche per la seta, la ceramica, il rame e l’acqua di rose proveniente dalle coltivazioni di Qamsar. Il Mausoleo di Shazdeh Ibrahim del periodo qagiaro è famoso per la sua cupola turchese e i minareti che spiccano da lontano. Si visitano le case tradizionali dei ricchi mercanti come quella di Borudjerd un vero e proprio capolavoro architettonico per il quale sono stati necessari diciotto anni di lavoro. Infine si giunge a Abyaneh villaggio storico ai piedi del Monte Karkass: è un paesino di tradizioni evidenti e un raro esempio di come l’uomo si sia adattato alla natura. Questo villaggio di fango e pietre risale a 1500 anni fa. Pernottamento in hotel.

 

Giorno 11: Sabato 16 aprile
Tehran – rientro in Italia
Sveglia al mattino presto e trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia.

 

Voli interni previsti durante il programma: Tehran - Kerman

 

Una sola data di partenza: 6 aprile 2011

 

FIORENZA FERRETTI (Biografia)
Fiorenza Ferretti nasce a Pontedera (Pisa) nel 1960 e si laurea all’università di Pisa in lettere classiche, indirizzo archeologico-orientalistico. Giornalista professionista dal 1990, ha lavorato per alcuni importanti gruppi editoriali italiani, e collaborato con quotidiani e periodici nazionali. Attualmente collabora con riviste scientifiche italiane e francesi specializzate in archeologia del Sahara. I suoi articoli sono apparsi su: Sahara Journal, Africa (Rivista dell'ISIAO, Istituto italiano per l'Africa e l'Oriente), "Le Saharien" (Associazione La Rahla, Amicale des Sahariens), "Cahiers dell'AARS" (Association des Amis de l'Art Rupestre Saharien). Ha curato inoltre, per l'editore Giunti, una raccolta di Fiabe tuareg pubblicata nel 2002 e da una diecina di anni cura il supporto culturale di viaggi-spedizione in Africa per conto di operatori turistici specializzati. Ha viaggiato a lungo nei paesi della fascia sahariana e subsahariana. Svolge attività di ricerca sulla letteratura di viaggio al femminile, aspetti etnografici ed archeologici dei paesi africani, leggende etniche. È esperta di archeologia del vicino Oriente e del Sahara, in particolare si occupa di monumenti preistorici. Vive a Venezia con il marito Piero Spanio, guida sahariana, e sua figlia di 11 anni, Nella Aisha.

Prezzi

Quota: euro 3.000,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro  450,00

Visto consolare: euro 150,00 (è incluso il costo della pratica)
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Guida Turistica Professionale iraniana parlante italiano lungo tutto l’itinerario
Guida esperta italiana in partenza dall’Italia con il gruppo (Fiorenza Ferretti)
Partenza garantita. Numero massimo di partecipanti: 10

 

La quota comprende:
- Volo interno Tehran – Kerman
- Tutti i transfer aeroporto/hotel/aeroporto
- Tutti i trasferimenti interni in middle bus, come da programma
- Tutti i pernottamenti in hotel a 5 stelle, tranne in campo nel Deserto di Kalut
- Tutte le escursioni e ingressi
- Trattamento di pensione completa
- Guida locale in lingua italiana, Fiorenza Ferretti tour leader esperto dall’Italia durante tutto il viaggio
- Assicurazione medica e bagaglio

 

La quota non comprende:
- Volo internazionale Italia/Tehran/Italia  (quotazione su richiesta) 
- Visto consolare d’ingresso (costo esplicitato a parte)

- Assicurazione annullamento viaggio
- Bevande, mance, e spese personali di ogni genere
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Richiesta Informazioni

invia

Contattaci

mappa itinerario


Visualizza Azonzo in Iran in una mappa di dimensioni maggiori

destinazioni

sezione approfondimenti