Header Background
2004 - 2017 in viaggio da 13 anni

Azonzo in Tanzania con Mario Tozzi

Attenzione il viaggio che stai visualizzando non è piú disponibile. Ti preghiamo di contattarci per eventuali informazioni, per un viaggio su misura, oppure di verificare tutti i viaggi speciali pronti attualmente in programmazione.


Un safari sensazionale accompagnati da una guida d'eccezione

3 - 24 agosto 2007

Proponiamo un itinerario per scoprire l'immenso Serengeti National Park, il cratere di Ngorongoro, il Lago Manyara, e l´incontro con i boscimani. Infine, relax sulle candide spiagge di Zanzibar.

richiedi informazioni

Descrizione

All´interno del progetto "Azonzo con Mario Tozzi", proponiamo un viaggio veramente unico e spettacolare in Tanzania, tra le zone più interessanti del mondo dal punto di vista naturalistico, etnico e faunistico. Mario Tozzi ha collaborato con Azonzo Travel alla stesura del programma di viaggio, e alla scelta dei luoghi di maggiore interesse da visitare. Inoltre, viene consegnato ai clienti del materiale scientifico redatto personalmente da Mario Tozzi in esclusiva per Azonzo Travel, in modo da fornire ai viaggiatori spunti di approfondimento e di maggiore studio delle tematiche legate al viaggio. Si precisa che Mario Tozzi non partecipa al viaggio.

Alla scoperta del Seregneti National Park, il più antico e più famoso parco nazionale della Tanzania, e del cratere di Ngorongoro la più grande caldera vulcanica intatta al mondo. Lo spettacolare Parco Nazionale del Lago Manyara, famoso per essere popolato da leoni che si arrampicano sugli alberi, da meravigliosi fenicotteri rosa e da molti ippopotami. Per avvistare i "big five" (leone, leopardo, bufalo, rinoceronte ed elefante) e incontrare i boscimani. Alla fine del viaggio ci si riposa a Zanzibar, per godere delle sue acque cristalline.


Programma

Giorno 1: Venerdì 3 agosto
Italia – Dar es Salaam

Partenza dall´Italia con un volo di linea diretto a Dar es Salaam, via Zurigo. Arrivo in serata, accoglienza e trasferimento al Sea Cliff Hotel. Sistemazione e pernottamento.


Giorno: Sabato 4 agosto
Dar es Salaam - Arusha

Prima colazione la mattina presto e successivo trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo delle 9.00 per Kilimanjaro. Arrivo a destinazione alle 11.00, accoglienza e proseguimento verso l´Arusha National Park. Pranzo al sacco lungo il tragitto al Momella Lodge. All´arrivo, sistemazione al Moivaro Lodge. Cena e pernottamento


Giorno 3: Domenica 5 agosto
Arusha National Park – Lake Manyara National Park

Prima colazione. Trasferimento in auto al Parco Nazionale del Lago Manyara. Situato 125 km a ovest della cittadina di Arusha, sotto la parete della Great Rift Valley, il Parco Nazionale del Lago Manyara ha ottenuto il suo riconoscimento giuridico nel 1960. Il parco ha una superficie di 330 km2, di cui 230 coperti dal Lago Manyara. Ospita un´ampia varietà di habitat come la parete del Rift, la foresta nata dall´acqua sotterranea, il bosco di acacie e zone di praterie aperte, solo per citarne alcune. Questo luogo straordinario è quindi in grado di dare sostentamento a moltissime specie. All´arrivo sistemazione in campo tendato e successivo pranzo. Nel pomeriggio escursione al villaggio Mto Wa Mb. Prima del tramonto rientro al campo. Cena e pernottamento al campo.


Giorno 4: Lunedì 6 agosto
Lake Manyara National Park

Prima colazione. Giornata interamente dedicata ad un safari alla scoperta del Lake Manyara National Park. Lo spettacolo più famoso del parco è rappresentato dai leoni che si arrampicano sugli alberi, che si vedono di tanto in tanto sui rami delle acacie. Tra gli altri animali che si trovano nella zona ci sono elefanti, leopardi, impala, ippopotami e milioni di uccelli (pellicani e fenicotteri). Il Parco Nazionale del Lago Manyara ha la più elevata popolazione di elefanti per km quadrato della Tanzania. Pranzo al campo. Nel tardo pomeriggio ritorno al parco per osservare ancora gli animali fino al tramonto. Cena e pernottamento al campo.


