Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Azonzo in Sudafrica

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un'occasione unica per partecipare al Freedom Day

14 - 27 giugno 2009

Proponiamo un itinerario interessante per conoscere la storia dell'Apertheid con Pretoria e Soweto, inoltre si visita il Kruger National Park. Si continua poi con lo stato dello Swaziland e si visita Cape Town con le sue bellezze naturali.

chiedi informazioni

Descrizione

Durante questo affascinante viaggio si visita Pretoria, la città boera dove nacque nel 1948 l’Apartheid, conosciuta anche come la Jacaranda City; Soweto la più grande township del Sudafrica dove si assiste alla celebrazione del Freedom Day presso l’Hector Pieterson Memorial in ricordo ai caduti durante le lotte per l’emancipazione; il Kruger National Park uno dei parchi naturali più grandi e più vecchi del mondo; l’Hazyview area che si raggiunge attraverso la suggestiva Panorama Route per avvicinarsi alla cultura shangana. Si prosegue visitando il piccolo ma vario stato dello Swaziland, si rientra in Sudafrica per visitare il Lago Jozini e effettuare un safari all’interno della riserva Mkuzi. Infine si raggiunge Cape Town, situata in una delle baie più scenografiche al mondo per percorrere la winelands, famosa per la produzione del vino più rinomato del Sudafrica e per ammirare la spettacolare Table Mountain e la Robben Island. Si termina il viaggio con un’escursione alla Penisola del Capo dove si visita la riserva naturale Cape of Good Hope.

Programma

Giorno 1: Domenica 14 giugno
Italia – Johannesburg

Partenza dall’Italia con il volo di linea in serata e pernottamento a bordo.


Giorno 2: Lunedì 15 giugno
Italia – Johannesburg – Pretoria – Johannesburg

Partenza dall’Italia con il volo di linea. All’arrivo all’aeroporto accoglienza e partenza in direzione di Pretoria, capitale amministrativa del Sudafrica, conosciuta anche come la Jacaranda City. Al contrario di Johannesburg si presenta come una città boera dove in passato nacque l’apartheid. All’arrivo visita orientativa della città che include il Voortrekker Monument considerato un luogo sacro da molti Afrikaner (boeri). Fu eretto per commemorare le imprese dei boeri e ricorda in particolare la battaglia di Blood River del XIX secolo in cui i boeri sconfissero gli Zulu. Si prosegue la visita della Church Square in cui è situata la statua di Paul Kruger presidente della repubblica del Sudafrica, la piazza è circondata da alcuni edifici tra cui il Palazzo di Giustizia e il Parlamento, l’Old Roadsaal. Si visitano infine gli Union Buildings, progettati dall’architetto Sir Herbert Baker e sede centrale del governo. Pranzo presso l’Harries Pancake. Rientro a Johannesburg e cena presso il famoso ristorante Moyo’s Melrose Arch. Sistemazione presso il Garden Court Sandton City o similare. Pernottamento.


