Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Mongolia - Trekking a cavallo sulle orme di Gengis Khan


Un viaggio per esplorare le sconfinate steppe mongole a dorso di cavallo

Proponiamo un viaggio per visitare i luoghi importanti legati alla vita di Gengis Khan, a dorso del tipico cavallo mongolo. Durante il trekking a cavallo si ha modo di vivere a contatto con la natura selvaggia e conoscere la popolazione nomade. Il cavallo mongolo è una razza caratterizzata da una corporatura robusta, zampe forti e testa grande. Questi cavalli sono di taglia piccola, ma nonostante ciò possono percorrere fino a 10km senza interruzione. Un viaggio per gli amanti dei cavalli che desiderano scoprire la cultura e la storia di Gengis Khan.

Prezzo su richiesta

Attenzione questo programma di viaggio è solo un esempio.
Chiedici un viaggio su misura!

richiedi informazioni

Programma

Giorno 1
Italia – Ulaanbaatar
Partenza dall’Italia, pernottamento a bordo.

 

Giorno 2:
Ulaanbaatar
Arrivo a Ulaanbaatar, accoglienza e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio si visita la capitale, in particolare il monastero buddista di Gandan, che è il più importante della Mongolia. All'interno del complesso del Gandan si visita il tempio Migjid Janraisag, in cui si trova un'imponente statua (alta 26 metri) dorata del Buddha. Infine visita al Museo di Storia Nazionale per saperne di più sui differenti popoli e sulla storia di questo paese al Museo di Storia Nazionale. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Giorno 3:
Ulaanbaatar – Lago Khokh
Prima colazione e partenza in direzione est verso l’imponente statua di Gengis Khan. È alta 40 metri e si vede da lontano l’eroe mongolo a cavallo, con la spada dorata. Proseguendo si giunge al piccolo lago Khokh, dove Gengis Khan è stato nominato “Khan dei Mongoli” nel 1189. Qui si incontrano i cavalli e i cavalieri che effettuano un briefing sul viaggio e raccontano fatti salienti sulla storia del Paese. Cena e pernottamento in gher tradizionale.

 

Giorno 4:
Lago Khokh – trekking a cavallo
Prima colazione e inizio del trekking a cavallo, sulle orme di Gengis Khan. Lungo il tragitto si ha modo di incontrare una famiglia nomade di allevatori di cavalli, con possibilità di assaggiare i prodotti tipici caseari e cenare con il tradizionale barbecue mongolo (con pietre ardenti). Pernottamento in gher tradizionale

 

Giorno 5:
trekking a cavallo – Jamukha
prima colazione e partenza in direzione della città natale di Jamukha, il miglior amico di Gengis Khan, nonché il capo del clan. Cena tipica mongola intorno al fuoco. Pernottamento in gher tradizionale.

 

Giorno 6:
Jamukha – Monastero Bereeven
Prima colazione e proseguimento del trekking. Durante il percorso si attraversa un bellissimo paesaggio fino ad arrivare al monastero di Bereeven, eretto nel XVII secolo e circondato da tredici alte montagne. A quei tempi circa 5000-6000 monaci buddisti vi abitavano e studiavano. Cena e pernottamento in tenda.

 

Giorno 7:
Monastero Bereeven – Fiume Kherlen
Prima colazione e partenza in direzione della valle del fiume Kherlen. Si dice che Gengis Khan fosse solito bere l’acqua di questo fiume quando tornava nella sua terra natale. Visita a una famiglia nomade per vedere da vicino come si svolge la loro vita quotidiana. Cena e pernottamento in tenda.

 

Giorno 8:
Fiume Kherlen – Mura di Ugluch
Prima colazione e continuazione del trekking verso le rovine di Ugluch, dove si narra che che Gengis Khan abbia vissuto per qualche tempo. Qui vi sono numerose tombe antiche e pietre sacre. Sistemazione in tenda e termine del trekking a cavallo. Cena e pernottamento in tenda.

 

Giorno 9:
Mura di Ugluch - Parco Nazionale
Prima colazione e partenza a bordo di un fuoristrada in direzione del Parco Nazionale del XIII secolo. Si tratta di un vero e proprio museo vivente. Al suo interno sono stati riprodotti momenti della vita mongola di quell’epoca: il villaggio degli artigiani, degli sciamani, degli studiosi, ecc. Visita a una famiglia nomade con possibilità di imparare i loro giochi di società e fare un escursione a dorso dei cammelli. Sistemazione in campo, cena e pernottamento in gher tradizionale.

 

Giorno 9:
Parco Nazionale – Ulaanbaatar
Prima colazione e rientro nella capitale mongola. Successiva visita del  “Palazzo d’Inverno”, complesso di architettura tipica e antica residenza dell’ultimo Khan. In serata è possibile assistere ad uno spettacolo folcloristico. Sistemazione in hotel cena e pernottamento.

 

Giorno 10:
Ulaanbaatar – rientro in Italia
Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per imbarcarsi sul volo di rientro in Italia.

Richiesta Informazioni

invia

Contattaci

destinazioni

sezione approfondimenti