Giorno 5: Martedì 7 agosto
Lago Eyasi (incontro con i boscimani)

Prima colazione. Proseguimento per il Lago Eyasi, dove vivono gli ultimi bushmen, ovvero i boscimani. Intorno al Lago Eyasi vivono piccoli gruppi di bushmen Hadzabe. La loro lingua assomiglia alla caratteristica lingua a schiocchi di altre popolazioni del bush che si incontrano addentrandosi più a sud, nel Kalahari. Il loro piccolo popolo è stato gravemente minacciato, in particolare nel periodo in cui Julius Nyere ha cercato di imporre la politica della Ujamaa. La tribù ha resistito alle politiche di insediamento forzato di Julius Nyere e oggi la maggior parte dei bambini non ha mai visto un medico o una scuola. Il bush provvede a tutte le loro esigenze e costituisce l´unica "scuola di vita" per la prole. Queste persone sono spesso disponibili a far vedere ai visitatori le loro semplici abitazioni nel bush, dove la volta degli alberi, o una grotta, forniscono loro riparo. Vivono esclusivamente con i prodotti del bush e della caccia, in generale piccole antilopi e babbuini, anche se nella stagione delle piogge le gazzelle e le antilopi scendono dal Ngorongoro o dal Serengeti alle fertili terre ricoperte di boscaglia, offrendo loro una scelta più ampia di cibo. La corda del loro arco letale è fatta con tendine di giraffa e le frecce sono imbevute in un potente veleno ricavato da un albero. Gli alberi di commiphora forniscono eccellente legna da ardere che viene accesa sfregando il legno. Una commiphora verde, inoltre, fornisce una linfa che è un ottimo repellente per le zanzare. Il succo spremuto dalla sansevieria, invece, costituisce un rimedio per i morsi di serpente; mentre l´aloe viene usata per guarire le ferite da taglio. Le radici offrono un ampio ventaglio di medicinali e i frutti del possente baobab una fonte per dissetarsi. Trascorrendo qualche ora con questo popolo, il bush apparentemente inospitale prende vita e guardarli cacciare è un´esperienza unica mentre spiano la preda, si avvicinano furtivamente e la catturano con destrezza. In serata sistemazione al Kisimangeda Tented Camp, cena e pernottamento.


Giorno 6: Mercoledì 8 agosto
Lago Eyasi - Bougainvillea Lodge

Prima colazione. Escursione di prima mattina al Lago Eyasi. Dopo pranzo si parte per il Bougainvillea Lodge dove si arriva per l´ora di cena. Sistemazione e pernottamento presso il Bougainvillea Lodge


Giorno 7: Giovedì 9 agosto
Bougainvillea Lodge - Serengeti National Park

Prima colazione. Partenza per il Serengeti National Park Lungo il tragitto si possono avvistare molti animali. Arrivo al lodge per l´ora di pranzo. Pomeriggio dedicato ad un primo safari nel parco. Cena e pernottamento al Serengeti Wildlife Lodge.


Giorno 8 e 9: Venerdì e Sabato 10 e 11 agosto
Serengeti N.P.