Giorno 3: Martedì 16 giugno
Johannesburg – Soweto – Johannesburg

Prima colazione. Giornata interamente dedicata al tour di Soweto, area urbana della città di Johannesburg. È la più grande township del Sudafrica e ha avuto un ruolo fondamentale nella storia della lotta all'apartheid. La storia di Soweto ha la propria origine nell'apertura delle miniere d'oro nei pressi di Johannesburg, nel 1886. La richiesta di manodopera fece si che moltissimi lavoratori neri confluissero nell'area. Fin dall'inizio, i neri furono sistemati in aree periferiche come Brickfields. Nel 1904, ufficialmente per contenere un'epidemia di peste, il governo trasferì tutti i neri e gli indiani di Brickfields a Klipspruit, una zona al di fuori dei confini municipali di Johannesburg, in quella che viene talvolta descritta come una sorta di anticipazione dell'apartheid. Altre due aree furono riservate ai neri nel 1918, una a est e una a ovest della città. Durante la giornata si ha la possibilità di visitare Vilikazi Street dove nacquero i due premi nobel per la pace: il presidente Nelson Mandela e l’arcivescovo Desmond Tutu. Si visita inoltre l’Hector Pieterson Memorial, che commemora il giovane diventato icona della lotta all’Apartheid dopo gli scontri del 16 giugno 1976. In questa giornata si assiste alla celebrazione che si svolge ogni anno per ricordare i giovani caduti per affermare la cultura africana (maggiori dettagli da definirsi). Durante l’escursione si ha modo di comprendere e avvicinarsi alla vita e alla cultura locale. Nel pomeriggio visita del Museo dell’Apartheid che ricostruisce con precisione agghiacciante l'era in cui in Sudafrica vigeva l'apartheid. Tutto è raccontato in modo particolareggiato e la filosofia dell'apartheid viene sondata in tutti i suoi aspetti più disumani. È uno dei musei più toccanti del Sudafrica. Il museo illustra la vita di molti sudafricani nell'era dell'apartheid per mezzo di film, testi, registrazioni e resoconti dal vivo, che forniscono una visione esauriente della struttura, dell'applicazione e infine dell'abolizione del sistema stesso. Pranzo presso il ristorante Wandies. Rientro a Johannesburg e tempo a disposizione. Cena presso il Butcher Shop and Grill (ristorante nei pressi dell’hotel, trasferimento a piedi senza guida). Pernottamento in hotel.


Giorno 4: Mercoledì 17 giugno
Johannesburg – Kruger National Park

Prima colazione e successiva partenza per raggiungere il Parco Nazionale del Kruger. Il parco è uno dei più famosi al mondo, oltre ad essere uno dei più grandi e vecchi. Esso racchiude una varietà di paesaggi ed ecosistemi ciascuno dei quali favorisce un particolare gruppo di specie. All’arrivo sistemazione presso il Kapama River Lodge o similare. Pranzo presso il lodge. Nel pomeriggio safari all’interno del parco per scoprire le bellezze naturali offerte da questa riserva unica. Rientro in lodge, cena e pernottamento.


Giorno 5: Giovedì 18 giugno
Kruger National Park

Prima colazione e giornata dedicata al safari durante il quale si possono incontrare numerosissime specie animali fra i quali elefanti, leoni, leopardi, ghepardi, giraffe, ippopotami, bufali e rinoceronti neri. Pasti e pernottamento in lodge.


Giorno 6: Venerdì 19 giugno
Kruger National Park – Hazyview area – Shangana Village

Prima colazione e successiva partenza per l’Hazyview area. Lungo il tragitto si può ammirare lo splendido paesaggio della Panorama Route. All’arrivo sistemazione presso l’Hippo Hollow o similare. In serata visita allo Shangana Village, piccolo villaggio situato a nord di Hazyview e ricostruito in stile locale. Durante l’escursione è possibile visitare il mercato tipico e assistere a dimostrazioni di tecniche agricole degli shangana. Cena presso il villaggio durante la quale si ha la possibilità di assistere alle danze locali e conoscere cultura e tradizioni di questo popolo. Rientro in hotel, pernottamento.


Giorno 7: Sabato 20 giugno
Hazyview Area – Swaziland

Prima colazione e partenza per il piccolo stato delle Swaziland, rurale e disseminato da numerosi villaggi. Nonostante le sue dimensioni può vantare una vasta gamma di zone incontaminate dal punto di vista ecologico, che spaziano dalle foreste pluviali alla savana orientale. Durante il tragitto si attraversa il confine Jeep’s Reef. All’arrivo nel piccolo stato visita della comunità locale Swazi. Proseguimento fino alla Valle Ezulwini attraversando il passo Pigg’s peak. All’arrivo sistemazione presso il Lugogo Sun Hotel o similare. Pranzo durante l’escursione. Cena e pernottamento in hotel.