Prima colazione. Intere giornate dedicate all´osservazione degli animali nel Parco Nazionale Serengeti. Il Serengeti, il più antico e più famoso parco nazionale della Tanzania, è conosciuto per la sua migrazione annuale, quando circa sei milioni di zoccoli calpestano pesantemente le pianure aperte, mentre più di 200.000 zebre e 300.000 gazzelle di Thomson si uniscono alla pista degli gnu alla ricerca di erba fresca da brucare. Ma anche al di fuori del periodo della migrazione, il Serengeti offre forse i più straordinari avvistamenti di animali dell´Africa: enormi mandrie di bufali, gruppi più piccoli di eleganti e giraffe, e migliaia e migliaia di antilopi, antilopi Sassaby, kongoni, impala e gazzelle di Grant. Lo spettacolo naturale offerto dal confronto fra il predatore e la preda domina il più fantastico parco della Tanzania. Per il leone c´è abbondanza di animali da pascolo. I leopardi solitari sono in agguato tra le acacie che costeggiano il fiume Seronera, mentre un gran numero di ghepardi si aggira furtivamente per le pianure sud-orientali. Fatto quasi unico, qui si trovano tutte e tre le specie di sciacallo africano, oltre alla iena maculata e ad una serie di piccoli predatori più furtivi, dal protelo insettivoro all´elegante gattopardo. Ma nel Serengeti non ci sono soltanto i mammiferi. Sgargianti lucertole agama e iraci delle rocce si aggirano lungo le superfici degli isolati kopje di granito del parco. Sono state documentate 100 varietà di scarabei stercorari, e oltre 500 specie di uccelli, dallo struzzo gigante e dal bizzarro uccello segretario delle praterie, alle aquile nere che si librano leggere sulle Lobo Hills. Proprio come per gli avvistamenti di animali, rimane impresso il senso liberatorio dello spazio aperto che caratterizza le pianure del Serengeti, che si estendono attraverso savane arse dal sole fino a un scintillante orizzonte dorato. Per quanto sia popolare, il Serengeti rimane così vasto che può capitare di essere gli unici esseri umani ad assistere a un branco di leoni che tramano un agguato, intensamente concentrati sul prossimo pasto. Cena e pernottamento al Serengeti Wildlife Lodge la sera del 10 agosto e al Lobo Wildlife Lodge la sera del 11 agosto.


Giorno 10: Domenica 12 agosto
Serengeti National Park – Ngorongoro Conservation Area

Prima colazione. Partenza per Ngorongoro Conservation Area. Pranzo in Lodge. Nel pomeriggio ascensione al cratere. Si tratta molto probabilmente della più famosa fra tutte le zone di conservazione dell´Africa, che vale la pena di visitare almeno una volta nella vita. è la più grande caldera vulcanica intatta al mondo, e alcuni scienziati ritengono che prima dell´eruzione, fosse più alta del Kilimanjaro, la vetta più elevata dell´Africa. Il cratere profondo 660 metri, che copre una superficie di 260km?, ospita una popolazione permanente di oltre 30.000 animali, ed è uno pochi luoghi dell´Africa dove si ha la possibilità di vedere i "big five" (leone, leopardo, bufalo, rinoceronte ed elefante) in un solo safari. Una caratteristica assolutamente unica del cratere è che i Masai del posto pascolano il bestiame sulle sue pendici, e non è insolito vedere le mandrie dei Masai e i bufali selvatici pascolare insieme. Intorno al cratere vivono circa 100 leoni, e circa 20 rinoceronti neri. La spettacolare Foresta Lerai è uno dei posti migliori dell´Africa per vedere un leopardo. Le possibilità di avvistamento degli animali sono eccellenti durante tutto l´anno. Il cratere costituisce solo una piccola parte della Ngorongoro Conservation Area, che ha una superficie di 8 300km?. Cena e pernottamento al Ngorongoro WILDLIFE Lodge.


Giorno 11: Lunedì 13 agosto
Ngorongoro C.A.

Prima colazione. Ritorno alle pendici del cratere. Pranzo a sacco. Nel pomeriggio safari naturalistico a piedi del cratere, in compagnia di una guida Ranger. Si scende lungo i ripidi pendii boscosi della caldera, sperando di avvistare gli animali della foresta che si vedono più di rado, come i bushbuck (specie di antilope di grandi dimensioni), i cefalofi e anche leopardi. Sulle rive del lago si trovano molte specie di uccelli acquatici, e un´infinità di fenicotteri. Quattro milioni di fenicotteri popolano i laghi della Rift Valley in grandi stormi durante tutto l´anno, alla ricerca delle migliori condizioni alimentari e balneari. Nel tardo pomeriggio si torna al lodge. Cena e pernottamento al Ngorongoro Wildlife Lodge.


Giorno 12: Martedì 14 agosto
Ngorongoro C.A - Tarangire National Park

Prima colazione la mattina presto e successiva partenza per il Tarangire National Park, per una intera giornata di safari lungo il tragitto. Pranzo, cena e pernottamento al Tarangire Safari Lodge.


Giorno 13: Mercoledì 15 agosto
Tarangire National Park

Prima colazione. Giornata dedicata alla scoperta del Tarangire NP. Pranzo, cena e pernottamento al lodge.


Giorno 14: Giovedì 16 agosto
Tarangire National Park - Arusha

Prima colazione. Ultimo safari presso il Tarangire National Park e successiva partenza per tornare ad Arusha. Pranzo Flame Tree Restaurant ad Arusha. Dopo pranzo tempo a disposizione e successivo trasferimento al KIA. Lodge. Sistemazione, cena e pernottamento.


Giorno 15: Venerdì 17 agosto
Arusha – Zanzibar

Prima colazione e successivo trasferimento in aeroporto per imbarcarsi sul volo diretto a Zanzibar. Arrivo, accoglienza e trasferimento al porto per proseguire a bordo di un imbarcazione fino al Chapwani Private Island.


Giorno 16/18: Sabato 18/ Mercoledì 22 agosto
Zanzibar

Prima colazione. Giornate dedicate al relax e ad attività a proprio piacere. Pernottamento in resort con trattamento di mezza pensione.


Giorno 19: Giovedì 23 agosto
Zanzibar – Italia

Prima colazione. Trasferimento all´aeroporto per il volo di linea di rientro in Italia.


Giorno 20: Venerdì 24 agosto
Arrivo in Italia

L´arrivo in Italia è previsto in mattinata.


Una sola data di partenza
: Venerdì 3 agosto 2007 (Partenza di base da Milano. Possibilità di partire da altre città italiane). è possibile prolungare la permanenza sull´isola di Zanzibar alla fine del viaggio.


MARIO TOZZI (Biografia)
Primo Ricercatore del C.N.R. e geologo

Mario Tozzi, geologo e Primo Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, si occupa dell'evoluzione geologica del Mediterraneo (in particolare del settore adriatico-ellenico) e studia le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano. In pratica, se vede una piega o una faglia si eccita e cerca di capire cosa è stato e quando (mentre assai meno riesce a preoccuparsi del perché).

Laureato con lode in Scienze Geologiche presso "La Sapienza" di Roma, ha seguito il cursus accademico diventando Dottore di Ricerca nel 1989, Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel 1988 e Primo Ricercatore, sempre del CNR, nel 1999. Attualmente lavora presso l'Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (IGAG) di Roma. Ha studiato per un anno a Parigi presso un laboratorio all'avanguardia nel paleomagnetismo. Nel campo della ricerca è autore di circa 70 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 70 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Collabora con le Università di Roma "La Sapienza" e "Roma Tre", nell'ambito dei corsi di Geologia, Rilevamento Geologico e Geologia Strutturale. Inoltre è correlatore di tesi di laurea e di tesi di dottorato ed è membro nelle commissioni di esame. Tiene corsi di aggiornamento annuali per gli insegnanti di Scienze.

Divulgatore
Dal 1996 si occupa di divulgazione delle scienze geologiche, naturali e ambientali attraverso i mezzi di diffusione radiotelevisiva, la carta stampata, i libri e i sussidi audiovisivi. Effettua revisioni scientifiche e redazione di testi per documentari, ha commentato regolarmente per otto anni tematiche geologiche e ambientali come esperto in studio per il quotidiano televisivo Geo & Geo ed è stato consulente e inviato per il settimanale King-Kong di RaiTre. Dal 2003 è inviato ed esperto per Che tempo che fa su Rai tre. Dal 2000 conduce il settimanale GAIA - il pianeta che vive (prima serata di RaiTre) di cui è anche autore e consulente scientifico.