Giorno 8: Domenica 21 giugno
Swaziland – Lago Jozini

Prima colazione e partenza verso sud per rientrare in Sudafrica attraverso il confine Golela. Si prosegue in direzione del lago Jozini. Nel pomeriggio breve crociera sul lago situato nella riserva Pangola la più vecchia del Paese. Sistemazione presso il Ghost Mountain Inn o similare. Pranzo durante l’escursione, cena e pernottamento in hotel.


Giorno 9: Lunedì 22 giugno
Lago Jozini – Riserva Mkuzi – Durban

Prima colazione e partenza per un safari all’interno della riserva faunistica Mkuzi, ricca di oltre 350 specie di uccelli e di svariate specie animali tra cui rinoceronti, giraffe, zebre, kudu, impala. Successiva visita alla comunità Zulu nei pressi di Bethesda/Mkuze Durante il regime dell'apartheid, gli Zulu venivano considerati come cittadini di livello inferiore; oggi sono il gruppo etnico più numeroso del paese e godono degli stessi diritti degli altri cittadini sudafricani. Pranzo durante l’escursione. Nel pomeriggio si prosegue in direzione di Durban, grande città costiera che ospita uno dei porti con maggior traffico dell’Africa meridionale. All’arrivo sistemazione presso il Southern Sun North Beach o similare. Cena e pernottamento in hotel.


Giorno 10: Martedì 23 giugno
Durban – Cape Town – Winelands - Stellenbosch

Prima colazione e trasferimento in aeroporto in tempo utile per imbarcarsi sul volo per Cape Town. All’arrivo accoglienza e successiva partenza per visitare le Winelands, nome con cui è nota la zona di produzione vinicola del Sudafrica. Le vigne si incrociano a formare disegni geometrici sulla superficie delle fertili valli. Si inizia la visita con Paarl conosciuta anche come la “Perla del Capo”, situata a soli 30 minuti da Cape Town, è un importante centro vinicolo sulle rive del fiume Berg. Questa cittadina è ubicata in un paesaggio scenico in quanto si trova tra montagne di roccia granitica e lo spettacolare canyon mozzafiato chiamato Du Toits Kloof. Si prosegue in direzione di Franschhoek, conosciuta come l’angolo degli elefanti, nome dato dagli olandesi nel seicento in quanto vi avevano avvistato numerosi branchi di elefanti. La città fu fondata nel 1688 da un gruppo di coloni ugonotti francesi, che si stabilirono in questa regione per sfuggire alla repressione religiosa seguita alla revoca dell'Editto di Nantes da parte di Luigi XIV, grazie al loro lavoro furono impiantate le prime viti e fu iniziata la produzione del vino sudafricano. La cittadina è ricca di case in stile coloniale olandese del Capo, ospita un monumento dedicato agli Ugonotti e si trova immersa in un suggestivo paesaggio di montagne e vigneti. Infine si prosegue in direzione di Stellenbosch, seconda città dopo Cape Town del Sudafrica, è uno degli insediamenti meglio conservati. La città viene anche denominata “la città delle querce” a causa del grande numero di alberi che furono piantati dai suoi fondatori per adornare le strade. Durante la visita è possibile percorrere la strada dei vini con le sue numerose cantine dalle quali si producono i più rinomati vini sudafricani. Sistemazione presso il Spier Estate Hotel o similare. Cena e pernottamento.


Giorno 11: Mercoledì 24 giugno
Stellenbosch – Cape Town – Robben Island – Cape Town

Prima colazione e partenza per il rientro a Cape Town. All’arrivo visita della città e della Table Mountain, vetta alta 1073 metri situata al centro della città che offre un paesaggio incontaminato e una flora unica. Dalla sua sommità si può godere di un panorama spettacolare della città . Durante l’escursione si visita anche il Bo-Kaap conosciuto anche come il Malay Quarter, quartiere in cui vivono in prevalenza musulmani che discendono dagli schiavi portati a Cape Town dal subcontinente indiano e dall’Indonesia. Si continua la visita con il Signal Hill, la casa del Parlamento e i Company Gardens, dove si trovano gli orti creati dal fondatore della città. Si prosegue verso il lungomare V&A Waterfront, per una visita all’animato porto della città. Nel pomeriggio partenza per la Robben Island. L’isola si trova nella Table Bay, 12 km al largo di Città del Capo, e il suo nome significa "isola delle foche", con riferimento alla popolazione di otarie che si trovava sull'isola quando vi giunsero i primi europei. L'isola è stata dichiarata nel 1999 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Visita del Museo dell’isola che fu dichiarato monumento nazionale. Rientro a Cape Town e cena presso il famoso ristorante Africa Cafè. Successiva sistemazione presso il City Lodge V&A Waterfront o similare.