Nel passato ha condotto La Via Francigena (nell'ambito degli "Itinerari delle Spirito") per Rai Giubileo-RaiTre (2000) e circa 150 documentari dalle città italiane per RaiInternational (1998-1999). E' spesso ospite di molte trasmissioni televisive, sia Rai che Mediaste, per commentare eventi legati all'ambiente e alla Terra in generale. Non disdegna mescolarsi in trasmissioni apparentemente molto diverse dalle sue. Collabora con emittenti radiofoniche e con alcune rubriche di Radio Rai.

La Federazione Italiana di Scienze della Terra (FIST) lo ha nominato coordinatore della divulgazione delle Scienze della Terra in Italia e il CNR lo delega alla diffusione delle conoscenze scientifiche portate avanti dall'Ente. Anche per questi scopi istituzionali ogni anno tiene decine di conferenze e seminari in giro per l'Italia.

Scrittore
Ha scritto quattro libri a mezza strada fra il saggio e il racconto e due libri di testo di Scienze della Terra adottati nelle le scuole superiori. Collabora a National Geographic (edizione italiana), a Newton, a Consumatori (rivista delle coop) e a La Stampa; fa parte del comitato di redazione de L'indice. Nel novembre 2004 Rizzoli ha pubblicato il libro Gaia, viaggio nel cuore d´Italia.

Prezzi

Quota: euro 4.890,00 a persona in camera doppia
Supplemento sistemazione camera singola euro 710,00
Visto consolare: euro 80,00 a persona
Modalità di pagamento: 30% alla prenotazione e saldo 30 gg. prima della partenza
Numero minimo di partecipanti: 10


La quota comprende:

- Volo internazionale di linea con partenza da Milano. Possibilità di partire da altre città italiane
- Voli interni Dar es Salam/Arusha/Zanzibar/Dar es Salaam
- Tutti i transfer aeroporto/Hotel/aeroporto
- Trasferimenti con mezzo privato con autista privato lungo tutto l´itinerario
- Guida esperta parlante italiano
- Sistemazione in Hotel e Lodge, come da programma
- Pasti come specificato nel programma (Tanzania pensione completa - Zanzibar mezza pensione)
- Entrata nei parchi, safari ed escursioni come da programma
- Assicurazione medica e bagaglio


La quota non comprende:

- Bevande e spese personali di ogni tipo
- Tutto quanto non espressamente citato nel programma

Contratto e Assicurazioni

1) Il contratto che usa Azonzo Travel è quello approvato da Assotravel, Assoviaggi, Astoi e Fiavet
Prima di firmare il contratto, leggi le condizioni contrattuali
Scarica il pdf

In merito al punto 10 delle condizioni contrattuali (RECESSO DEL CONSUMATORE), si precisa che l'importo della penale in caso di cancellazione ammonta al:
15% del costo del viaggio se la cancellazione avviene fino a 46 giorni prima della partenza
25% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 45 a 30 giorni prima della partenza
40% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 29 a 15 giorni prima della partenza
60% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 14 a 7 giorni prima della partenza
100% del costo del viaggio se la cancellazione avviene da 6 a 0 giorni prima della partenza
e che le suddette condizioni sono sempre valide a meno che non siano specificate diversamente nel programma di viaggio proposto.

2) Azonzo Travel include sempre gratuitamente, in tutti i suoi viaggi, la Polizza "Garanzia diritti del passeggero"
Scarica il pdf con le condizioni dettagliate della Polizza "Garanzia diritti del passeggero"

3) Tutti i clienti che acquistano un viaggio, che sia un viaggio fatto su misura o un viaggio speciale pronto, hanno l'obbligo di assicurarsi, comprando almeno la Polizza "Medico Bagaglio" Intermundial Multiassistenza Plus senza Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni
Scarica il pdf con i costi

4) Chi lo desidera può acquistare anche la "Polizza Annullamento Viaggio" Intermundial Multiassistenza Plus con Annullamento
Scarica il pdf con le condizioni "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Annullamento fino a un massimale di 2.000 euro a persona"
Scarica il pdf con le condizioni "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"
Scarica il pdf con i costi "Integrazione Annullamento" fino a ulteriori aggiuntivi 6.000 euro a persona"

Richiesta Informazioni

invia

Contattaci

destinazioni

sezione approfondimenti