Giorno 12: Giovedì 25 giugno
Cape Town – Penisola del Capo – Cape Town

Prima colazione e giornata interamente dedicata al tour della Penisola del Capo. Inizialmente si attraversa la Hout Bay che si trova all'inizio della Chapman's Peak Drive, una strada panoramica che scende lungo la costa occidentale della Penisola del Capo. Chapman's Peak Drive è una delle più belle strade panoramiche del mondo, fu costruita fra il 1915 e il 1922 Da Hout Bay si prende (tempo permettendo) un traghetto per la vicina Duiker Island, celebre per la sua colonia di foche, e per l’avvistamento di uccelli. Pranzo a base di aragosta in un ristorante locale. Si prosegue con il Capo di Buona Speranza, l'estremità meridionale della Penisola del Capo, che tradizionalmente viene considerato come il punto più a sud del continente africano e come punto di separazione tra l’Oceano Atlantico e l’Oceano Indiano. La regione attorno al Capo è una riserva naturale chiamata Cape of Good Hope Nature Reserve, costituita da circa 7700 ettari lunga 40 km di costa. Creata nel 1938, la riserva ospita numerose specie di uccelli, antilopi, gnu, facoceri e babbuini. La strada che si percorre rappresenta una delle più sceniche strade del Sudafrica. Poco più a nordest si trova il punto più elevato di Cape Point che è raggiungibile in funicolare. Successiva visita al Boulder’s Beach per ammirare una colonia di pinguini. Tempo permettendo visita ai giardini botanici di Kirstenbosch. Rientro nel tardo pomeriggio a Cape Town. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.


Giorno 13: Giovedì 26 giugno
Cape Town – rientro in Italia

Prima colazione e tempo a disposizione per attività a proprio piacimento. Nel pomeriggio (ore 16:00), meeting presso l’Hotel e trasferimento per imbarcarsi sul volo per il rientro in Italia.


Giorno 14: Venerdì 27 giugno
Arrivo in Italia


Voli interni previsti durante il programma: Durban – Cape Town


Una sola data di partenza: 14 giugno 2009 Partenza di base da Milano. Possibilità di partire da altre città italiane, salvo verifica eventuali costi aggiuntivi e disponibilità

Prezzi

Quota: euro 3.400,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola: euro 500,00
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Partenza garantita. Numero massimo di partecipanti: 10


La quota comprende:
- Volo internazionale di linea in classe economy. Partenza di base da Milano Possibilità di partire da altre città italiane, salvo verifica eventuali costi aggiuntivi e disponibilità
- Tasse aeroportuali
- Tutti i transfer aeroporto/hotel/aeroporto
- Tutti i trasferimenti interni in minibus con autista qualificato, e in 4X4 durante i safari come da programma
- Soft drink e acqua inclusi durante i tragitti sul minibus
- Pernottamenti in alberghi/lodge, come specificato nel programma
- Pasti come specificato nel programma
- Visite e escursioni come specificato nel programma
- Guide in lingua italiana
- Assicurazione medica e bagaglio


La quota non comprende:
- Pranzi dei giorni 6°-10°-11°-13°
- Cena del giorno 13°
- Bevande, mance, e spese personali di ogni genere
- Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Chiedi Informazioni

+39 02 3651 3294
invia

parlano di noi

Testate giornalistiche

PARTI CON NOI!
CONTATTACI SUBITO
PER INFORMAZIONI

destinazioni

sezione approfondimenti